Contenuto sponsorizzato

Dai Beatles ai Queen, da Adele alle Space Girls e i grandi classici: quattro appuntamenti tra Trentino, Alto Adige e Toscana diretti dal maestro trentino Arnoldo

Quattro appuntamenti tra Trentino Alto Adige e Toscana tra le musiche pop e i grandi classici nelle prossime due settimane per le formazioni diretti dal maestro trentino Alessandro Arnoldo

Il maestro Alessandro Arnoldo - foto di Davide Giarolli
Pubblicato il - 17 giugno 2022 - 19:15

TRENTO. Due settimane ricche di varietà e stili musicali per la bacchetta del maestro trentino Alessandro Arnoldo. Quattro appuntamenti tra Trentino Alto Adige e Toscana tra le musiche pop e i grandi classici.

 

Il primo appuntamento, più leggero, dal titolo Singing Aperitivo (21 giugno), lo vedrà impegnato nella direzione del coro laboratorio The Sound of Science, composto da ricercatori e ricercatrici del centro internazionale Eurac Research di Bolzano, unica sede dell’Università delle Nazioni unite in Italia.

 

La formazione, composta da una ventina di persone provenienti da Inghilterra, Germania, Brasile e da tutta Italia, presenterà un programma interamente dedicato al mondo del Pop passando dai Beatles ai Queen, da Adele ai Coldplay, dai Pentatonix alle Spice Girls con un’unica eccezione per il brano Come Ye Sons of Art di Henry Purcell, scritto per il compleanno della Regina Maria II d'Inghilterra.

 

Nell’ambito della 51esima edizione del Festival Regionale di Musica Sacra di Trento e Bolzano e in collaborazione con la 39esima edizione delle Feste Vigiliane di Trento e la 31esima edizione del Festival Internazionale di Musica Sacra di Pordenone, il 25 giugno alla Chiesa del Seminario Maggiore di Trento il maestro trentino dirigerà un concerto di musica sacra.

 

Il programma affianca la prima esecuzione di un brano, commissionato dal Festival al giovane compositore trentino Alessandro Loro (per voce recitante, coro e pianoforte a quattro mani su testi di Padre Davide Maria Turoldo), alla famosa Lauda per la natività del Signore di Ottorino Respighi. Importante pagina della metà del ‘900 italiano, scritta per tre voci soliste, coro, strumenti pastorali e pianoforte a quattro mani. Ad interpretare le due imponenti partiture, tre giovani solisti ucraini, attualmente allievi del Conservatorio Bonporti di Trento, insieme ai pianisti Lucrezia Slomp e Antonio Maria Fracchetti, all’Ensemble vocale Ottava Nota (direttore Salvatore La Rosa) e all’Ensemble strumentale Ad maiora, composto da giovani diplomati e diplomandi dei conservatori di Trento e Bolzano. 

 

A seguire, due appuntamenti fuori porta alla guida de Gli Archi d'Orfeo, un nucleo d’archi agile e stabile creato la scorsa estate per la circuitazione concertistica, per dare la possibilità a giovani strumentisti professionisti di riprendere l’attività musicale, fortemente penalizzata in questi anni di pandemia.

 

La formazione si sposterà in Toscana, per due concerti nell’ambito del Valdarno Piano Festival, in collaborazione e con il sostegno dell’Accademia musicale Valdarnese. Il 30 giugno nella Chiesa dell’Annunziata di San Giovanni Valdarno e l’1 luglio nella storica Pieve di San Romolo a Gaville (ricordata da Dante nel canto XXV dell’Inferno) gli archi accompagneranno tre pianisti (Lucrezia Slomp, Gabriele Cerofolini e Lorenzo Reho), allievi del maestro Andrea Turini, sulle note di tre grandi pagine del repertorio pianistico: il Concerto in La maggiore Bwv 1055 di Johann Sebastian Bach, il Concerto in do minore n.3 di Ludwig van Beethoven e il Concerto in mi minore n.1 di Frederic Chopin.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 5 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 July - 21:00
Le attività sono previste nell'area del Gran Vernel, zona che in queste ore ha restituito i resti di due alpinisti travolti dalla valanga di [...]
Montagna
06 July - 17:10
Troppe polemiche dopo la tragedia della Marmolada, l’appello del soccorso alpino: “Cerchiamo tutti di imparare da questo grande dolore e dalla [...]
Cronaca
06 July - 17:45
Il Cai Alto Adige esprime la propria vicinanza alle vittime dei famigliari e delle persone ancora disperse dopo il tragico avvenimento avvenuto [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato