Contenuto sponsorizzato

Nove tecnici di assistenza sciistica ''certificati''. Per loro 172 ore di corso tra costruzione degli sci, messa a punto delle lamine e regolazione degli attacchi

Il corso base copre il periodo da settembre a dicembre, quello avanzato da settembre a novembre dell'anno successivo. In seguito i partecipanti devono mettere alla prova le loro conoscenze in un esame di certificazione pratico. L'obiettivo della formazione è quello di trasmettere competenze e abilità di cui i tecnici dell'assistenza sciistica hanno bisogno nel loro lavoro quotidiano

Pubblicato il - 29 novembre 2022 - 12:37

BOLZANO. Sono in nove i tecnici di assistenza sciistica ''certificati'' dal centro di formazione professionale di Brunico che offre da diversi anni un corso di base e uno di perfezionamento in tecnica sciistica. I partecipanti imparano i fondamenti di una buona preparazione tecnica. L'inquadramento normativo per il corso è la qualifica professionale "Tecnico di Assistenza sciistica", che descrive nel dettaglio le competenze apprese. Il corso è stato concepito alcuni anni fa in collaborazione tra il Bbz di Brunico e il Centro di coordinamento Formazione continua della Direzione provinciale Formazione professionale in lingua tedesca, con il coinvolgimento dell'esperto Ernst Messner e dell'associazione provinciale Confartigianato imprese - LVH.

 

Quest'anno sono otto uomini e una donna ad aver completato con successo la formazione e ad aver ricevuto la qualifica professionale presso il Centro di Formazione Professionale di Brunico. Il prossimo corso inizierà nell'autunno 2023: i partecipanti potranno essere addetti già impiegati nel settore, così come persone desiderose di dare una svolta alla loro carriera.

 

Il corso dura 172 ore. Tra gli istruttori c'è Roberto Moling, presidente del gruppo professionale dei Tecnici manutenzione articoli sportivi di Confartigianato. Nelle lezioni molto orientate alla pratica vengono impartite conoscenze tecniche complete: dalla costruzione degli sci alla messa a punto delle lamine, dalle tecniche di sciolinatura e affilatura alla regolazione degli attacchi fino al test finale, oltre a parecchio lavoro pratico con le varie attrezzature, i macchinari per il servizio di assistenza sciistica e i robot. Gli esperti tengono anche lezioni specifiche sulla sicurezza sul lavoro, sul rapporto con i clienti e sul tema della responsabilità.

 

Il corso base copre il periodo da settembre a dicembre, quello avanzato da settembre a novembre dell'anno successivo. In seguito i partecipanti devono mettere alla prova le loro conoscenze in un esame di certificazione pratico. L'obiettivo della formazione è quello di trasmettere competenze e abilità di cui i tecnici dell'assistenza sciistica hanno bisogno nel loro lavoro quotidiano.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
29 gennaio - 05:01
Il punto sulle Olimpiadi in val di Fiemme. L'assessore Failoni: "I bandi entro l'estate per avere tutto il 2024 per completare i lavori e farsi [...]
Ambiente
28 gennaio - 20:19
Il vice presidente della Comunità del Garda ha commentato l'andamento dei livelli delle acque del lago dello scorso anno: "Sono state [...]
Politica
28 gennaio - 18:23
La presidente di Itea e candidata presidente della Provincia di Trento per Fratelli d'Italia è stata eletta nella Giunta esecutiva nazionale di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato