Contenuto sponsorizzato

Il dialogo fra musica e parola non va "più piano"

Il festival itinerante si conclude domenica e lunedì a Trento con una proposta originale che unisce le note di qualità, la voce narrante di Mario Cagol e gli scrittori del Concorso "Grenzen-Frontiere". Una collaborazione destinata a crescere anche nelle prossime edizioni.

I musicisti Pagani e Calabria
Pubblicato il - 05 ottobre 2017 - 10:28

TRENTO. La musica per la parola: con un taglio poetico si chiude a Trento il Festival Più Piano, la cui 10° edizione era iniziata lo scorso mese di luglio e che per quattro mesi ha portato in giro la musica classica, e non solo, per 11 località della nostra regione (Roncegno, Arco, Cavalese, Flavon, Baselga di Pinè, Trento, Pinzolo, Dimaro, Villa Lagarina in provincia di Trento, Caldaro e Dobbiaco in provincia di Bolzano). Il Festival si avvia, dunque, a conclusione con un doppio appuntamento – domenica 8 ottobre a Dobbiaco (Centro Culturale Grand Hotel, Sala degli Specchi, ore 18.00) e lunedì 9 ottobre a Trento (Sala Fondazione Caritro, Palazzo Calepini, ore 21.00) - in cui la musica entra in dialogo con la parola, quella ispirata e quindi cesellata del racconto breve. La manifestazione musicale trentina incontra il Premio Letterario “Frontiere_Grenzen” per realizzare una serata particolare, dove la musica si alterna alla lettura dei testi che sono risultati vincitori nella storia del concorso nato a Fiera di Primiero.

 La voce narrante rispetterà l'anima bilingue degli scrittori che hanno partecipato al Premio, restituendo nella località altoatesina le preziose sfumature del tedesco grazie al prosatore, critico e traduttore bolzanino Stefano Zangrando, mentre a Trento grazie ad un autore e attore trentino molto conosciuto ed apprezzato, Mario Cagol. Voce nota sui palcoscenici come sulle onde radiofoniche, Cagol è interprete di livello non solo nel genere comico, ma anche in quello serio, come attestano le numerose esperienze attoriali in teatro e nei radiodrammi e come il pubblico potrà apprezzare in questa serata. 

Fedeli alla missione dell’Associazione Chaminade, organizzatrice della 10° edizione del Festival, le musiche che saranno eseguite dagli artisti bresciani Giancarlo Calabria (fisarmonica e tromba) e Simone Pagani (pianoforte) saranno sia di compositori (Piazzolla e Franck) sia di compositrici. In particolare, i tre brani scritti da donne in programma – “Fanfare for the Women” per tromba sola della statunitense Libby Larsen, “Classic Blues” per tromba e pianoforte della belga Danielle Baas, “Suggestioni romantiche” per fisarmonica e pianoforte (1° esecuzione assoluta) dell’italiana Simona Simonini – sono stati scelti grazie ad una chiamata internazionale realizzata appositamente per il Festival da parte della Fondazione Adkins Chiti: Donne in Musica. Si tratta della seconda chiamata ad opera della Fondazione campana, che porta il Festival a raggiungere il record di aver proposto, su 16 concerti, le musiche di ben 11 compositrici, di cui 6 contemporanee con 3 esecuzioni in prima mondiale. Il Premio Lettrario “Frontiere_Grenzen” entra dunque a far parte del nutrito circolo di collaborazioni del Festival Più Piano, e lo fa a poche settimane dalla proclamazione dei nuovi vincitori. Il prossimo 18 novembre verranno, infatti, resi noti i vincitori 2017, scelti da una selezionata giuria (Carlo Martinelli, Lisa Ginzburg, Pietro De Marchi, Stefano Zangrando) tra i 104 partecipanti – 11 in lingua tedesca e 93 in lingua italiana – provenienti da sei Paesi (Italia, Austria, Germania, Lichtenstein, Slovenia, Svizzera).

Gli ultimi due appuntamenti nel calendario del Festival Più Piano (entrambi ad ingresso libero) offrono, dunque, un passaggio di testimone, quale migliore occasione per salutare una manifestazione musicale che ha celebrato al meglio l’edizione a cifra tonda e per spostare i riflettori su un premio letterario che, ugualmente, da anni si rende catalizzatore di cultura nel nostro territorio.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 17:08

Un trend in decisa crescita rispetto a ieri (113 positivi e 11,5%) e quattro volte superiore ai numeri comunicati nel corso del week end: il dato si è attestato tra il 5% e il 6%. Ci sono 89 persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero con 5 pazienti in terapia intensiva. Altre 11 classi in isolamento e 33 nuovi casi tra gli studenti

27 ottobre - 17:05

L'incidente è avvenuto questo pomeriggio, sul posto si sono portati i vigili del fuoco, i soccorsi sanitari e le forze dell'ordine

27 ottobre - 16:25

I medici sono preoccupati perché la situazione di sfuggire di mano. Ioppi: "Si è ritornati a contrapporre la salute all'economia, ma questi aspetti dovrebbero andare di pari passo. Non si devono ripetere gli errori di marzo e aprile: non si deve rincorrere la malattia ma anticipare i tempi. Le istituzioni ci sostengano, gli operatori sono sfiniti e ci sono anche gli altri pazienti da seguire"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato