Contenuto sponsorizzato

Ianeselli sindaco di Trento: ''Grande successo. Siamo avanti in quasi tutte le circoscrizioni. La città è coesa''

Il nuovo primo cittadino analizza la sua vittoria: “Oggi abbiamo vinto al primo turno. Ricordo però che qualche mese fa la destra diceva che si sarebbe presa la città. Noi non abbiamo preso la città: abbiamo vinto le elezioni. E non abbiamo vinto delle elezioni con due-tre candidati sindaco, ma con otto. Ricordo anche che fino a ieri Carli spiegava che sarebbe arrivato al ballottaggio con un 20%”

Di Marianna Malpaga - 22 settembre 2020 - 19:23

TRENTO. Sostenere le associazioni, fare di Trento una città più pulita e, non da ultimo, uscire dai palazzi. “Credo che sia il caso di fare la prima Giunta comunale all’aperto”, sostiene Franco Ianeselli, fresco vincitore della sfida elettorale per il Capoluogo che lo ha visto trionfare su Merler e la destra leghista. Il nuovo sindaco della città di Trento, elenca così i punti sui quali inizierà a lavorare sin da subito dopo essere arrivato in Comune in sella a una bicicletta.

 

Ianeselli si dice soddisfatto della partecipazione alle elezioni. Si è recato alle urne il 60,93% degli elettori, mentre alle precedenti elezioni comunali ci si era fermati al 54,75%. “C’è da dire che in mezzo – specifica Ianeselli – è cambiato il mondo. È importante però vedere che in molte sezioni, anche difficili, c’è stato un aumento di partecipazione al voto. Per analizzare più approfonditamente i risultati in ogni circoscrizione ci prenderemo del tempo. Per ora però posso dire che la coalizione Siamo Trento è in testa in tutte le sezioni di Trento, fatta eccezione per una sezione di Gardolo, nella maggior parte dei casi con più del 50% dei voti. Questo è un risultato importante: non volevamo ritrovarci con una città divisa, e per fortuna il quadro ci restituisce una città coesa”.

 

Ianeselli sottolinea come quella delle elezioni comunali di Trento fosse una scelta “tra due idee di città”. “Da una parte – spiega – una città aperta ed europea. Dall’altra, invece, una città a mio modo di vedere chiusa, e una coalizione di centrodestra che ha fatto campagna elettorale descrivendo Trento come una città allo sbando. I risultati di questa votazione – riprende – sono un chiaro segnale politico nei confronti della Giunta provinciale. Bisesti dovrà fare delle riflessioni sul modo in cui ha condotto questa campagna”.

 

Non manca poi la frecciata verso gli avversari nella corsa a Palazzo Thun. “Oggi abbiamo vinto al primo turno – spiega Ianeselli -. Ricordo però che qualche mese fa la destra diceva che si sarebbe presa la città. Noi non abbiamo preso la città: abbiamo vinto le elezioni. E non abbiamo vinto delle elezioni con due-tre candidati sindaco, ma con otto. Ricordo anche che fino a ieri Carli spiegava che sarebbe arrivato al ballottaggio con un 20%”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 14:22

Si è verificato un violentissimo tamponamento tra un furgone e un autoarticolato lungo la corsia di marcia. In azione la macchina dei soccorsi, ma le ferite riportate nello schianto si sono rivelate fatali

28 ottobre - 10:49

Il presidente della Lega trentina attacca Governo “politici che fanno schifo” e sindacati “parassiti”. L’unico che si salva è Fugatti “che con coraggio e senso di responsabilità corregge il dogma di Conte dalle braghe onte”. La replica di Grosselli: “Un commento? Non serve. Bastano i dati dell’epidemia e la curva stimata qualora le misure non dovessero risultare efficaci”

28 ottobre - 11:18

L'episodio è avvenuto intorno alle 10 di ieri, martedì 27 ottobre, quando una pattuglia della Polstrada di Bolzano è riuscita a intercettare e prontamente fermare una guida estremamente pericolosa

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato