Contenuto sponsorizzato

Giornalista molestata in diretta, il sindaco di Segonzano: “Una goliardata, ci stracciamo le vesti per uno schiaffetto sulla chiappa?”

Il tifoso che in diretta tv ha toccato il sedere alla giornalista Greta Beccaglia è indagato per violenza sessuale, il sindaco di Segonzano Pierangelo Villaci però lo assolve: “Ci stracciamo le vesti per uno schiaffetto sulla chiappa? Ora prevedo una ottima carriera per la giornalista”

Di Tiziano Grottolo - 30 novembre 2021 - 11:36

SEGONZANO. “Ci stracciamo le vesti per uno schiaffetto sulla chiappa?”, a domandarselo in merito alla vicenda che vede suo malgrado protagonista la giornalista Greta Beccaglia il sindaco di Segonzano Pierangelo Villaci, nel 2018 candidato alle Provinciali con Agire di Claudio Cia (oggi capogruppo di Fratelli d’Italia in Provincia).

 

Lo scorso sabato 27 novembre nel post partita di Empoli-Fiorentina la giornalista era in collegamento con la trasmissione “A tutto gol” su Toscana Tv quando un tifoso le si è avvicinato toccandole con una mano il sedere. Immagini che sono andate in diretta e in poco tempo sono diventate virali. L’uomo, un 45enne residente in provincia di Ancona, è stato denunciato e ora risulta indagato per violenza sessuale.

 

Il primo cittadino di Segonzano (in carica dal 2015) però ha un’opinione diversa. “Premetto che è appena passato il 25 novembre – la giornata contro la violenza sulla donna, spiega Villaci – che mi trova partecipe e spero che entri nella testa e nel cuore delle giovani generazioni e non debba esistere più questa barbarie. Ma dopo vedo quello che è successo alla giornalista sportiva in Toscana e un tipo vedendola le ha fatto un buffetto sulla chiappa e tutti i telegiornali a parlarne e censura al caporedattore che ha detto di andare avanti. Ho guardato le immagini uno schiaffetto sul culo con quella goliardia provocatoria insita nell’animo dei toscani ed è scattata la denuncia e certo non era come ha detto lei un palpeggiamento nelle zone intime”.

 

 

Eppure è stata la stessa Corte di Cassazione Penale a stabilire che rientra nella violenza sessuale qualsiasi atto che, risolvendosi in un contatto corporeo, anche se fugace ed estemporaneo, tra soggetto attivo e soggetto passivo (che prevede comunque un coinvolgimento della corporeità sessuale di quest’ultimo), sia idoneo e finalizzato a mettere in pericolo la libera autodeterminazione della sfera sessuale della vittima. È proprio in questa fattispecie che rientrano il palpeggiamento dei glutei o del seno (anche sopra i vestiti) che pertanto ricadono nella violenza sessuale e non nella “semplice” molestia.

 

Inoltre, a proposito della “censura al caporedattore”, quest’ultimo è stato sospeso dall’emittente televisiva perché durante la diretta, dopo aver assistito alla scena e rivolgendosi alla giornalista, aveva commentato: “Dai, non te la prendere – aggiungendo – si cresce anche attraverso questa esperienza”. Nel comunicato diramato da Toscana Tv si legge che al conduttore è stata concessa “l’opportunità di un momento di riflessione e di pausa professionale nella conduzione del format A Tutto Gol, al fine di chiarire lo svolgimento dei fatti”, riservandosi comunque di valutare eventuali provvedimenti disciplinari.

 

Non contento il sindaco di Segonzano, Villaci, nello stesso post pubblicato su Facebook aggiunge: “Ora prevedo una ottima carriera per la giornalista e presto sarà alla Domenica sportiva a commentare le partite di serie A”. Cosa che in realtà Beccaglia stava già facendo visto la partita vedeva contrapposte Empoli e Fiorentina, due formazioni che militano nel massimo campionato.


Per condire le sue esternazioni Villaci aggiunge anche qualche stereotipo: “Poi le cose succedono vicino a noi e non c’è nessuno che nella giornata contro la violenza sulle donne alza la voce sui matrimoni combinati tra persone che non si conoscono perché da loro si usa così e queste povere donne che non possono uscire di casa se non accompagnate da marito e figli adulti”. Non è chiaro se il primo cittadino si riferisca al format tv (girato anche in Italia) “Matrimonio a prima vista”, dove sei single arrivano all’altare senza aver mai conosciuto il proprio partner, o ad altre situazioni. Probabilmente è meglio non approfondire.

 

Per concludere un po’ di retorica spiccia, la stessa che va tanto di moda a Destra: “A me è capitato di dare la cittadinanza italiana a donne che non conoscevano una parola di italiano, neanche si o no, sebbene da venti anni in Italia, e l’ho fatto perché potessero avere diritti in caso di morte prematura del marito. Ma come ti senti di fronte a persone che non possono uscire di casa da sole neanche per andare a buttare l’immondizia nei cassoni? E dopo ci stracciamo le vesti per uno schiaffetto sulla chiappa? Io penso che le donne siano le nostre madri e le nostre sorelle e una volta giunte in Italia non possiamo far finta di nulla in nome di un’integrazione che spesso non esiste ma che la civiltà e il rispetto debbano essere per tutte e per tutti e certo lo schiaffo nel culo non ci sta ed è esecrabile ma non chiudiamo gli occhi sul resto”.

 

Le parole del sindaco di Segonzano arrivano a poca distanza dalle orribili esternazioni dell’esponente di Fratelli d’Italia, Luca Valentini, che su Facebook, in un post (poi rimosso) aveva scritto: “Posso dire che due palle con ste propagande per la violenza verso la donna? Sembra sia tutto a senso unico. Se gli uomini sono così tremendi, scopatevi i cavalli. Facile”. Dopo le polemiche Valentini si era dovuto dimettere dalla Commissione cultura della circoscrizione di Gardolo. Tutto ciò avviene in Trentino dove nel 2020 sono stati denunciati 35,3 episodi di violenza ogni mese, 1,2 al giorno: contando solo le denunce e i procedimenti di ammonimento si registrano 2,5 casi di violenza ogni 1.000 donne.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 19 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
20 gennaio - 08:26
Sarà necessario esibire il green pass base  che si ottiene con vaccino, guarigione da Covid o tampone negativo antigenico valido 48 [...]
Cronaca
20 gennaio - 11:30
L'epicentro nella zona di Vibo Valentia, nella Costa Calabra sud occidentale (Catanzaro, Vibo Valentia, Reggio di Calabria) secondo Ingv
Cronaca
20 gennaio - 09:58
Il colpo è avvenuto alle 3 del 3 dicembre. Quella mattina un gruppo di hacker ha attaccato la rete informatica dell'Ulss Euganea attivando un [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato