Contenuto sponsorizzato

Dalla mitologia alle donne del presente

Parte giovedì 25 allo Zandonai di Rovereto la rassegna promossa dal Comune e dal Coordinamento Teatrale Trentino che offre il palco alle produzioni di alcune tra le più qualitative compagnie professionali del Trentino. Si inizia con "Pandora, non aprire quella porta" di Multiversoteatro che accompagnerà il pubblico alla scoperta di personaggi e storie sempre più attuali. Nel vivo anche le stagioni che il Coordinamento ha organizzato in Fiemme, Lavis e Riva del Garda

Pubblicato il - 23 novembre 2021 - 17:20

ROVERETO. Sarà lo spettacolo di Multiversoteatro dal titolo "Pandora non aprire quel vaso!" a inaugurare giovedì 25 novembre al Teatro Zandonai di Rovereto la nuova rassegna teatrale "Scenario Trentino". Voluta dal Comune di Rovereto insieme al Coordinamento Teatrale Trentino, la rassegna Scenario Trentino intende creare uno spazio comune nel teatro della città dedicato alle compagnie teatrali e ad attori, registi e drammaturghi del Trentino.

 

 Faranno parte di Scenario Trentino le produzioni più recenti della scena contemporanea locale, ad alcune delle quali la pandemia ha impedito lo scorso anno debutti già programmati o la possibilità di completare la rappresentazione dello spettacolo. Dal 25 novembre, Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne che sarà celebrata con il primo degli appuntamenti in programma, fino al 16 marzo, si susseguiranno sul palcoscenico del Teatro Zandonai otto spettacoli di altrettante realtà professionali, artisti e artiste del territorio.

 Un pensiero inclusivo andrà anche alle famiglie, con la proposta di un grande classico del Natale destinato ai bambini e alle bambine, e alle scuole, che potranno assistere ad alcuni degli spettacoli in programma. Dopo Pandora non aprire quel vaso! saranno presentati gli spettacoli ""Bunker. Un’ombra su cui porre luce" di Collettivo Clochart/Progetto Psychaché, "Jacques e il suo padrone" di Emit Flesti, "Il famoso canto di Natale" de I Teatri Soffiati, "La grande nevicata dell’85" di Arditodesìo, "Left(L)over " di Scenari improvvisi/La Petite Mort Teatro/Evoè!Teatro, "La finestra/Das Fenster" di Sagapò Teatro/Collettivo Soma e "Segantini. Paesaggi di luce" di AriaTeatro.

 Giovedì 25 novembre alle 20.30 si apre con la nuova produzione di Multiversoteatro "Pandora non aprire quel vaso!", tratto da Mitiche. Storie di donne della mitologia greca di Giulia Caminito (La nuova frontiera, 2020), con Benedetta Conte e Michela Embrìaco a dare voce e corpo a Pandora, Penelope, Aracne, Arianna e Medea, che accompagneranno il pubblico “nelle storie di loro bambine, per mare, nei palazzi, nelle stanze più nascoste”.

 Lo spettacolo, diretto dalla stessa Michela Embrìaco, è curato nella scenografia e nei costumi da Giusi Campisi, mentre la partitura luci è di Mariano De Tassis e la musica originale di Carlo Casillo. Pandora, la prima donna che Zeus regala agli uomini per punirli della colpa di Prometeo non è solo colei che ha portato la sventura nel mondo, ma la ragazza che vuole conoscere e che riesce a trovare, sul fondo del peggiore dei vasi, un dono più prezioso dell’immortalità.

 Aracne, la giovane donna che con tracotanza sfidò la dea Atena e venne punita, altri non era che una fanciulla che aveva un talento in cui credeva.
Lo spettacolo dà voce a queste donne mitiche che prendono corpo dallo spessore di una narrazione che le rende vive e attuali.

 

 In queste donne, ragazze, maghe, streghe possiamo rispecchiarci, vedere l’origine di molti volti del femminile e degli stereotipi nei quali queste figure sono rimaste imprigionate per secoli.

 

Sempre il 25 novembre, aprirà il sipario la Stagione teatrale di Fiemme, che unisce i comuni di Cavalese, Predazzo, Tesero e Ville di Fiemme, con lo spettacolo Segantini. Paesaggi di luce, in programma al teatro comunale di Tesero. Anche il comune di Lavis si prepara a inaugurare la nuova stagione teatrale. Lo farà sabato 27 novembre con lo spettacolo Guerriera, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, all’auditorium comunale.

Il 27 novembre inizierà inoltre la programmazione del comune di Nago-Torbole, anche in questo caso con un pensiero alla Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: sul palco del Teatro Casa della Comunità di Nago si terrà il concerto Carlo Colombo canta la donna.

 

 Proseguono nel frattempo le stagioni di Riva del Garda e Pergine ValsuganaSegantini. Paesaggi di luce è andato in scena  martedì  al Palazzo dei Congressi di Riva, mentre Lella Costa approderà al teatro comunale di Pergine Valsugana venerdì 26 novembre con lo spettacolo Intelletto d’amore. Dante e le donne.

Ampio spazio verrà dato nel fine settimana al teatro per bambini/e e ragazzi/e

Trento è in programma la doppia replica sabato 27 e domenica 28 di Pulcetta dal naso rosso, al teatro Cuminetti nell’ambito della rassegna Anch’io a teatro con mamma e papà organizzata con il Centro Servizi Colturali S. Chiara proposte di Trento.
Al teatro G. Modena di Mori, domenica pomeriggio si terrà infine lo spettacolo Che forma hanno le nuvole.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 23 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
16 gennaio - 20:14
Trovati 1.767 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Sono 148 i pazienti in ospedale. Sono 144 le classi scolastiche in isolamento
Cronaca
16 gennaio - 18:54
Complicata l'operazione di recupero del rottame, i vigili del fuoco e i tecnici valutano come intervenire nelle prossime ore. Il conducente [...]
Cronaca
16 gennaio - 17:01
Il pilota ed ex ambasciatore di Trentino Marketing ha spiegato che quando ha detto la frase ''ho preso il Covid apposta per poter essere in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato