Contenuto sponsorizzato

Addio Ottica Gecele, lo storico negozio trentino venduto al Gruppo Luxottica

Nato nel 1947 il negozio di via delle Orne era un punto di riferimento per tutti i trentini in materia di occhiali. Al suo posto arriverà il colosso del settore

Pubblicato il - 17 giugno 2018 - 20:10

TRENTO. Sempre di occhiali si parla ma, dopo 71 anni Trento perde uno dei suoi negozi storici: quell'Ottica Gecele che dal 1947 è presente in via delle Orne, in pieno centro storico, e che ha rappresentato, dal dopoguerra ad oggi, un punto di riferimento imprescindibile per ogni trentino che, per una ragione o per l'altra, ha avuto bisogno di un paio di occhiali.

 

Al suo posto, come dicevamo, arriveranno altri occhiali ma non saranno più gestiti dalla famiglia Gecele bensì dal leader assoluto del settore: Leonardo Del Vecchio. E' stata proprio la Luxottica, infatti, ad acquistare tramite un'altra società controllata l'azienda trentina. Ed è così che in via delle Orne sbarcherà quella che è a tutti gli effetti la più grande produttrice e venditrice mondiale di occhiali e lenti con i suoi 82.282 dipendenti e gli oltre 8.000 negozi

 

La storia di Ottica Gecele Trento affonda le sue radici a Pieve Tesino paese natale di Fabio Gecele capostipite della famiglia che, arrivato a Trento, nel 1947 ha aperto prima uno studio fotografico e poi un negozio di occhiali proprio in via delle Orne. Negli anni si sono succedute ben tre generazioni alla guida dell'azienda, le quali hanno scritto una grande pagina del commercio in Trentino. Secondo quanto riporta l'Adige la vendita sarebbe costata 3,77 milioni di euro e i due proprietari, Paolo Gecele ed Elena Gecele avrebbero già lasciato la carica di presidente e consigliere dell'azienda.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.47 del 13 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 dicembre - 05:01

La prorettrice di Unitn Barbara Poggio: “Le ricerche dimostrano che aumentare i servizi e ridurre i costi degli stessi funzionano meglio degli aiuti economici diretti”. La misura non piace nemmeno ai sindacati: “Le persone decidono di farsi una famiglia se hanno un buon lavoro non per delle vaghe promesse propagandistiche”

14 dicembre - 19:05

Il 14 dicembre dello scorso anno Antonio Megalizzi 29 anni, giornalista, è stato ucciso da un proiettile esploso a Strasburgo, tre giorni prima, in un mercatino di Natale, da un terrorista. Oggi tante iniziative per ricordarlo. In radio una maratona per Antonio e l'amico Bartosz

14 dicembre - 19:51

Si tratta di un uomo di 53 anni di Zambana. Faceva parte di un gruppo di tre persone. I soccorritori sono riusciti ad individuarlo e dopo averlo estratto da sotto la neve, in stato iniziale di ipotermia, è stato trasportato a Merano

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato