Contenuto sponsorizzato

Al Castello del Buonconsiglio tornano le serate Trentodoc

Venerdì e sabato dalle 18 alle 24 tanta musica e buon vino 

Pubblicato il - 31 maggio 2018 - 17:06

TRENTO. In occasione della 13^ edizione del Festival dell'Economia, domani e sabato sera, dalle 18 alle 24, si rinnova l’appuntamento con “Trentodoc al Castello”.

L'iniziativa è organizzata dalla Provincia di Trento assieme l’Istituto Trento Doc che propone due serate nella suggestiva cornice del Castello del Buonconsiglio, dove sarà possibile degustare le bollicine di montagna delle case spumantistiche trentine, in compagnia di musica live e dj set. 


Un programma davvero ricco per due serate all'insegna del buon vino e della buona musica. Domani sera, a partire dalle ore 18 ci sarà la musica live di Lotus Flower, e, a seguire, dj set Bony Voice, con l’esibizione delle scuole di danza trentine. Dalle 19.30 alle 22 si potrà anche degustare una carbonara trentina con gli asparagi di Zambana.

Sabato 2 giugno, per la seconda serata “Trentodoc al Castello” sempre a partire dalle ore 18 ci sarà la musica live di Aura Zanghellini & Pier cui seguirà dj set Sandro Santoro. Anche in questo caso ci saà la possibilità di degustare riso freddo allo zafferano con salmone affumicato.


L’ingresso all’evento è a pagamento: 12 euro con 1 calice di Trentodoc o 15 € con 1 calice di Trentodoc e un piatto. In caso di maltempo, in una o più serate, è previsto il recupero domenica 3 giugno.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 novembre - 12:56

La neve caduta in grandi quantità e appesantita anche da pioggia e temperature in risalita è instabile in molte zone. I tecnici: ''Al di sopra dei 2200 m circa gli abbondanti accumuli di neve ventata degli ultimi giorni sono instabili. Queste possono distaccarsi già in seguito al passaggio di un singolo appassionato di sport invernali e, a livello isolato, raggiungere grandi dimensioni''

18 novembre - 17:33

I danni da masse nevose a causa della nebbia non sono ancora del tutto visibili, ma si teme che si siano verificati grossi danni. I geologi provinciale hanno riferito di frane in val Pusteria, val Badia, valle Isarco e Bassa Atesina

18 novembre - 16:31

Il personale di Veneto strada sta monitorando il territorio colpito da diversi smottamenti. Anche la frana di Schiucaz è seguito in tempo costante dopo gli smottamenti avvenuti nelle ultime ore 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato