Contenuto sponsorizzato

"Nella notte 40 centimetri di neve", e lo Stelvio rilancia lo sci estivo sul ghiacciaio. C'è la data di apertura degli impianti: "Il paesaggio è tutto imbiancato"

Fervono i preparativi e i lavori sul ghiacciaio dello Stelvio in vista dell'apertura degli impianti per sciare d'estate

Di Luca Andreazza - 22 aprile 2024 - 13:36

TRENTO. Fervono i preparativi e i lavori sullo Stelvio, pronta a lanciare lo sci estivo. Le ultime nevicate portano grande fiducia sull'ultimo avamposto italiano per praticare la disciplina sul ghiacciaio e durante la bella stagione.

 

"Nella scorsa notte sono scesi circa 40 centimetri di neve", riferisce a il Dolomiti Umberto Capitani, direttore di Sifas, società che gestisce gli impianti di risalita sullo Stelvio. "Il paesaggio è tutto imbiancato". C'è già la data per riaprire i battenti: sabato 1 giugno per una stagione che nelle intenzioni dovrebbe spingersi fino a novembre. "Siamo fiduciosi di poter far bene".

La società impianti sullo Stelvio è operativa per allestire l'area e fronteggiare eventuali difficoltà che potrebbero arrivare nel corso dei prossimi mesi. Le ultime stagioni sono state complesse con sospensioni e interruzioni a causa di temperature alte e troppo caldo anche a quote elevate. A fronte delle riduzioni dello spessore, gli impiantisti ricorrono all'innevamento programmato, ai teli e alla possibilità di fare scorte idriche.

Una situazione ricorrente nelle ultime estati che ha comportato la chiusura temporanea delle piste e delle sciovie sul ghiacciaio per ragioni di sicurezza. "Oggi l'apertura, seppur tra tanti ostacoli, genera un beneficio alla comunità - aggiunge Capitani - dietro al ghiacciaio dello Stelvio ci sono tra i 700 e i  900 posti di lavoro diretti e indiretti con una ricaduta concreta sui territori".

 

Attualmente la strada è chiusa per l'inverno. "Non sappiamo ancora quando verranno completate le attività di sgombero dei passi Stelvio e Gavia ma superata questa fase di maltempo ci sarà un programma più chiaro", conclude Capitani.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
18 maggio - 06:01
L'arco dolomitico soffre sempre di più di overtourism. La direttrice della Fondazione Dolomiti Unesco, Mara Nemela: "Il problema talvolta è la [...]
Cronaca
17 maggio - 20:36
Dalle parole e gli insulti la situazione è degenerata rapidamente quando la ragazza del più giovane avrebbe estratto il telefono per filmare [...]
Montagna
17 maggio - 17:04
L'obiettivo è ambizioso: conquistare e assegnare un nome a due vette inesplorate (superiori a 5.000 metri di altezza) della Cordillera Real in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato