Contenuto sponsorizzato

A Paganella è Open Day, gli impianti sono gratis per i pedoni

Tante possibilità per adulti e bambini tra ciaspolate nella natura, rifugi in quota, parco giochi e gommoni. L'appuntamento per i 'pedoni' è per domenica 25 marzo

Pubblicato il - 23 marzo 2018 - 22:56

ANDALO. Domenica 25 marzo ritorna Paganella Open Day, un evento speciale per scoprire il comprensorio e i suoi rifugi. Gli impianti saranno, infatti, gratuiti per tutti i pedoni (Qui info). 

 

E dopo una giornata sulle piste oppure una ciaspolata in mezzo alla natura? "Ci si può rilassare - spiega Luca D'Angelo, direttore dell'Azienda per il turismo Dolomiti Paganella - nell’atmosfera calda e accogliente di un rifugio di montagna".

  

Vista mozzafiato sulle Dolomiti del Brenta tanta scelta dal Meriz al Dosson, dal Forst Gaggia a La Roda, senza dimenticare Dosso Larici, Malga di Zambana, Malga Terlago, Baita Lovara, Albi de Mez, Bait del Germano e Paganella Due.  

 

Al Meriz, situato a 1.447 metri, si arriva con la seggiovia quadriposto Santel\Meriz. Ricavato da un antico maso e realizzato con materiali locali, dal sasso al legno, dispone di un modernissimo impianto di riscaldamento geotermico e dispone di ben 200 posti a sedere. Apprezzato anche il servizio di bistrò esterno, con tanto di area giochi dedicata ai bambini sempre sorvegliata. 

 

Il Dosson a 1.480 metri è di fronte alla celebre pista Olimpionica 2, vicino allo Snow Park e al Paganella Kinder Club e con i suoi 250 posti permette di mangiare all’interno e all’esterno nella sua bellissima terrazza. La Roda, il più alto (2125 metri) è celebre per gli animati aperitivi all’aperto e il panorama più bello della Paganella, con la vista che spazia sul lago di Garda. 

 

Lo Chalet Forst Gaggia è una tipica e suggestiva baita di montagna situata nel cuore della Paganella, all’arrivo della telecabina 'Laghet-Pra di Gaggia, caratterizzata da un’ampia terrazza esterna ideale per gli amanti della tintarella. Proprio di fronte al rifugio c’è il Biblioigloo, la biblioteca a forma di igloo con area dedicata ai bambini, e il parco giochi Gaggia con gonfiabili e gommoni. 

 

Il Dosso Larici a 1.838 metri si trova in una posizione strategica sia per la stagione invernale che per quella estiva. Le piste da sci infatti passano proprio al suo fianco, come anche i sentieri escursionisti ci per chi ama le ciaspole.

 

La Malga Zambana, a metri 1.792, ha un ampio terrazzo che rimane soleggiato fino al tramonto con uno splendido panorama sulle Dolomiti di Brenta. Il rifugio è molto apprezzato per i numerosi eventi che vengono organizzati.

 

Lo Chalet Malga Terlago è situato a 1.827 metri, sulle piste da sci, grazie alla vicinanza con la Telecabina Doss Pelà. Apprezzato come apres-ski grazie all’esposizione della terrazza solarium e l’eccezionale vista panoramica sulle Dolomiti di Brenta. La Baita Lovara situata all’arrivo della seggiovia Campo Scuola Teresat in località Gaggia è l’ideale per rifocillarsi dopo una bella sciata e degustare delle ottime pizze. 

 

L’Albi de Mez, situato proprio all’arrivo della telecabina Andalo-Doss Pelà è l’ideale per gustare i piatti della tradizione trentina in quota anche per chi non scia. Ottimo per una pausa tra una discesa e l’altra è invece il rifugio Paganella 2, situato proprio a fianco della pista Salare.

Il rifugio Bait del Germano a circa 1.900 metri non si trova direttamente sulle piste da sci ma è raggiungibile con le ciaspole o con gli sci d’alpinismo con una comoda escursione di circa un'ora dall’arrivo della telecabina Andalo Doss- Pelà. Uno scenario davvero incantevole dove lo sguardo va dal lago di garda alle Dolomiti di Brenta.

 

La Montanara a 1.580 metri è conosciuta per l’enorme terrazza naturale con tanto di parco giochi in quota e, a fare da sfondo, una accanto all’altra, le spettacolari cime del Brenta. Il rifugio è raggiungibile da Andalo o da Molveno, dopo una bella escursione sulla neve di un paio d’ore (adatta anche ai bambini). Oppure – da Molveno – con la telecabina 'La Panoramica'.

 

Il rifugio del Brenta Pradel a 1.350 metri o re un meraviglioso panorama sul lago di Molveno e è servita comodamente da Molveno con la nuova telecabina 8 posti. Tra gli imperdibili la pizza, oltre ai piatti tipici trentini. A pochi passi dall’Albergo partono numerosi sentieri escursionistici per ciaspolatori e scialpinisti.

 

Casina Bruniol a 1.200 metri è una baita alpina sapientemente ristrutturata, nel cuore dei boschi che separano Molveno da Andalo. Un luogo facilmente raggiungibile da chi pratica scialpinismo o escursionisti con le ciaspole che amano camminare nel silenzio della natura. 

 

La Baita Pineta è un’altra accogliente struttura circondata dai boschi e raggiungibile con una bella passeggiata da Andalo o Molveno oppure con trasporto dei gatti delle nevi.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 luglio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
24 luglio - 20:40
Trovati 39 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 39 guarigioni. Numeri contenuti, ma i pazienti in ospedale sono [...]
Cronaca
24 luglio - 19:28
Sono state diverse centinaia le persone che hanno deciso di scendere quest'oggi in piazza contro l'introduzione del Green Pass mettendo addirittura [...]
Cronaca
24 luglio - 20:21
Dopo aver soggiornato a Molina di Tures aveva annunciato di voler percorrere la salita verso il rifugio Gran Pilastro. Da ieri sera i familiari non [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato