Contenuto sponsorizzato

Il Gruppo per le Autonomie da Mattarella sceglie la strada della “Non sfiducia”. L’Svp: “Valuteremo di volta in volta”

Le Stella alpine hanno già anticipato che non voteranno né a favore né contro. La presidente del Gruppo al Senato Unterberger: “Ci aspettiamo un governo con una forte inclinazione per l’Europa e che mostri particolare riguardo per le minoranze”

Di Tiziano Grottolo - 28 agosto 2019 - 11:50

ROMA. Non voteremo contro ma ci aspettiamo riguardo per Europa e minoranze, si potrebbe sintetizzare così l’intervento della presidente del Gruppo per le Autonomie al Senato, Julia Unterberger, dopo il confronto con il presidente Sergio Mattarella.

 

Quest’oggi infatti la pattuglia degli autonomisti è stata al Quirinale per il secondo giro di consultazioni per la formazione di un nuovo governo.

 

“Ci aspettiamo un governo che abbia una forte inclinazione verso l’Europa – ha esordito Unterberger – con una particolare attenzione verso le minoranze linguistiche e le province a statuto speciale”.

 

La presidente del gruppo degli autonomisti si attende che del nuovo esecutivo faccia parte una forte componente di moderati.

 

Al contempo però è stata espressa preoccupazione per la preponderanza dei volti maschili nel “totonomi” per i nuovi ministri: “All’interno del nuovo governo dovrebbe esserci una quota rappresentativa di donne”, afferma Unterberger.

 

All’interno del Gruppo per le Autonomie sono emerse varie sensibilità, nessuno però ha deciso di schierarsi apertamente contro l’eventuale governo giallo-rosso. Salvo sorprese nessun parlamentare autonomista voterà contro, alcuni si limiteranno all’astensione mentre altri voteranno a favore. “Aspettiamo di vedere il programma e la nuova squadra di ministri” ha detto Unterberger.

 

Dieter Steger ha parlato a nome dell’Svp esprimendo preoccupazione per l’andamento di questa crisi che mette a rischio la tenuta economica del paese: “L’esecutivo deve assolutamente evitare che si sprofondi nuovamente nella crisi economica e in una fase di stagnazione che blocchi i consumi”.

 

Per questo uno degli obiettivi principali del nuovo esecutivo dovrà essere quello di scongiurare l’aumento dell’Iva.

 

Steger ha voluto poi porre l’accento sulle difficoltà riscontrate nel rapportarsi con la compagine del Movimento 5 Stelle, in particolare sui temi della salute e dei lavori pubblici. Tematiche non banali che hanno certamente pesato sulla decisione delle Stelle alpine di astenersi, giudicata comunque dallo stesso senatore come “benevola”.

 

In seconda battuta è stato sottolineato come l’Svp deciderà di volta in volta come esprimersi sui singoli provvedimenti messi in campo dall’eventuale governo Pd-M5s.

 

Il portavoce autonomista ha infine voluto individuare nella figura di Matarella il garante non solo per l’Italia ma anche delle minoranze linguistiche ribadendo ancora una volta la massima fiducia che gli autonomisti ripongono nel capo di stato.

 

A margine della conferenza stampa Unterberger è tornata sulla crisi di governo: “Non possiamo pretendere di andare a votare ogni volta che cambiano i sondaggi, viviamo in una democrazia fondata sulla Costituzione – ha evidenziato l’autonomista – che prevede che si vada a votare ogni 5 anni e che per governare si trovi una maggioranza, la politica vive di compromessi”.

 

Il passaggio non è casuale ed è servito a mettere in relazione l’accordo tra Partito Democratico e Movimento 5 Stelle, nella sostanza identico a quello messo in piedi fra Lega e pentastellati. Anzi secondo la presidente del Gruppo per le Autonomie al Senato, Dem e pentastellati, avrebbero più cose in comune rispetto al precedente esecutivo.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
16 giugno - 16:53
La Pat oggi ha promosso un incontro con i sindaci per fare il punto sulla campagna e per condividere le strategie per aumentare la copertura troppo [...]
Cronaca
16 giugno - 18:38
Sul posto si sono portati i vigili del fuoco, i soccorsi sanitari e le forze dell'ordine. L'auto è finita anche contro un palo dell'illuminazione [...]
Ambiente
16 giugno - 18:06
Legambiente e Touring Club Italiano hanno pubblicato una guida sui mari e i laghi più belli e sostenibili d’Italia: il Trentino-Alto Adige la [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato