Contenuto sponsorizzato

Addio a Franco Giacomoni: dalla Sat di Povo a quella provinciale dallo Sci Club Marzola al volontariato, 75 anni di impegno e passione per la montagna

Il presidente della Sosat Luciano Ferrari esprime il cordoglio della sezione operaia per la morte: ''La notizia giuntami questa mattina del decesso di Franco Giacomoni mi ha molto rattristato. Franco era un uomo di montagna con una personalità forte e con grandi passioni. Lui aveva fatto il sindacalista e in Sat crebbe la sensibilità ai temi dell'ambiente, in anni in cui si intuiva che bisogna cambiare prospettiva e stile di vita ed in montagna non inseguire modelli di sviluppo pericolosi''

Di Luca Pianesi - 09 dicembre 2023 - 16:02

TRENTO. Figura chiave dell'alpinismo trentino e legatissima alla collina di Trento e in particolare alla sua Povo, se ne è andato in queste ore Franco Giacomoni. Giacomoni era nato il 13 ottobre 1948 proprio a Povo e dalla moglie Daniela ha avuto due figlie. Iscritto alla Sat dal 1965 è stato presidente della Sezione di Povo da 1990 al 1998, poi presidente del Convegno Cai Trentino Alto Adige dal 1998 al 2003 e quindi presidente della Sat dall’aprile 2004.

 

Ha lavorato in ambiti sociali per una vita (sindacato - Agenzia del Lavoro - Provincia nel dipartimento politiche del lavoro) ed è stato un punto di riferimento, soprattutto in collina, per associazioni di volontariato, cooperative enti al servizio della comunità. E' stato co-fondatore dello Sci Club Marzola e poi anche consigliere d'amministrazione dell'Azienda Forestale Trento - Sopramonte. Una persona amata e ascoltata da tutti e capace di grandi prove di solidarietà e impegno.

 

Da sempre amante della montagna, sia d'estate che d'inverno (dove prediligeva lo sci da fondo) è stato tra i partecipanti della Prima Marcialonga della storia e poi grande appassionato di viaggi ed escursioni (dai ghiacciai delle Alpi a le montagne boliviane Huyana Potosì e Illimani, passando per il Perù con Nevado Ishinca, Pisco e Tocclaraju e ancora il Nepal e il Tibet con la Kora del Sacro Monte Kailash).

 

Il presidente della Sosat Luciano Ferrari esprime il cordoglio della sezione operaia per la morte: ''La notizia giuntami questa mattina del decesso di Franco Giacomoni mi ha molto rattristato. Voglio esprimere il cordoglio mio personale e della Sosat per la scomparsa di un uomo che ha lasciato nella storia della Sat il suo segno positivo. Franco era un uomo di montagna con una personalità forte e con grandi passioni. Quando nel 2004 arrivò alla presidenza della Sat centrale, dopo la lunga esperienza in quella di Povo, portò il suo carisma e la sua profonda conoscenza del tessuto sociale del Trentino. Lui aveva fatto il sindacalista e in Sat crebbe la sensibilità ai temi dell'ambiente, in anni in cui si intuiva che bisogna cambiare prospettiva e stile di vita ed in montagna non inseguire modelli di sviluppo pericolosi. Per molti anni Franco ha combattuto con grande forza di volontà contro la malattia, guardando sempre avanti e credendo nel futuro. Nella nostra sede di via Malpaga era presente spesso agli eventi istituzionali sia da presidente Sat, sia dopo. Ci univa la condivisione dell'amore per la montagna, del suo rispetto e salvaguardia, oltre che dell'alpinismo sociale''.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
03 marzo - 05:01
Dall'annuncio della premier Giorgia Meloni all'effettivo arrivo di Chico Forti in Italia potrebbero passare un paio di mesi. Ora la pratica è [...]
Cronaca
03 marzo - 01:10
Enorme il cordoglio della comunità per la scomparsa a soli 28 anni di Nicola Marchiori. E' morto per un tumore. Il sindaco: "Un momento triste, [...]
Cronaca
03 marzo - 07:25
E' successo a Marlengo, sulle cause dell'incendio sono in corso degli accertamenti 
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato