Contenuto sponsorizzato

L'Alpe Cimbra festeggia la riapertura degli impianti dopo 20 mesi di blocco: ''Oltre 3 mila stagionali venduti e 100 mila passaggi nel primo week end''

La società impianti FolgariaSki: "Contiamo di completare la preparazione di tutte le piste e di attivare tutti i tracciati del Centro fondo di passo Coe con la nevicata prevista nelle prossime ore. Un ringraziamento ai collaboratori che si sono prodigati 24 ore su 24 per innevare la quasi totalità dei tracciati e garantire ottimi servizi"

Pubblicato il - 07 dicembre 2021 - 13:39

FOLGARIA. "Più di 100 mila passaggi e oltre 3 mila skipass stagionali già venduti nel primo fine settimana di apertura". Questo il bilancio tracciato da FolgariaSki per il week end di piste aperte sull'Alpe Cimbra. "Stiamo lavorando e, da mercoledì 8 dicembre, saranno aperti tutti gli impianti della ski area".

 

E' attesa per mercoledì 8 dicembre un'importante nevicata. "Contiamo così di completare la preparazione di tutte le piste e di attivare tutti i tracciati del Centro fondo di passo Coe", spiega Denis Rech, presidente di FolgariaSki. "C'è stata tanta voglia di ripartire dopo quasi 20 mesi di stop forzato a causa dell'emergenza Covid. Gli sciatori hanno approfittato del primo week end per raggiungere le nostre località".

 

C'è quindi grande fiducia e molta soddisfazione per la ripartenza. "Già dal primo mattino del sabato - aggiunge Alessandro Casti, amministratore delegato di FolgariaSki - abbiamo capito che sarebbe stata una buona giornata. I parcheggi si sono riempiti rapidamente e, da Fondo piccolo a tutta l'area dell'Alpe di passo Coe, il movimento era importante. Per evitare assembramenti, con la società abbiamo ritenuto opportuno anticipare alcune assunzioni di cassieri stagionali, che hanno consentito di smistare le persone facendole accedere a più punti di acquisto skipass. Hanno funzionato bene anche le nuove casse automatiche e la piattaforma online".

 

Sono tante le iniziative previste in questo inverno ancora caratterizzato dall'emergenza Covid e il primo week end sulla neve segna un punto di ripartenza per l'intero settore (Qui articolo). "Un ringraziamento particolare mi sento di farlo a nome della società a tutti i nostri collaboratori e collaboratrici che, nell'arco di una settimana, si sono prodigati ventiquattro ore su ventiquattro per innevare e battere alla perfezione la quasi totalità delle piste e preparare tutti gli impianti della ski area, garantendo un ottimo servizio a chi ci ha scelto per trascorrere la sua giornata sugli sci. Con l'aiuto di qualche altra giornata fredda e della prevista perturbazione nevosa, contiamo di aprire completamente i 100 chilometri di piste della skiarea per la settimana in corso", conclude Casti.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 27 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 gennaio - 16:50
Sono stati trovati 1.586 positivi a fronte di 11.365 tamponi. E' stato registrato 1 decesso nelle ultime 24 ore. Cala il numero delle classi in [...]
Ricerca e università
28 gennaio - 15:43
Entro il 2050 si potrebbe non sciare più su neve naturale a Cortina e Torino, così come in altre delle 21 località che ospitano i Giochi [...]
Cronaca
28 gennaio - 16:16
L'allerta è scattata all'area di servizio Paganella Ovest lungo l'Autostrada del Brennero. Tempestivo l'arrivo della macchina dei soccorsi per [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato