Contenuto sponsorizzato

Violenza sulle donne, parole e musica per rompere il silenzio, ecco gli spettacoli in programma

Il 24 novembre alla sala Dematté di Ravina l'enemble Barabàn mette in scena "Voce al silenzio". Dalla 27 novembre al via la rassegna teatrale "Chi è di scena?" promossa dalla commissione provinciale pari opportunità. Gli organizzatori: "Vogliamo ribadire la centralità del fare educazione e del fare cultura contro la violenza sulle donne. Si ripristino i corsi sull’educazione di genere nelle scuole"

Di S.M. - 23 novembre 2023 - 16:57

TRENTO. Spezzare il silenzio sulla violenza e dare voce a tutte le donne. Si intitola “Voce al silenzio” lo spettacolo che verrà messo in scena venerdì 24 novembre, alla vigilia della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, a Ravina. L'iniziativa è promossa dalla Cgil e dallo Spi (il sindacato pensionati) del Trentino. L'appuntamento è alle 17,30 nella sala polivalente Dematté.

 

Sul palco saliranno musicisti, cantanti e narratori dell'ensemble Barabàn, che daranno vita ad una performance che intreccia brani della tradizione popolare, canzoni di Fabrizio De André, poesie di Alda Merini e letture tratte da testi di Concita De Gregorio, Serena Dandini, Dacia Maraini e Riccardo Iacona. I Barabàn sono tra i più rappresentativi gruppi della musica popolare italiana e da sempre si contraddistinguono per l’attenzione ai temi sociali e civili.

Con questa iniziativa vogliamo ribadire la centralità del fare educazione e del fare cultura contro la violenza sulle donne, nel rispetto delle differenze e per superare una visione patriarcale incentrata sull’idea di possesso – sottolinea Claudia Loro, segretaria provinciale dello Spi Cgil. - Oggi si torna a parlare di educazione di genere nelle scuole. Il Trentino aveva conquistato questo importante strumento, ma la precedente Giunta Fugatti ha deciso di abolirlo. Si ripristino i corsi sull’educazione di genere nelle scuole se veramente si vogliono mettere in campo azioni concrete”.

 

Sulla stessa linea anche la responsabile delle politiche di genere per la Cgil del Trentino, Manuela Faggioni. “Dobbiamo mettere in atto iniziative che vadano oltre l’indignazione e lo sconcerto che tutti proviamo dopo un femminicidio. Le parole da sole non bastano più, serve sostenere le donne ad uscire da una condizione di abuso e violenza prima che sia troppo tardi e serve, soprattutto, educare gli uomini al rispetto, ad una cultura nuova fondata sulla reale parità tra i generi”.

 

L'iniziativa del sindacato si inserisce in una serie di appuntamenti culturali organizzati in Trentino nell'ambito della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.

 

La commissione provinciale pari opportunità promuove una rassegna teatrale sui temi della parità e del rispetto dal titolo “Chi è di scena?” e che si articola in tre appuntamenti in scena al teatro di Villazzano.

 

Il primo è in calendario lunedì 27 novembre alle 20.00: “Follow the queens”, per la regia di Maura Pettorruso, con la Compagnia “Rifiuti speciali”. Lo spettacolo è stato scelto per ricordare quattro figure femminili di rilievo, simbolo di determinazione e coraggio, per far emergere il contributo che le donne hanno dato alla storia, all’arte, alla politica e alla società.

Il secondo appuntamento è per mercoledì 29 novembre alle 20.00 con lo spettacolo “Tutto quello che volevo. Storia di una sentenza” di e con Cinzia Spanò. A partire da fatti di cronaca realmente accaduti, mette in luce come spesso i media adottino  una narrazione che fa leva prevalentemente sugli stereotipi di genere.

Il terzo e ultimo spettacolo in calendario è per domenica 10 dicembre alle 17.00: si intitola "Famiglia Don Chisciotte”, per la regia di Federico Vivaldi, con la compagnia "Elementare Teatro" .  Anche attraverso la magia del teatro possiamo far comprendere ai giovanissimi  che anche gli uomini possono e devono prendersi cura dei più piccoli con affetto, attenzione e abnegazione, al pari delle donne, uscendo fuori dallo stereotipo che vede solo queste ultime responsabili del lavoro di cura.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 febbraio - 19:02
Le parole del vice-presidente della Comunità del Garda, Filippo Gavazzoni, mentre il Benaco raggiunge il livello di altezza idrometrica nel Garda [...]
Cronaca
28 febbraio - 20:18
Complicatissimo l'intervento dei vigili del fuoco di Madonna di Campiglio, considerato che la vettura si trovava su terreno innevato e in bilico [...]
Cronaca
28 febbraio - 19:19
Una buca di circa 40 centimetri di diametro si è aperta improvvisamente quest'oggi: la piccola rottura nell'asfalto è dovuta [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato