Contenuto sponsorizzato

Sei reati in nove giorni, arrestato

Dopo le polemiche, in manette l'uomo di 39 anni

Pubblicato il - 30 settembre 2016 - 23:55

TRENTO. Sei reati in nove giorni. Prima fermato, quindi denunciato e poi rilasciato. Un iter che aveva creato non poche polemiche riguardo alla sicurezza cittadina. 

 

Le Forze dell'Ordine alla fine hanno arrestato l'uomo, un trentanovenne di origine tunisina, in quanto responsabile del reato di ricettazione, tentata rapina e furto aggravato su richiesta della pm Antonella Nazzaro ed emessa dal gip Marco La Ganga.  

 

L'uomo, lo scorso 27 settembre, era stato denunciato perché trovato in possesso di una bici, della quale non sapeva giustificare il possesso. Appena 24 ore dopo e il tunisino era stato denunciato prima per essersi introdotto all'interno di un negozio (assicurandosi merce per 25.000 euro), quindi per tentata rapina e furto con un coltello in un panificio in via Oss Mazzurana. Sempre nella stessa giornata aveva mandato in frantumi la porta di ingresso di un negozio in via Belenzani, rubando 10 bottiglie di alcolici.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 ottobre - 13:55

Il vicepresidente della provincia di Bolzano ha fatto l'annuncio sui social. E pensare che in Trentino il primo cittadino del capoluogo è stato attaccato proprio dalla Giunta provinciale per la scelta presa ieri. Per Failoni ''danno enorme per l'economia della città di Trento e per l'immagine dell'intero Trentino''

20 ottobre - 11:45

I due consiglieri provinciali hanno sfoderato uno l'immagine del Grinch l'altro quella trita e ritrita del ''sindacalista di sinistra'' ma il capolavoro è dell'assessore al turismo che parla di ''danno enorme per l'economia della città di Trento e per l'immagine dell'intero Trentino''. Proprio lui autore della legge sulle chiusure domenicali nel momento dove serviva spingere al massimo l'economia e che ha direttamente bollato Trento e molte altre località come ''non turistiche''

20 ottobre - 11:25

Le due deputate pentastellate Doriana Sarli e Carmen Di Lauro sono riuscite "dopo quasi dieci ore di attesa" a entrare nel centro del Casteller. Giunte per "constatare la situazione dei 3 orsi", si erano viste negare l'accesso dalla Provincia e dai gestori, rivolgendosi allora ai carabinieri di Trento. "Abbiamo verbalizzato una denuncia. Gli orsi stanno bene ma gli spazi sono inadeguati. Devono essere liberati"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato