Contenuto sponsorizzato

Mille miglia tra le polemiche: la ''corsa più bella del mondo'' è partita da Brescia (dove questa sera scatta il coprifuoco)

Per qualcuno inopportuna per il difficile momento che tutti stanno vivendo la gara è partita con 400 auto d'epoca in corsa e oggi dopo aver raggiunto il Lago di Garda arriverà fino a Milano Marittima. La corsa si terrà in una ''bolla'' e con la diretta streaming 

Pubblicato il - 22 ottobre 2020 - 16:34

BRESCIA. Tre giorni, 400 auto d'epoca, 1.000 miglia. E' partita oggi a Brescia la ''gara più bella del mondo'' che vede sfilare per le vie d'Italia, da Brescia a Roma e ritorno, con arrivo a Bergamo, bolidi straordinari, auto da sogno, prototipi unici e da collezione. Nonostante la situazione complicatissima che sta vivendo il Paese e la Lombardia in particolare che, addirittura, da questa sera sarà blindata con il coprifuoco che scatta alle 23 per durare fino alle 5 del mattino, gli organizzatori hanno deciso che la corsa si sarebbe tenuta lo stesso.

 

Un grande evento in formato, ovviamente, molto più sobrio e distaccato rispetto al passato quando ad ogni passaggio della carovana di auto scattavano, ovunque, feste, eventi correlati, ovvi assembramenti con foto e appassionati che andavano a guardarsi le varie auto in gara. Piloti e organizzatori, al contrario, affronteranno la storica gara nella cosiddetta ''bolla'' lontani da incontri e momenti conviviali, concentrati sul tracciato e la ''tenuta'' della propria auto. Tutti dovranno sempre indossare le mascherine e anche chi si vorrà avvicinare all'evento da ''spettatore'' dovrà farlo nel pieno rispetto dei dpcm che impone ''l’obbligo di avere sempre con sé un dispositivo di protezione delle vie respiratorie'' e di tenerlo indossato ''in tutti i luoghi all’aperto allorché ci si trovi in prossimità di altre persone non conviventi''.

 

Molte le critiche piovute sulla manifestazione che, comunque, viene associata a qualcosa di gioioso e spensierato e che va ad innestarsi su un momento storico che è tutt'altro che gioioso e spensierato, ma tant'è. Si corre e si attraversa l'Italia, senza pubblico e senza curiosi ma con un diretta streaming in più sul sito 1000miglia.it. Oggi in programma la partenza da Brescia e poi il Lago di Garda con Desenzano e Sirmione. Successivamente passaggio per Mantova, Ferrara e Ravenna, Cervia e Milano Marittima dove si chiuderà la prima tappa.

 

Il programma

Giovedì 22 ottobre: partenza della Mille Miglia, come da tradizione, dalla pedana di viale Venezia a Brescia alle ore 14, proseguendo per Sirmione, Mantova, Ferrara, Ravenna, Cervia e Milano Marittima. Intorno alle 22 arriveranno in riviera le prime auto che completeranno la tappa.

Venerdì 23 ottobre: partenza da Cervia alle ore 6:10, in direzione degli appennini e della Repubblica di San Marino, passando da località marchigiane per poi dirigersi verso il mar Tirreno, lasciandosi l’Adriatico alle spalle. Previsto dopo le 21 l’arrivo a Roma, con l’arrivo in via Veneto.

Sabato 24 ottobre: la terza tappa, come vuole la tradizione, è la più lunga di tutte. Lo spostamento previsto è da Roma a Parma con diverse tappe intermedie, in direzione Passo della Cisa che permetterà al gruppo di raggiungere l’Emilia intorno alle 21:30.

Domenica 25 ottobre: l’ultima tappa si distende tra l’Emilia e la Lombardia, con partenza da Parma e passaggi da Varano de’ Melegari, Lodi e Bergamo. L’arrivo è previsto a Brescia per le ore 15:30, con la premiazione del vincitore della gara.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 dicembre - 04:01

Flavia è la sorella di una malata di tumore della Val di Sole. Da martedì 1 dicembre sarà costretta ad accompagnarla a Trento, perché il Day hospital oncologico di Cles è stato chiuso. La Provincia infatti non ha voluto mantenerlo aperto dopo l'uscita di scena dell'oncologo che se ne occupava. "Dirigenti e funzionari, ricordatevi che davanti a voi avete persone con la propria dignità, non avete davanti burattini che potete spostare da un teatro all'altro"

30 novembre - 19:11

In Trentino c'è l'associazione Ama che grazie ai gruppi di auto mutuo aiuto è un sostegno fondamentale per tante famiglie. Qui la testimonianza di una famiglia letta per Ama da Giacomo Anderle

01 dicembre - 08:48

L'incendio a Levico è avvenuto nella zona di Quaere. Sulle cause sono in corso le verifiche da parte delle forze dell'ordine e non si esclude il dolo. Oltre cento vigili del fuoco sono stati impegnati, invece, per spegnere le fiamme che hanno avvolto un altro fienile a Curon 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato