Contenuto sponsorizzato

La stagione di Mori si avvia col botto: Lella Costa fa parlare le donne di Dante

Lo spettacolo scritto da Gabriele Vacis in scena sabato 20 novembre e interpretato da una vera "mattatrice" entra nella Divina Commedia con il punto di vista femminile. Il gioco dell'ironia e del divertimento non perde mai di vista l'espetto storico e si tiene alla larga dalla parodia. Ma c'è di che riflettere

Pubblicato il - 18 novembre 2021 - 18:10

MORI. Con "Intelletto d'amore. Dante e le donne"Lella Costa inaugurerà sabato 20 novembre la Stagione di prosa del Comune di Mori, organizzata in collaborazione con il Coordinamento Teatrale Trentino. Appuntamento al Teatro Sociale G. Modena alle 20.45.

 

 Lo spettacolo, diretto da Gabriele Vacis e pensato in occasione delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, vedrà in scena l'attrice milanese nel dare voce e corpo ai personaggi femminili della Divina Commedia. Nella divina commedia i personaggi femminili non sono molti. Ma quelli che ci sono, sono determinanti. Basti dire che ad accompagnare Dante nel paradiso è una donna: Beatrice. Scelta coraggiosa, perché la donna, in questo modo, assume un ruolo sacerdotale, guida spirituale che precede un uomo nel cammino verso la salvezza.

 

 Uno scandalo per il medioevo del sommo poeta. Ma anche oggi, in fondo. Il racconto scritto da Gabriele Vacis e Lella Costa sceglie alcune tra le donne di Dante e le fa parlare direttamente al pubblico, in modo confidenziale, da prospettive “insolite”. Naturalmente c’è Beatrice, ideale dell’amore puro del poeta, ma anche di tanta gente da settecento anni in qua. E poi c’è Francesca che finalmente ci spiegherà perché Dante l’ha mandata all’inferno insieme al suo Paolo. Ci sarà Taibe, la prostituta delle Malebolge, costretta ad annaspare nel letame per un motivo ben diverso da quella che è stata la sua “professione”. E Gemma Donati, la moglie del poeta, madre dei suoi figli, che spiegherà come si convive con l’ideale amoroso di tuo marito, se non sei tu.

 

 La narrazione delle protagoniste della vita artistica e privata del poeta si muove tra gioco e ironia, tenendosi sempre fedele al vero storico e alla larga dalla parodia.

Ecco una delle tante recensioni positive dello spettacolo. "E’ anche un commento critico, quello di “Intelletto d’amore”, nel solco dell’interiorizzazione dell’opera, vero modo per farla propria e amarla. E la critica va a toccare il diciottesimo canto dell’inferno, dove, a torto, Dante condanna nelle Malebolge Taide, la cortigiana di una commedia di Terenzio, cui Lella Costa dà voce e riscatto, esaltandone il senso di giustizia e la positività. Non può mancare Beatrice, personaggio sfocato e interpretato con una svagatezza svampita. E’ lei la donna della mente di Dante, l’amore che ha segnato per lui il passaggio dall’infanzia alla prima giovinezza. E’ lo stesso passaggio dipinto da Conrad ne “La linea d’ombra”: “E il tempo pure va avanti, finché ci si scorge di fronte una linea d’ombra che ci avverte di dover lasciare alle spalle anche la regione della prima gioventù”. Ed è con un messaggio d’amore che Beatrice, sì svampita, ma anche guida, invita a non dimenticare questo momento incantevole e definitivo, o, a dirla con Dante, secondo un’esegesi decisamente umanizzata, a “drizzare gli occhi al primo amore”.

 

 Una vera signora del teatro, Lella Costa, a suo agio con i versi più alti della poesia, con le digressioni decisamente divertenti e con le ipotesi interpretative ardite. Forse il rischio è talvolta una certa banalizzazione degli argomenti, ma è controbilanciato da un’interpretazione eccellente, capace di divertire per un’ora e mezza e di conquistare il pubblico del tutto esaurito".

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 23 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
16 gennaio - 20:14
Trovati 1.767 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Sono 148 i pazienti in ospedale. Sono 144 le classi scolastiche in isolamento
Cronaca
16 gennaio - 18:54
Complicata l'operazione di recupero del rottame, i vigili del fuoco e i tecnici valutano come intervenire nelle prossime ore. Il conducente [...]
Cronaca
16 gennaio - 17:01
Il pilota ed ex ambasciatore di Trentino Marketing ha spiegato che quando ha detto la frase ''ho preso il Covid apposta per poter essere in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato