Contenuto sponsorizzato

Ripensare il turismo in montagna per fermare l'assalto alle terre alte, sui prati di malga Cere "una chiacchierata informale con Marco Albino Ferrari"

Un'iniziativa che, insieme ad altre, punta a creare a Malga Cere "un luogo di osservazione dedicato al turismo in montagna, per 'ripensarlo' guardando alla sostenibilità". Si partirà sabato 17 giugno con Pietro Lacasella e Marco Albino Ferrari che presenterà il suo nuovo libro, punto di partenza per una riflessione e chiacchierata informale che rifletterà sul concetto di limite, guardando alle terre alte

Di S.D.P. - 13 giugno 2023 - 18:54

TELVE. Ripensare il turismo in montagna alla luce dell'emergenza climatica e della fragilità di quei luoghi in cui sono incastonati punti d'approdo come i rifugi. Un'urgenza ma anche la volontà dei rifugisti Luigi Dall'Armellina e Dario Ferroni, che insieme al Cavallera di Gosaldo gestiscono Malga Cere, nel cuore del Lagorai. "Sabato 17 giugno faremo una chiacchierata sul prato con Marco Albino Ferrari e Pietro Lacasella, un evento informale per parlare di sostenibilità", anticipa Luigi a Il Dolomiti.

 

"In tutte e due le strutture da noi gestite puntiamo sulla sostenibilità, in ogni nostra scelta - esordisce il gestore di Malga Cere -. Il rispetto per l'ambiente diventa ancor più cruciale se si lavora in zone fragili come quelle in cui sono inserite le strutture in quota. Insieme a Luca Stefenelli, guida di media montagna (conosciuto come Montanamente) di Civezzano con cui collaboriamo da anni, abbiamo pensato di fare un passo in più, decidendo di proporre alcune iniziative a Malga Cere per sensibilizzare turisti ed escursionisti".

 

Un progetto che punta a creare a Malga Cere "un luogo di osservazione dedicato al turismo in montagna, nel quale discutere sul come in questo momento storico, e dal nostro punto di vista, dovrebbero essere gestiti i rifugi, o ancora come accogliere le persone o evitare gli sprechi, non soltanto puntando l'attenzione sull'ambiente ma proponendo anche ad esempio didattica o iniziative legate all'educazione ambientale e al paesaggio".

 

Si partirà sabato 17 giugno alle 15 con una chiacchierata informale sui prati che cingono la struttura in quota nel cuore del Lagorai, accanto a Pietro Lacasella e Marco Albino Ferrari, che presenterà il suo libro "Assalto alle Alpi". "Si tratterà di un dialogo a più voci a partire dal libro – prosegue Luigi -. Rifletteremo sul concetto di limite per contribuire a ripensare il turismo in montagna, affinché possa diventare davvero sostenibile per l'ambiente. Malga Cere si trova in un punto marginale, non molto frequentato: ciononostante in questi 10 anni di gestione ci ha regalato ottime soddisfazioni a livello lavorativo". A testimonianza del fatto che le terre alte non abbiano necessità delle grandi masse per sopravvivere, ma al contrario di un turismo lento e sostenibile. 

 

"In un'epoca in cui l'asticella si sta alzando sempre più è importante, secondo noi, imparare a non dare tutto ma solo il necessario, soprattutto se si approda in montagna – lascia intendere Dall’Armellina -. Dobbiamo proteggere luoghi fragili come le montagne e per farlo è necessario sensibilizzare in particolare le nuove generazioni, cosa che in futuro faremo attraverso differenti iniziative che vedono la fondamentale collaborazione con le istituzioni locali, a partire dall'Ecomuseo del Lagorai che già in questi anni ci ha molto sostenuto - conclude -. Già solo il fatto di essere 'obbligati' a camminare per 1 ora per raggiungere un rifugio dà il senso di tutto ciò di cui parleremo insieme".

 

L'evento di sabato rientra nella rassegna "La montagna racconta" promossa da Malga Cere, Montanamente e Ecomuseo del Lagorai, all'interno della quale parteciperanno tra gli altri anche ospiti come Paolo Malaguti e Daniele Zovi.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
16 aprile - 06:01
La bufera dopo il post (poi rimosso) del Consigliere comunale a Rovereto: "L'Iran dovrebbe radere al suolo Israele". Dal commento a mettere nel [...]
Cronaca
15 aprile - 20:37
Una missione umanitaria del Ministero della Difesa e della Marina Militare che si è avvalsa della collaborazione della Fondazione Rava per [...]
altra montagna
15 aprile - 13:55
Il 25 maggio a Jesolo si potranno indossare sci, scarponi e casco per scendere su una pista lunga oltre 30 metri e fatta interamente di plastica [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato