Contenuto sponsorizzato

Sulle Dolomiti in funzione i cannoni sparaneve. Dolomiti Superski: "Investiti 80 milioni"

Mussner: "Le macchine di ultima generazione riescono a parità di risorse a produrre il 30% in più rispetto il cannone tradizionale"

Di Giuseppe Fin - 12 October 2016 - 18:09

Oltre 80 milioni di euro di cui più di un quarto per potenziare i sistemi di innevamento delle piste. A tanto ammonta il finanziamento messo in campo da Dolomiti Superski, il carosello sciistico formato da 130 società di impianti a fune, 12 aree sciistiche, migliaia di addetti e 1.200 km di piste.

 

Proprio oggi su Facebook è stato dato l'annuncio dell'avvio dei cannoni sparaneve soprattutto nella zona del Faloria, a Cortina, area che si sta preparando all'apertura il 26 novembre. Il altre zone, invece, l'avvio dei cannoni sarà un primo test per verificare il funzionamento dei cannoni. 


 

“Da diversi anni – ha spiegato il direttore di Dolomiti Superski Thomas Mussner – cerchiamo di investire attraverso le nostre 130 società. Queste ultime stanno investendo notevolmente negli impianti di innevamento oltre al miglioramento degli impianti di risalita”.

 

Sono 12 le aree a chi fa riferimento Dolomiti Superski sono: Cortina d'Ampezzo, Plan de Corones, Alta Badia, Val Gardena/Alpe di Siusi, Val di Fassa/Carezza, Arabba Marmolada, Alta Pusteria, Val di Fiemme/Obereggen, San Martino di Castrozza/Passo Rolle, Valle Isarco, Tre Valli e Civetta.

 

“Di questi 80 milioni – ha spiegato Mussner – un quarto va nel potenziamento dei sistemi di innevamento, sono state create delle nuove vasche, pompe e tubature “. L'obiettivo è quello di riuscire a produrre una quantità maggiore di neve rispetto lo scorso anno.

 

“Negli ultimi 10 anni – ha affermato il direttore di Dolomiti Superski - le notti di grande freddo sono diventate un po' meno. La grande sfida è riuscire produrre una quantità di neve sufficiente in meno tempo. Le nuove macchine di ultima generazione riescono a parità di risolse a produrre il 30% in più rispetto il cannone tradizionale. La tecnologia è fondamentale”. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 January - 05:01

Il trascinarsi dell'epidemia da SarsCov-2 sta avendo effetti disastrosi sulla salute psichica. Numerosi studi confermano questo trend: isolamento, lutti, incertezze economiche sono solo alcuni degli aspetti presi in considerazione. Ermanno Arreghini, psichiatra e psicoterapeuta: "Attuare misure di protezione anche per i più fragili: senzatetto, disabili, pazienti psichiatrici"

15 January - 19:18

Nella conferenza stampa straordinaria organizzata dalla giunta provinciale di Bolzano, Arno Kompatscher si è detto sconcertato dalla scelta del Cts di trasformare l'Alto Adige in zona rossa. "Abbiamo inviato una lettera a Roma. Sulla base dei dati confermiamo con l'ordinanza di stasera la zona gialla"

15 January - 19:30

Sono tantissime le prese di posizione (di partiti e istituzioni) in favore della testata ma colpiscono, in particolare, le dichiarazioni di Fugatti (che si dice ''sorpreso''), dei sindacati (che ancora parlano di ''investimento'' riferendosi all'operazione predatoria compiuta sull'editoria locale da parte di Athesia) e dell'Ordine dei Giornalisti (che esprime la sua ''solidarietà''). Ora si pensi ai giornalisti ma non si dimentichino i collaboratori esterni e i fotografi che da una vita lavorano per poche decine di euro al giorno mettendoci tutto quel che hanno

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato