Contenuto sponsorizzato

Al via la Stagione di Operetta del Centro S. Chiara con ''Una notte a Venezia'' di Johann Strauss

Torna la Stagione di Operetta, che si apre al Teatro Sociale con il genio compositivo di Johann Strauss. Sul palco la Compagnia Teatro Musica Novecento e l’Ensemble Vocale Continuum

Pubblicato il - 05 aprile 2022 - 19:24

TRENTO. All’interno dell’offerta del Centro servizi culturali S. Chiara, torna la nuova Stagione di Operetta, che giovedì 7 aprile (ore 20.30) ospiterà al Teatro Sociale di Trento “Una notte a Venezia”, opera di Johann Strauss su libretto di Camillo Walzel e Richard Genée, portata sul palco dalla Compagnia Teatro Musica Novecento, con la presenza dell’Orchestra Cantieri d’Arte diretta dal maestro Stefano Giaroli e dell’Ensemble Vocale Continuum diretto dal Maestro Luigi Azzolini, per la regia di Alessandro Brachetti.

 

Capolavoro dell’operetta viennese per la smagliante ricchezza dell’invenzione musicale, Una notte a Venezia (Eine Nacht in Venedig) è operetta di rara esecuzione soprattutto in Italia, perché il suo grandioso apparato “pittoresco” mette in scena una Venezia vista con gli occhi e le convenzioni dei viennesi dell’ottocento, esaltate dalla grande inventiva del Re del Valzer. Arie, duetti, ensemble di straordinaria bellezza attraversano questa Venezia di fantasia, solare e lunare, vista attraverso l’eleganza formale viennese, in cui, sullo sfondo pittoresco e carnascialesco della città, tutti sono felicemente coinvolti: tutti in maschera al grande ballo degli equivoci e dei travestimenti intorno alle brame galanti di un ricco libertino in viaggio di piacere.

 

Dall’incanto della partitura affiorano pagine di indimenticabile bellezza e sensualità: come l’allegretto d’entrata del Duca, come la canzone del gondoliere o (intrise di sorrisi, di sensualità, di leggerezza) come i finali d’atto o il quartetto “Ninanana, ninanana”.

Specialista assoluta dell’Operetta con i suoi meccanismi comico-musicali, la Compagnia Teatro Musica Novecento vanta con la sua lunga stabilità un’esperienza eccezionale in campo nazionale, grazie sia alle qualità musicali (con l’orchestra  live “in sala” diretta dal M° Stefano Giaroli ed un valente e versatile cast vocale) sia per la smagliante messinscena di Alessandro Brachetti, per i sempre freschi allestimenti, per la brillantezza del corpo di ballo, la professionalità dell’assieme, l’efficienza collaudata da centinaia di successi nel panorama italiano dello spettacolo.  

 

Il secondo e ultimo appuntamento della Stagione è in programma il 28 maggio, sempre al Teatro Sociale, con un altro capolavoro di Johann Strauss: “Sul bel Danubio Blu”.

 

Biglietti disponibili a un prezzo tra i 10 e i 24 euro (riduzioni previste per Under 26 e universitari), acquistabili sulla piattaforma del Centro servizi culturali Santa Chiara (Qui info) e alla biglietteria del Teatro Auditorium (lunedì-sabato: 10-13, 15-19).

 

Si ricorda che per accedere all’evento è obbligatorio essere muniti del Green Pass rafforzato e indossare mascherine di tipo Ffp2. La richiesta di certificazione verde non verrà applicata ai minori di 12 anni o agli esenti dalla campagna vaccinale. La certificazione verrà controllata dal personale addetto al momento dell’ingresso. In caso di indisponibilità del Green pass rafforzato non sarà possibile accedere agli eventi.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 23 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
25 giugno - 18:21
Dopo la tragedia in autostrada costata la vita alla 31enne infermiera sono stati tantissimi i messaggi di cordoglio alla famiglia. Il fratello [...]
Politica
25 giugno - 17:35
Il presidente Fugatti ha detto che ''il ministro qui in Val di Non è venuto a visitare le strutture e a conoscere da vicino i progetti che le [...]
Cronaca
25 giugno - 15:46
Il bambino avrebbe ingerito qualcosa che gli sarebbe poi andato di traverso, per questo rischiava di morire soffocato: rianimato da un carabiniere [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato