Contenuto sponsorizzato

'Pierferdi' sceglie il Gruppo per le Autonomie al Senato assieme alla truppa Svp e a Napolitano

Nessun trentino tra i rappresentanti delle autonomie a Palazzo Madama. C'è la moglie di Karl Zeller assieme all'ex Udc

Pubblicato il - 26 marzo 2018 - 19:31

TRENTO. Ci sarà Pier Ferdinando Casini a difendere le istanze dell'autonomia e nessun eletto trentino. Prima c'erano Panizza e Fravezzi oltre agli altoatesini Palermo, Zeller e Berger.

 

Da oggi nel gruppo delle Autonomie di Palazzo Madama (quello che storicamente ha tra le sue fila i senatori dei partiti delle minoranze linguistiche, oltreché di altri movimenti minori) ci saranno gli altoatesini Juliane Unterberger (Bolzano), Albert Laniece (Val d'Aosta), Dieter Steger (Bolzano), Meinhard Durnwalder (Bolzano) e Gianclaudio Bressa (Bolzano) e anche Ricardo Antonio Merlo del Maie e Albert Laniece (Val d'Aosta).

 

Poi ci sono il presidente della repubblica emerito Giorgio Napolitano e la senatrice a vita Elena Cattaneo che anche nella passata legislatura avevano fatto parte del gruppo delle Autonomie. Ne facevano parte anche gli altri senatori a vita Renzo Piano e Carlo Rubbia che però devono ancora scegliere il da farsi. Mario Monti e Liliana Segre dovrebbero confluire invece nel Misto. 

 

Nella passata legislatura il presidente del Gruppo era stato Karl Zeller che questa tornata non si è candidato. Al suo posto, secondo la tradizione familiare di stampo Svp, è entrata la moglie Juliane Unterberger. Spetterà alla pattuglia sudtirolese portare avanti le istanze autonomiste del Trentino Alto Adige sperando che buttino un occhio anche al Trentino. Altrimenti, ci penserà Pierferdi

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 gennaio - 17:53
Nelle ultime 24 ore sono state confermate anche 13 positività a conferma dei test antigenici effettuati nei giorni scorsi. Sono state registrate 4 dimissioni e 78 guarigioni
25 gennaio - 17:09

Giovedì 28 gennaio i sindacati incontreranno la proprietà di Athesia e la Sie per discutere del futuro dei lavoratori de Il Trentino, lo storico giornale di via Sanseverino chiuso di punto in bianco lo scorso 15 gennaio. "In Italia esistono gli Olivetti e gli imprenditori che distruggono. A voi la scelta di stare in una o nell'altra categoria"

25 gennaio - 17:12

E' uno dei ponti più importanti che ci sono al confine tra Lombardia e Trentino. Siamo tra Lodrone e Bagolino e da anni il consigliere Marini chiede risposte alla Pat: ''L’unica realtà tangibile è che il ponte nuovo, ultimato nel 2017 al prezzo di alcuni milioni di euro pubblici, non è mai stato aperto, mentre quello del 1906 che tiene in piedi praticamente tutto il traffico abbisogna di interventi urgenti perché ormai cade a pezzi''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato