Contenuto sponsorizzato

"Sarà come amarsi in un locale al buio", arrivano i Baustelle con il loro "Intimo sexy. Elvis a teatro 2024"

La band toscana sarà protagonista di un live "elettrico e confidenziale", sul palcoscenico dell'Auditorium Santa Chiara i loro grandi successi e le canzoni dell'ultimo disco "Elvis"

Di F.Os. - 11 aprile 2024 - 15:11

TRENTO. C'è grande attesa per il concerto dei Baustelle in programma domani sera, venerdì 12 aprile, alle 21 a Trento in un Auditorium Santa Chiara tutto esaurito da giorni: l'iconica band toscana - formata da Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi e Claudio Brasini e protagonista assoluta della scena rock italiana degli ultimi vent'anni – salirà sul palcoscenico per la quarta tappa del tour "Intimo Sexy! Elvis a teatro 2024".

 

"Ebbene sì, torniamo sul palco! 
Portiamo Elvis in teatro. Sarà l’occasione per vestire di abiti nuovi le canzoni di oggi e quelle di ieri. Sarà come amarsi in un locale al buio. Come baciarsi sul velluto o ballare un lento sulla moquette. Sarà elettrico e confidenziale, nightclub e confessionale. Intimo, bagnato e scuro. Venite, perché solo atti impuri saranno, unici e irripetibili".

 

Queste le parole scelte dal gruppo per presentare il tour che arriva dopo numerose date che hanno infiammato i principali club italiani e che vedrà Bianconi & co tornare sul palcoscenico in una veste più che mai provocatoria e che loro stessi definiscono "immorale e impossibile": centrali saranno i brani della loro ultimo disco "Elvis" - uscito nel 2023, cinque anni dopo il precedente, e che segna un ritorno ad un sound decisamente rock, dopo dopo i due "volumi" di "L'amore e la violenza" caratterizzati da una decisa virata sinth pop – ma anche i brani storici del gruppo che si vestiranno di una particolare aura "elettrica e confidenziale".

 

Parlando proprio dell'ultima uscita discografica, che a partire dal titolo sembra rimandare direttamente all'immaginario rock americano, il trio di Montepulciano racconta in un'intervista all'Ansa come l'unico modo per tornare – dopo una pausa di riflessione in cui Francesco Bianconi Rachele Bastreghi si erano dedicati anche ad apprezzate esperienze artistiche da solisti – fosse "ripartire da zero e vivere il gruppo, rifondandolo e andando verso una nuova forma di espressione, che però fosse in linea con il nostro passato".

 

E il filo rosso che si è venuto a creare sembra effettivamente riannodarsi - con brani cardinali come "Milano è la metafora dell'amore", "Andiamo ai rave" o "Contro il mondo" – al grande successo del disco "Amen", datato 2008 e dalle marcate atmosfere rock e in cui spicca l'iconica, e decisamente immortale, "Charlie fa surf".

 

Insomma, tra passato e presente, ma con uno sguardo diretto al futuro, i Baustelle sono tornati (ora anche in teatro), e sono pronti a continuare a regalare al pubblico vorticose emozioni, e a librarsi nel loro universo poetico di musica e parole.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
17 maggio - 20:36
Dalle parole e gli insulti la situazione è degenerata rapidamente quando la ragazza del più giovane avrebbe estratto il telefono per filmare [...]
Montagna
17 maggio - 17:04
L'obiettivo è ambizioso: conquistare e assegnare un nome a due vette inesplorate (superiori a 5.000 metri di altezza) della Cordillera Real in [...]
Cronaca
17 maggio - 18:48
L'allarme è scattato nelle prime ore di questo pomeriggio, l'anziana è scivolata probabilmente a causa del terreno reso scivoloso dalla pioggia
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato