Contenuto sponsorizzato

Ponte dei Servi deviazione pericolosa

Il Patt delle Giudicarie lancia l'allarme: "La deviazione che dalla statale del Caffaro porta a Ponte Arche causa code e traffico. Servono interventi sicuri e duraturi"

il Ponte dei Servi nel mirino PATT
Pubblicato il - 10 agosto 2016 - 12:49

PONTE ARCHE. La sezione delle Giudicarie del Patt lancia l'allarme sulla viabilità del Caffaro e il Ponte dei Servi entra nel mirino per la sua pericolosità. Troppe code e troppi mezzi pesanti renderebbero il traffico caotico e poco scorrevole. Dal 6 luglio di quest’anno e fino alla fine del mese di agosto, infatti, chi vuole recarsi da Trento in Giudicarie è infatti costretto a deviare dalla SS237 del Caffaro per imboccare, dopo aver attraversato il Ponte dei Servi, la SS 421 e ridiscendere successivamente verso l’abitato di Ponte Arche.

 

La misura, che non è stata presa per l’esecuzione di lavori sulla carreggiata, bensì per decongestionare dalle auto l’abitato di Ponte Arche durante la stagione estiva, ha già sollevato polemiche sia fra i pendolari che fra i residenti del posto.

 

In merito a questa questione, la sezione del Patt delle Giudicarie, si è interrogata se fosse più importante avvallare un provvedimento che in qualche modo potesse attrarre più turisti, oppure agevolare i pendolari giudicariesi che tutti i giorni sono alle prese con una viabilità non certo facile.
 

La variante predisposta per i veicoli provenienti da Trento e diretti in Giudicarie presenta numerosi problemi di scorrevolezza e sicurezza, inducendo in molti casi in confusione non solo pendolari e turisti, ma anche gli stessi residenti di Ponte Arche. La deviazione non ha inoltre portato i benefici sperati agli stessi commercianti di Ponte Arche.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 maggio - 19:39

Ci sono 5.412 casi e 465 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 703 (tutti letti da Apss) per un rapporto contagi/tampone a 1,70%. Ci sono 4 nuovi positivi a Trento, 1 a Novella

26 maggio - 19:37

Per il Tirolo il problema per la riapertura dei confini è la Lombardia? La replica di Fugatti: “Non capiamo perché i tedeschi possano arrivare attraverso il corridoio austriaco ma non possano arrivare gli austriaci, questo è difficile da spiegare al mondo economico trentino”

26 maggio - 18:16

Il presidente ha spiegato perché ritiene congruo il premio per chi si è battuto in prima linea nonostante 13 milioni arrivino dallo Stato e 20 siano stati tagliati anche al personale sanitario. ''Se si sono fatte 300 ore in prima linea un infermiere può ottenere 1.500 euro netti in busta paga. Se questo è umiliante, come hanno detto i sindacati, io non lo so. Non credo''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato