Contenuto sponsorizzato

Space3-Aquafil, fusione e piazza Affari in vista. I sindacati: "Aspettiamo il piano industriale"

Aquafil e Space3 hanno inviato una raccomandata per confermare che le posizioni dei lavoratori non cambieranno. Operazione che si dovrebbe chiudere non prima del 31 ottobre

Di Luca Andreazza - 12 agosto 2017 - 06:51

ARCO. Tutto pronto o quasi per la fusione tra Space3 e Aquafil. E' infatti in corso l'operazione di integrazione societaria tra le due realtà finalizzata alla quotazione in borsa. Le società comunicano inoltre che i rapporti di lavoro dei dipendenti di Aquafil proseguiranno senza soluzione di continuità con la cessionaria, cioè con Space3. 

 

In sostanza, insegna a parte, non dovrebbe cambiare nulla per i 569 dipendenti, 22 dei quali dirigenti, e Space3, che non occupa alcun lavoratore, dovrebbe continuare ad applicare i trattamenti economici e normativi previsti tra il contratto nazionale per gli addetti all'industria delle fibre chimiche e quello per dirigenti industria, oltre ai diversi accordi integrativi aziendali vigenti. Nessun cambiamento anche a livello logistico, in quanto lo stabilimento resta ad Arco. 

 

La raccomandata però non lascia del tutto tranquilli i sindacati, Mario Cerutti (segretario Filctem Cgil), Ivana Dal Forno (segretaria Femca Cisl) e Alan Tancredi (segretario Uiltec Uil), che hanno immediatamente scritto ad Aquafil per fissare un incontro, altrettanto rapidamente accordato per il prossimo 16 agosto.

 

"Certo - afferma Tancredi - questo non è il miglior metodo dal punto di vista dei rapporti sindacali e avremmo preferito incontrarci prima, ma probabilmente questo non interessa tanto l'azienda. Non disponiamo ancora di tutti gli elementi per commentare in modo chiaro la vicenda e nel corso dell'incontro cercheremo di approfondire tutti gli aspetti per non farci sorprendere dall'entrata in borsa della società trentina. Aspettiamo che ci venga illustrato un piano industriale".

 

L'operazione di integrazione prepara il terreno allo sbarco in quel di piazza Affari per la quotazione sul mercato telematico segmento Star e il perfezionamento della fusione è previsto non prima del prossimo 31 ottobre.

 

L'accordo siglato in giugno prevede l'acquisizione attraverso Space3 del 24% del capitale di Aquafil per 108 milioni di euro e la fusione sulla valutazione di 450 milioni di euro, mentre Space3 dovrebbe essere quotata sul segmento Start (flottante intorno al 37%) e beneficiare di nuove risorse finanziare fino a 45 milioni di euro.

 

Questi programmi e iniziative sono inoltre ritenute strategiche per implementare il business, sviluppare nuovi mercati, rafforzare le diverse quote di mercato e crescere ulteriormente in settori storici di Aquafil.

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 23 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
16 gennaio - 17:17
Sono stati analizzati 10.629 tamponi tra molecolari e antigenici. Registrati 1.767 positivi e 0 decessi. Ci sono 148 persone in ospedale di [...]
Cronaca
16 gennaio - 17:01
Il pilota ed ex ambasciatore di Trentino Marketing ha spiegato che quando ha detto la frase ''ho preso il Covid apposta per poter essere in [...]
Cronaca
15 gennaio - 16:58
Da anni Cibo, questo lo pseudonimo del writer veronese Pier Paolo Spinazzè, ricopre svastiche e simboli di apologia del fascismo con dolci, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato