Contenuto sponsorizzato

Progettare un orto al Muse. Ecco il concorso per gli studenti

Si chiama "Progetta un Orto al Muse" ed è il concorso rivolto alle scuole primarie (II ciclo) e secondarie di I e di II grado, che ha l'obiettivo di far progettare e realizzare da parte delle classi un orto nelle aree verdi attorno al Muse

Pubblicato il - 14 gennaio 2017 - 15:44

TRENTO. Un'occasione unica per approfondire le tematiche legate alla coltivazione, l'origine e lo sviluppo degli ortaggi, ma anche un'opportunità scolastica di dialogo multi e inter-disciplinare, che coinvolge i docenti di diverse aree.

 

Si chiama "Progetta un Orto al Muse" ed è il concorso rivolto alle scuole primarie (II ciclo) e secondarie di I e di II grado, che ha l'obiettivo di far progettare e realizzare da parte delle classi un orto nelle aree verdi attorno al Muse.

 

La prima parte del concorso vede coinvolti in prima persona i docenti ed è funzionale alla realizzazione dell'orto, poiché vengono affrontati argomenti come la domesticazione delle piante coltivate, gli adattamenti comuni delle piante alla coltivazione; l'origine geografica delle diverse varietà, le tipicità locali, incentivando il reperimento di varietà locali e antiche, tramite la rete di conoscenze e contatti di tutti gli studenti; l'anatomia e le parti della pianta da cui originano i diversi ortaggi; le consociazioni, la fertilità del terreno, le tecniche di coltivazione, sia tradizionali che moderne, biologiche, alternative ed ecocompatibili; l'allestimento dell'orto con esempi di diversi tematismi e di modalità espositive; la comunicazione e la presentazione dell'allestimento di un orto al pubblico, attraverso la realizzazione di un pannello interpretativo.

 

Nella seconda parte del concorso si svolgeranno due attività in parallelo: le classi, nella propria sede scolastica, dovranno definire il tema, le modalità espositive e le specie vegetali adatte alla realizzazione dell'orto, rappresentando graficamente l'idea progettuale e il pannello di presentazione del proprio orto; i docenti, al contempo, supporteranno gli studenti durante il lavoro progettuale e restituiranno negli incontri al Muse, il lavoro svolto con la propria classe.

 

Al termine di questa fase ogni classe procederà alla realizzazione vera e propria dell'orto presso il Museo, con la pianificazione degli spazi, la semina e la messa a dimora delle specie vegetali prescelte.

La terza e ultima parte rappresenta il concorso vero e proprio, in cui i visitatori degli Orti del Muse, nel mese di maggio, saranno chiamati a votare l'orto preferito sulla base di quattro categorie: originalità tematica, originalità espositiva, ecosostenibilità e biodiversità.

 

Infine nella Giornata Nazionale della Biodiversità di interesse agricolo e alimentare, sabato 20 maggio 2017, si svolgerà la premiazione delle classi i cui orti avranno ricevuto il maggior numero di voti da parte del pubblico.

 

(Qui il modulo per l'iscrizione)

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 ottobre - 19:32

Ci sono 86 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 5 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 10 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 113 positivi a fronte dell'analisi di 983 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 11,5%

26 ottobre - 18:58

I nuovi dati forniti dalla Provincia e dall'Azienda sanitaria dimostrano come l'allerta nelle Rsa rimane alta. Il direttore dell'Apss "Il focolaio maggiore è nella struttura di Malè" e accanto all'emergenza sanitaria c'è anche quella del personale  

26 ottobre - 17:59

Sono stati analizzati 983 tamponi, 113 i test risultati positivi e il rapporto contagi/tamponi sale a 11,5%. A fronte di un leggero aumento rispetto a ieri dei 104 casi in valore assoluto (5,7%), il dato percentuale è praticamente raddoppiato. Sono 10 le persone in più in ospedale per Covid-19

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato