Contenuto sponsorizzato

Ecco il talent più irriverente della Destra Adige: Ades got talent 2.0. Cantanti, attori, barzellettieri e sketch esilaranti

Grandissimo successo per lo show promosso dal Tavolo Giovani della Destra Adige. Si punta al sold-out per entrambe le serate. Prezzi: "Si lamentano tutti che non c'è mai niente in giro e che i giovani non fanno mai niente: venite a teatro e capirete che non è così"

Di Arianna Viesi - 16 ottobre 2019 - 20:50

POMAROLOCantanti, ballerini e attori. In Destra Adige torna, dopo tre anni, il talent show più irriverente d'Italia, ma in salsa trentina: "Ades got talent 2.0". Cinque serate per uno spettacolo unico che, fino ad ora, ha registrato una serie di incredibili sold-out.

 

Il progetto è partito dall'iniziativa di alcuni giovani della Destra Adige che sono riusciti a mettere in piedi lo show grazie al Tavolo Giovani della Destra Adige. "Ades got talent 2.0" segue la prima edizione del 2016. Tre anni di stop e ora di nuovo in pista con tantissime (ed esilaranti) novità. Moltissime associazioni giovanili della zona sono coinvolte nell'allestimento dei teatri, nell'accoglienza degli ospiti e nell'allestimento di un piccolo buffet che viene offerto agli spettatori. 

 

Cinque serate in cinque teatri diversi. Le tre serate di selezione si sono svolte rispettivamente a Isera, Nomi e Noarna. Tra poco più di una settimana la semifinale a Pomarolo. Il vincitore, invece, verrà proclamato il 16 novembre, al teatro di Villa Lagarina.

 

 

"Si tratta di un talent sul modello di Italia's got talent, ma rivisitato", spiega Mirko Prezzi, giovane attore della compagnia teatrale "I Sottotesto" di Nogaredo e conduttore, insieme a Matteo Bettini, delle serate.

 

Durante le selezioni si sono sfidati otto concorrenti ogni serata. Quattro quelli passati, ogni serata, alla fase successiva. Durante la semifinale di Pomarolo, quindi, saranno 12 i concorrenti a contendersi l'accesso alla finale. Solo sei ci riusciranno.

 

A deciderlo una giuria composta da quattro persone. " La giuria varia di serata in serata - continua Mirko Prezzi -. Ci sono sempre due giurati che lavorano in campo artistico (insegnanti di canto, di musica ad esempio). C'è sempre un rappresentante, consigliere o assessore, della giunta comunale del luogo dove si svolge lo spettacolo. Il quarto giurato viene invece scelto tra il  pubblico. Questa cosa è stata molto apprezzata. All'entrata a ciascuno viene consegnato una sorta di biglietto della lotteria con un numero. Si procede poi all'estrazione e il fortunato si ritrova seduto dietro il tavolo della giuria".

 

Quest'anno al talent si sono iscritti tanti cantanti, solisti soprattutto, ma anche attori, musicisti, barzellettieri. "Quest'anno il livello del canto è altissimo. Tanti studiano musica, alcuni anche al conservatorio". Ogni concorrente ha a disposizione dai cinque ai sette minuti per la propria performance. A condire il tutto divertentissimi sketch curati da Mirko Prezzi e Matteo Bettini, duo comico giovane ma molto affiatato.

 

"Secondo me il format funziona molto - spiega Prezzi - anche perché stiamo trascinando il pubblico con i nostri intermezzi divertenti".

 

Il 26 ottobre, a Pomarolo, la semifinale. Solo sei passeranno alla fase successiva. "Sabato 16 novembre, al teatro di Villa Lagarina, si terrà la serata finale. Il primo classificato si aggiudicherà una Smartbox per un viaggio per due persone in Europa; il secondo un buono Amazon del valore di 150 euro; il terzo un buono di 100 euro per fare la spesa".

 

L'entrata, a partire dalle 20.30, è gratuita. I posti, però, sono limitati. Vale quindi la regola del "chi prima arriva, meglio alloggia". Si punta al sold-out. Ma, date le premesse, è difficile credere che possa andare diversamente.

 

"Si lamentano tutti che non c'è mai niente in giro e che i giovani non fanno mai niente: venite a teatro e capirete che non è così", conclude Mirko Prezzi.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.53 del 30 Maggio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 giugno - 11:47

Mentre in questi giorni si è assistito a qualcosa di farsesco con i gilet arancioni scesi in piazza per dire che il coronavirus non esiste, che vogliono la lira e dicono no al 5G, con le proteste, separate dai primi, di Casa Pound e altri gruppi di estrema destra, domani si annunciano altre manifestazioni (con Lega e Fratelli d'Italia). Salvini oggi polemizza perché non gli viene concesso di deporre una corona all'Altare della Patria ma l'anno scorso, quando poteva farlo perché era istituzione, non aveva partecipato

01 giugno - 06:01

Il lockdown non ha fermato i giovani e il loro impegno per il futuro: i pensieri dei ragazzi e il loro lavoro con gli insegnanti è continuato e c’è stata la possibilità di portare a conclusione progetti cominciati prima della chiusura delle scuole. Ecco la lettera con le proposte della seconda media. La prof: ''Aspetteremo la risposta, poiché speriamo di venire presi in considerazione e, quando la riceveremo la condivideremo anche con i vostri lettori''

01 giugno - 10:21

Questo pomeriggio è previsto un incontro in videoconferenza tra associazioni e istituzioni per cercare di mettere in campo delle soluzioni. Intanto, però, già ieri in tanti sono finiti in strada

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato