Contenuto sponsorizzato

Valanga sul Brenta, le unità cinofile cercano un uomo

La massa nevosa ha travolto due escursionisti a metà strada tra il rifugio Dodici Apostoli e il rifugio Agostini. Una delle due l'ha schivata ed è riuscita a dare l'allarme

Pubblicato il - 12 novembre 2016 - 16:57

TRENTO. Primo giorno di abbinata neve - temperature leggermente più alte ed ecco la prima valanga. La massa nevosa si è staccata nella zona vedrette di Prato Fiorito, sul Brenta e ha travolto due escursionisti. L'allarme è stato dato nel pomeriggio e immediatamente sono intervenuti gli uomini del soccorso alpino e per l'elicottero del 118.

 

Le due persone si trovavano circa a metà strada tra il rifugio Dodici Apostoli e il rifugio Agostini. A dare l'allarme una delle due persone che è riuscita a schivare la valanga. L'altra, invece, sembrerebbe essere stata travolta.

 

Sul posto è giunto l'elicottero del 118 che ha portato in vetta una squadra cinofila per le ricerche. Sul posto anche una squadra del Soccorso Alpino che ha subito avviato la bonifica della valanga. Le ricerche sono ancora in corso.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 giugno 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 giugno - 19:46

Ci sono 5.435 casi e 466 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 685 (326 letti da Apss e 359 da Fondazione Mach) per un rapporto contagi/tamponi che si attesta a 0,44% di test positivi. Sono 3 i nuovi casi e nessun morto legato a Covid-19 nelle ultime 24 ore

01 giugno - 18:47

Preoccupano i mesi di settembre e ottobre con l'arrivo dell'influenza ma soprattutto gli affollamenti nei luoghi al chiuso. Ferro: "E' terreno fertile per il coronavirus, riconoscerlo dall'influenza è difficile per questo abbiamo impostato una vaccinazione di massa"

01 giugno - 18:40

Il presidente della Pat ha parlato a lungo anche della questione nidi e materne tradendo un pensiero evidentemente comune nella Giunta di vedere queste strutture come dei meri parcheggi di bambini. Tutto è ricollegato al tema economico: ''Così i genitori possono tornare a lavorare''. Si torna a circolare liberamente in regione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato