Contenuto sponsorizzato

Nuovo collegamento tra la città e le Albere: inaugurato il sottopasso di via Taramelli

Presenti il sindaco Andreatta e l'assessore ai lavori pubblici Gilmozzi: "La città ha bisogno di essere attraversata per tutti gli spazi consentiti"

Pubblicato il - 23 dicembre 2016 - 12:32

TRENTO. Il nuovo sottopassaggio lungo via Taramelli è stato inaugurato alla presenza del sindaco Alessandro Andreatta e dell'assessore ai lavori pubblici Italo Gilmozzi. Un nuovo collegamento con il quartiere Le Albere per abbreviare la distanza con la città.

 

Il prossimo anno sarà invece realizzato un secondo sottopasso, questa volta carrabile, in asse con via Perini, attualmente in fase di appalto da parte del Comune di Trento che ha già acquisito l'area del distributore Agip e quella delle ex Aziende agrarie.

 

Questi nuovi collegamenti permetteranno il superamento della barriera costituita dalla ferrovia che impedisce il collegamento diretto tra le due porzioni di città e contribuiranno al lento fondersi del nuovo tessuto urbano con quello esistente. I lavori hanno comportato la rimozione delle barriere anti-rumore, la costruzione della struttura scatolare in calcestruzzo armato, la realizzazione di una struttura provvisoria di sostegno dei binari per consentire il transito dei treni durante i lavori, la spinta del manufatto sotto la ferrovia tramite martinetti oleodinamici, lo smontaggio strutture provvisorie sulla ferrovia e il rimontaggio delle barriere  anti-rumore.

 

Un lavoro non da poco che è costato un milione di euro. Larghezza di 4 metri, altezza di 3, pavimento in cubetti di porfido con cordonate in pietra Verdello. In corrispondenza dell'uscita su Corso del lavoro e della scienza si è realizzata inoltre una nuova piazzola pavimentata in pietra rosso di Trento su cui si è installata una postazione per il bike sharing. Il sottopasso è illuminato con proiettori a LED a basso consumo energetico.

 

Presente anche il dirigente del Servizio comunale, l'ingegner Bruno Delaiti che assieme a sindaco e assessore ha tagliato il nastro. "Il mio ringraziamento all'impresa Zampedri di Pergine - ha detto al microfono - e agli operai che in otto mesi hanno realizzato quest'opera". Il sindaco è invece partito da lontano: "Ero un semplice consigliere comunale quando nel 1998 si discusse il primo ordine del giorno sull'area ex Michelin". 

 

"Ora - afferma Andreatta - abbiamo realizzato quello che prima era soltanto un'idea. E quest'opera deve essere collegata sempre più con la città oltre la ferrovia. Non uno ma tanti sottopassi, perché la città per essere vissuta deve essere permeabile, perché una città ha bisogno di essere attraversata per tutti gli spazi consentiti".

 

Italo Gilmozzi ha ringraziato la comunità di cittadini presente, il quartiere di San Giuseppe-Santa Chiara che ha più volte sollecitato l'opera. "E' importante la vostra presenza all'inaugurazione - ha spiegato - perché questo dà il senso della partecipazione con cui ogni iniziativa dell'amministrazione viene condivisa con la popolazione e con i cittadini che abitano i quartieri".


 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
13 giugno - 06:01
Secondo la legge regionale 6/2012, le indennità mensili dei consiglieri vanno “rivalutate annualmente sulla base dell'indice Istat”, [...]
Cronaca
13 giugno - 07:57
Sono stati attimi di paura quelli vissuti venerdì sera da una giovane coppia di Arco che aveva il figlio di 14 mesi che stava male. Ad aiutarli i [...]
Cronaca
13 giugno - 08:40
L'allarme è scattato nel tardo pomeriggio di ieri e ha visto l'intervento dei vigili del fuoco di Tres e Taio e l'elisoccorso con l'equipe medica [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato