Contenuto sponsorizzato

Troppo chiacchierone, insospettisce i Carabinieri: 2.0 all'alcool test

Un'azione delle Forze dell'Ordine ha portato inoltre all'arrestato di un uomo, con precedenti, per furto e spaccio di stupefacenti. Denunciate altre tre persone, fra cui un minore, per stupefacenti, furto e guida in stato di ebbrezza

Pubblicato il - 26 settembre 2016 - 10:53

TRENTO. Nel corso di alcuni controlli nell'ultimo week-end, i Carabinieri di Borgo Valsugana hanno arrestato una persona e denunciato altri 3 uomini per stupefacenti,  furto e guida in stato di ebbrezza.

 

L’arrestato è T.R.Y.A. 30enne dominicano, già noto alle Forze dell'ordine per precedenti di furto e spaccio di stupefacenti, ma con pena sospesa. I carabinieri della Stazione di Baselga di Pinè, ricevuto il provvedimento dall'Autorità Giudiziaria di Trento che disponeva la detenzione domiciliare complessivamente per 1 anno e mezzo, eseguivano l’arresto dell’uomo che, rintracciato, non opponeva resistenza.

 

I carabinieri della Stazione Caldonazzo hanno denunciato invece in stato di libertà S.E., 17enne moldavo, per furto all'interno del centro commerciale Shop Center di Pergine Valsugana. Il giovane era sotto controllo dei militari dell’Arma in abiti borghesi, quindi il giovane nell'uscire da un negozio di abbigliamento, faceva scattare l'antitaccheggio: sottoposto a perquisizione, veniva rilevato un indumento nascosto nella felpa e in possesso anche di un piccolo tronchese. L'oggetto veniva sequestrata, mentre la merce è stata restituita al titolare dell’esercizio commerciale. S.E. è stato condotto negli uffici della locale Stazione Carabinieri di Pergine e denunciato.

 

I carabinieri della Stazione di Castello Tesino, impegnati in un posto di controllo, hanno fermato alla guida della propria autovettura M.S. italiano 52enne. L’uomo, troppo loquace, veniva sottoposto ad accertamento etilometrico, facendo rilevare valori medi di alcool nel sangue pari a 2.0. Ritiro di patente, fermo del mezzo e pesanti sanzioni economiche il risultato.

 

I carabinieri del Nucleo Radiomobile, in piena notte, insospettiti da una guida “incerta” di un utente della strada, fermavano nel centro di Borgo Valsugana,  V.C. italiano 45enne. L’espressione confusa dell’uomo ed il particolare l’odore presente all'interno dell’auto, spingevano i militari ad eseguire controlli circa l’uso di stupefacenti da parte del fermato. L’esame clinico, faceva emergere che V.C. aveva assunto cannabinoidi: per questo motivo è stato deferito all'Autorità Giudiziaria trentina.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 marzo - 05:01

I sindacati Cgil, Cisl e Uil: "Chi chiedeva trasparenza e azioni concrete per contenere il contagio veniva accusato, mentre in realtà voleva solo preservare il territorio. Com'è che diceva il presidente Maurizio Fugatti? 'E poi si tira la riga e si vede il risultato'. Eccolo purtroppo". Zanella (Futura): "Giudizio impietoso. E non interessa del personale al collasso, mica c'è lui a riorganizzare e farsi turni massacranti"

06 marzo - 20:03
Sono 233 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicati 4 decessi. Sono 84 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività
06 marzo - 20:03

L'estate scorsa ci sono voluti 40 giorni in più rispetto agli altri anni per dare semaforo verde a questo servizio fondamentale e in quel lasso di tempo erano, purtroppo, morte affogate nei laghi trentini quattro persone. Questa volta si è giocato in anticipo, già disposto il dislocamento estivo dei sub direttamente all'eliporto Caproni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato