Contenuto sponsorizzato

Baracetti non convince e Progetto Trentino non si schiera, continuano le fibrillazioni nel centrodestra e la presentazione del candidato sindaco ancora non si può fare

Una scelta delicata in quanto Progetto Trentino in questo momento può vantare un vice presidente e assessore seduto in esecutivo. Le strade potrebbero essere quelle di creare un contenuto diverso oppure di costituire un'area centrista nel centrodestra

Di Luca Andreazza - 20 febbraio 2020 - 20:00

TRENTO. Non ci sarebbe ancora una scelta definitiva di Progetto Trentino e il perimetro del centrodestra a sostegno del candidato sindaco Alessandro Baracetti fatica a chiudersi. 

 

Non sarebbe arrivato un indirizzo risolutivo nel vertice della forza politica di Silvano Grisenti, il partito non ha sciolto le riserve se puntare verso il centro e affrancarsi dalla linea provinciale oppure restare compatto all'attuale squadra di governo in piazza Dante. Non ha ancora chiuso la partita Fratelli d'Italia, ma il senatore Andrea de Bertoldi è sempre rimasto aderente alla coalizioni e quindi i dubbi sembrano pochi in questo senso. Il placet ufficiale a Baracetti è solo questione di ore.

 

Una situazione di stallo e un'incertezza che però blocca la presentazione ufficiale del candidato sindaco di centrodestra, le forze che hanno già deciso vorrebbero aspettare di essere tutti.

 

Una scelta delicata in quanto Progetto Trentino in questo momento può vantare un vice presidente e assessore seduto in esecutivo. Le strade potrebbero essere quelle di creare un contenuto diverso oppure di costituire un'area centrista nel centrodestra. Nonostante i buoni rapporti con il presidente Maurizio Fugatti e l'esperienza politica, diventa chiaro che per Mario Tonina potrebbero comunque emergere alcune difficoltà da dover gestire.

 

Intanto per ora tutti in casa Pt hanno le bocche cucite, Tonina non si esprime: "Ieri era il mio compleanno e non ho partecipato al tavolo per altri impegni", "Non ho nulla da dichiarare", commenta Grisenti. Insomma, tutto ancora in evoluzione, le grandi scelte non sarebbero ancora state fatte. E nel frattempo qualcosa al centro degli schieramenti si muove.

 

Recentemente è stato lanciato un nuovo progetto politico, "Si può fare" guidata da una pattuglia di ex targati Civica Trentina: ''In contrapposizione a Ianeselli, valutiamo l'eventuale composizione di centrodestra''  (Qui articolo). Resta attivo anche l'ex consigliere provinciale Giacomo Bezzi e rappresentante di "Cambiamo!", il nuovo soggetto lanciato da Giovanni Toti, ex di Forza Italia.

 

Nei prossimi giorni potrebbe così rafforzarsi un terzo polo che potrebbe cercare di far pesare i propri voti in caso di ballottaggio alle elezioni di Trento.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 10 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
12 aprile - 12:21
Nel corso dell'emergenza Covid le persone hanno dovuto rispettare il periodo di isolamento a causa del contagio o del contatto di una persona [...]
Cronaca
12 aprile - 15:18
Il mezzo si è messo di traverso senza riuscire più a muoversi e bloccando completamente il transito degli altri veicoli. Sul posto le forze [...]
Cronaca
12 aprile - 13:24
Zaia torna a chiedere al premier Draghi di acquistare nuovi vaccini in autonomia. Sulle riaperture  spiega " Io sono convinto [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato