Contenuto sponsorizzato

Itas Mutua e Trentino Volley insieme per promuovere la previdenza complementare (VIDEO): ''Parlare di pensioni alle nuove generazioni è fondamentale''

La nuova campagna di comunicazione di Itas Mutua con protagonisti i giocatori e le giocatrici di Trentino Volley. Illustrati anche gli ultimi dati del fondo Plurifonds di Itas: 104 mila aderenti e oltre 1,1 miliardi di contributi versati

Pubblicato il - 01 dicembre 2022 - 17:18

TRENTO. Si rafforza l'alleanza tra Itas Mutua e Trentino Volley, i giocatori e le giocatrici della società di via Trener diventano protagonisti nella promozione della cultura previdenziale attraverso una specifica iniziativa di comunicazione realizzata dalla compagnia assicuratrice per il proprio fondo pensione Plurifonds.

 

"Aderiamo a questo progetto territoriale - commenta Fabrizio Lorenz, presidente Itas Vita - un'iniziativa nella quale il Trentino è stato precursore su un tema rilevante. Questa campagna si inserisce all'interno della storica collaborazione con Trentino Volley e rientra pienamente e in modo coerente nei valori della Mutua, quelli di tutelare le idee, i sogni e i progetti della comunità". 

 

Sono stati coinvolti i giocatori della prima squadra ma anche i ragazzi delle giovanili che hanno partecipato a un laboratorio formativo tenuto dai tecnici Itas, i quali hanno illustrato i benefici di aderire a un piano integrativo che possa accompagnarli anche al termine della loro attività professionistica.

 

"La popolarità dei giocatori coinvolti - aggiunge Lorenz - sarà poi fondamentale per fare informazione sulla problematica seria e reale della previdenza complementare. L’obiettivo è quello di sensibilizzare, soprattutto i giovani, sull’importanza di agire fin da subito, la tempestività è infatti fondamentale per garantirsi un futuro sereno".

La società Trentino Volley si è dimostrata particolarmente sensibile a questi temi, tanto che ha deciso di attivare alcune specifiche posizioni integrative per i propri giocatori.

 

"Abbiamo appoggiato fin da subito la proposta di Itas, i nostri ragazzi e le nostre ragazze si sono messi a disposizione per dare forma ad una nuova campagna promozionale. Quello che andremo a fare con Trentino Volley – commenta Bruno Da Re, presidente di Trentino Volley - è una novità nel nostro campo, la società infatti si impegnerà a versare una prima quota nel Fondo Pensione Plurifonds a nome dei propri giocatori. Questo vuole essere un gesto dal valore altamente simbolico, per far prendere coscienza ai ragazzi sull’importanza della previdenza complementare, un argomento del futuro che immaginiamo lontano, ma a cui però serve pensare oggi".

 

Nel dettaglio, la campagna di comunicazione che partirà nelle prossime settimane si compone di una serie di scatti che ritraggono i giocatori e le giocatrici durante fasi di gioco con un claim che sottolinea quanto il successo individuale sia un lavoro di squadra, da costruire giorno dopo giorno.

 

Lo stesso principio che sta alla base del meccanismo dei fondi pensionistici integrativi: una stretta collaborazione tra l'aderente e il proprio fondo, che va alimentata giorno dopo giorno e che, alla fine, garantisce un futuro più sereno a chi sceglie questa strada. E oggi più che mai è importante che questi messaggi siano colti soprattutto dalle nuove generazioni, quelle con il futuro più incerto sotto il profilo pensionistico, nella consapevolezza che prima si parte a pensare alla propria pensione integrativa, più facile sarà mantenere un livello di vita e di reddito stabile.

 

La campagna proseguirà anche con alcune creatività che coinvolgeranno il capitano della Trentino Volley Matej Kazijski oltre alle ragazze della Trentino Volley femminile.

 

La presentazione della campagna di comunicazione è stata anche l'occasione per illustrare gli ultimi dati, aggiornati ad ottobre 2022, del fondo pensione aperto Plurifonds di Itas Vita (società controllata di Itas Mutua specializzata in prodotti Vita).

 

Plurifonds è uno dei principali fondi pensionistici integrativi in Italia e rappresenta il fiore all’occhiello della proposta Itas in questo settore. Conta a oggi oltre 104.000 aderenti con una crescita nell’ultimo anno di circa 10 mila unità (+13%). Di questi circa il 40% (39.851 persone) risiede in Trentino Alto Adige. Il patrimonio gestito dal fondo supera il miliardo di euro (1,1 miliardi) con una crescita che sfiora il +15% rispetto al 2021.

 

Il collocamento del fondo avviene per il 30% tramite il canale agenziale e per il 70% circa attraverso il canale bancario. La distribuzione per fasce di età vede i maschi passare da 51.620 aderenti nel 2021 a 57.892 nel 2022, mentre le femmine passano da 40.798 a 46.540. La fascia di età maggiormente rappresentata è quella degli over 50 anni, ma il 2022 ha registrato un sensibile aumento degli aderenti anche tra i più giovani: tra i maschi sotto i 30 anni siamo passati da 11.546 del 2021 agli 13.607 del 2022. Tra le femmine la variazione è stata da 10.207 a 12.198.

 

"Il tempo è fondamentale, i pochi soldi accantonati oggi non sono persi o bloccati: questo strumento è flessibile e funzionale", aggiunge Lorenz, mentre Da Re conclude: "Questo fondo è una forma di benessere e di salvaguardia, un'ancora di salvezza per il futuro: crediamo in questo progetto".

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
29 gennaio - 05:01
Il punto sulle Olimpiadi in val di Fiemme. L'assessore Failoni: "I bandi entro l'estate per avere tutto il 2024 per completare i lavori e farsi [...]
Ambiente
28 gennaio - 20:19
Il vice presidente della Comunità del Garda ha commentato l'andamento dei livelli delle acque del lago dello scorso anno: "Sono state [...]
Politica
28 gennaio - 18:23
La presidente di Itea e candidata presidente della Provincia di Trento per Fratelli d'Italia è stata eletta nella Giunta esecutiva nazionale di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato