Contenuto sponsorizzato

'Pierferdi' sceglie il Gruppo per le Autonomie al Senato assieme alla truppa Svp e a Napolitano

Nessun trentino tra i rappresentanti delle autonomie a Palazzo Madama. C'è la moglie di Karl Zeller assieme all'ex Udc

Pubblicato il - 26 marzo 2018 - 19:31

TRENTO. Ci sarà Pier Ferdinando Casini a difendere le istanze dell'autonomia e nessun eletto trentino. Prima c'erano Panizza e Fravezzi oltre agli altoatesini Palermo, Zeller e Berger.

 

Da oggi nel gruppo delle Autonomie di Palazzo Madama (quello che storicamente ha tra le sue fila i senatori dei partiti delle minoranze linguistiche, oltreché di altri movimenti minori) ci saranno gli altoatesini Juliane Unterberger (Bolzano), Albert Laniece (Val d'Aosta), Dieter Steger (Bolzano), Meinhard Durnwalder (Bolzano) e Gianclaudio Bressa (Bolzano) e anche Ricardo Antonio Merlo del Maie e Albert Laniece (Val d'Aosta).

 

Poi ci sono il presidente della repubblica emerito Giorgio Napolitano e la senatrice a vita Elena Cattaneo che anche nella passata legislatura avevano fatto parte del gruppo delle Autonomie. Ne facevano parte anche gli altri senatori a vita Renzo Piano e Carlo Rubbia che però devono ancora scegliere il da farsi. Mario Monti e Liliana Segre dovrebbero confluire invece nel Misto. 

 

Nella passata legislatura il presidente del Gruppo era stato Karl Zeller che questa tornata non si è candidato. Al suo posto, secondo la tradizione familiare di stampo Svp, è entrata la moglie Juliane Unterberger. Spetterà alla pattuglia sudtirolese portare avanti le istanze autonomiste del Trentino Alto Adige sperando che buttino un occhio anche al Trentino. Altrimenti, ci penserà Pierferdi

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 novembre - 05:01

Il disegno di legge voluto da Fugatti prevede, per chi ha ricevuto condanne superiori ai 5 anni, l’impossibilità di fare domanda per un alloggio Itea e la rescissione del contratto per coloro che già sono destinatari di un’abitazione, lo stesso principio lo si vorrebbe estendere a tutti i componenti del nucleo famigliare. Dura replica di Ianeselli: “C’è odore di incostituzionalità le famiglie dovrebbero essere aiutate non sbattute sulla strada”

16 novembre - 17:37

E' stata eletta la nuova coordinatrice dell'Unione per gli Universitari. Sul problema degli affitti spiega: "stiamo pensando all'istituzione di uno sportello affitti e ad una piattaforma dove i privati possano registrare le offerte di alloggio, in modo che gli studenti possano più facilmente districarsi nella giungla degli affitti"

17 novembre - 11:42

Cavi dell'alta tensione cadono sull'A22, chiuso il tratto compreso tra lo svincolo per Vipiteno e quello per Bressanone. Lunghe code si stanno formando in entrambe le direzioni. Quasi 50 strade secondarie ancora interrotte 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato