Contenuto sponsorizzato

Rinnovata la collaborazione tra Itas Mutua e l’Università di Trento: ''Per diffondere la cultura assicurativa tra giovani e adulti''

Con questo accordo Itas e Università si impegneranno a promuovere il dialogo tra imprese e territorio. Centrale sarà anche l’attivazione di tirocini curriculari, post laurea e extra curriculari in Itas e la promozione di tesi di laurea e ricerche di settore, attraverso specifici premi e finanziamenti

Pubblicato il - 28 July 2021 - 21:28

TRENTO. E' stato firmato questa mattina, presso la sede Itas a Trento, l’accordo di collaborazione fra la Compagnia e l’Università di Trento che per i prossimi cinque anni promuoverà il rapporto tra i due istituti.

 

In particolare, le due realtà collaboreranno attivamente per sviluppare nuove e ulteriori iniziative formative e culturali idonee a favorire lo sviluppo di conoscenze e competenze sul territorio, creare opportunità di inserimento e potenziamento nel tessuto sociale da parte dei giovani laureati, promuovere la diffusione e la consapevolezza della cultura assicurativa tra i giovani e gli adulti.

 

Con questo accordo, inoltre, Itas e Università di Trento si impegneranno a promuovere il dialogo tra imprese e territorio e ad attivare partnership scientifico-accademiche con altri atenei e centri di ricerca sulle tematiche assicurative.

 

“Siamo molto orgogliosi di rinnovare questa preziosa collaborazione con l’Università di Trento – afferma Giuseppe Consoli, presidente di Itas – grazie alla quale potremo sviluppare nuovi e importanti progetti legati alle tematiche assicurative e dare una forte spinta alla ricerca in ambito mutualistico, valorizzando così in modo sempre più scientifico la nostra particolare natura di mutua assicuratrice. La durata dell’accordo, inoltre, ci pone in condizione di lavorare su innovazioni e buone prassi che permetteranno alla nostra Compagnia di guardare con sempre maggiore fiducia alle sfide del sistema economico nazionale dei prossimi anni".

 

Centrale sarà anche l’attivazione di tirocini curriculari, post laurea e extra curriculari in Itas e la promozione di tesi di laurea e ricerche di settore, attraverso specifici premi e finanziamenti.

 

"Il legame con un attore così importante come Itas – afferma Flavio Deflorian, rettore dell’Università di Trento – ci permette non solo di ampliare le competenze dei nostri progetti formativi, ma anche di dare delle interessanti possibilità di crescita ai nostri studenti, laureati e ricercatori, che saranno così in grado di dialogare con una delle massime realtà economiche del nostro territorio".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 settembre - 06:01
Il rifugio Filzi sul Finonchio ha chiuso la scorsa settimana la stagione estiva ed ora proseguirà, tempo permettendo, le aperture nei weekend. I [...]
Cronaca
28 settembre - 08:14
Misure meno stringenti sia per il mondo della cultura che in quello dello sport. Fondamentale rimane avere il Green pass e massima attenzione anche [...]
Cronaca
28 settembre - 08:28
L'epicentro è nella provincia di Treviso e il sisma è stato avvertito anche nei territori vicini. Le prime due scosse sono state avvertiti [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato