Contenuto sponsorizzato

Ritorna Artingegna, il meglio dell'artigianato trentino tra mostre, eventi e musica

Appuntamento a Borgo Sacco, all'interno del Progetto Manifattura. La kermesse si svolge da venerdì 6 a domenica 8 aprile. Tra le novità la biciclettata con Letizia Paternoster, quindi spazio ai mestieri di una volta come il mugnaio, liutaio, mosaicista o il fabbro

Pubblicato il - 04 aprile 2018 - 20:48

ROVERETO. Prodotti, dimostrazioni, conferenze, seminari di settore, eventi formativi, laboratori interattivi, consulenze per imprese e cittadini, oltre 100 espositori per raccontare l’artigiano trentino. Torna anche quest’anno Artingegna a Rovereto. La kermesse si svolge per la prima volta all'interno del Progetto Manifattura da venerdì 6 a domenica 8 aprile.

 

Un'appuntamento quello con Artingegna che va avanti da oltre 40 anni e dal 1976 mette in mostra le eccellenze dell’artigianato trentino.

 

Tra le novità proposte quest’anno, si parte dalla location: il Festival infatti si svolge all'interno del Progetto Manifattura a Borgo Sacco, una scelta mirata per offrire ai partecipanti la possibilità di visitare anche il compendio industriale per le imprese che operano nel settore della green economy.

 

Un'altra new entry è la biciclettata in calendario per sabato 7 aprile: la campionessa Letizia Paternoster accompagnerà lungo la ciclabile cittadina, da Rovereto a Borgo Sacco, i tanti appassionati e simpatizzanti.

 

In questa occasione spazio alla rassegna sul marchio '100% Valore Artigianato' e alla 'Mostra dell’innovazione' dedicata alle piccole e medie imprese. La kermesse è impreziosita anche dalla sfilata organizzata dagli studenti del Centro Moda Canossa di Trento, mentre la premiazione dei neodiplomati Maestri Artigiani Gelatieri è prevista per venerdì 6 aprile alle 11.

 

Ma non è tutto. Nell'hub green di Trentino Sviluppo e nei giardini pubblici adiacenti la Manifattura verrà allestito un parco tematico, all'interno del quale bambini e adulti potranno sperimentare i mestieri di una volta come il mugnaio, liutaio, mosaicista o il fabbro.

 

Nel corso dei tre giorni si potrà assistere a proiezioni di film, spettacoli e concerti come quelli previsti venerdì sera. Diversi gli artisti a salire sul palco: a aprire le danze sarà Candirù, cantautore trentino che incastra sonorità acustiche a testi densi. E' poi il turno dei Fanfara Tigre con la loro musica moderna unita al suono ovattato degli ottoni, si chiuderà poi in bellezza con la musica ska del gruppo roveretano Red Solution.

 

Sabato invece spazio alle risate con Lucio Gardin e il suo 'Spettacolo Artigiano' che racconta un viaggio che ha inizio nel ‘900 e ripercorre gli antichi mestieri fino ai giorni nostri.

 

Domenica pomeriggio sarà nuovamente la musica a farla da padrona con la Rovereto Wind Orchestra in 'Space Music' che eseguirà i brani di John Williams, autore della colonna sonora di Star Wars.

 

Anche nel servizio ristoro sarà l’artigianato l’unico protagonista. La parte culinaria sarà a cura delle associazioni 'Un Borgo e il Suo Fiume' e 'I Zattieri' di Borgo Sacco. Saranno poi presentati i birrifici artigianali trentini all’interno dei Biergarten.

 

Il festival è organizzato dall’Associazione artigiani trentini, mentre l’evento è promosso dall’Assessorato allo sviluppo economico e lavoro della Provincia di Trento in collaborazione con il Comune di Rovereto, Trentino Sviluppo e UploadSounds, progetto euroregionale dedicato alla musica emergente (Qui programma).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 novembre - 13:23

Ecco quali sono le strade chiuse in provincia di Trento e il livello neve sui diversi territori. Fiumi monitorati con Brenta e Leno osservati speciali (anche se i momenti di piena sono stati venerdì notte con portate anche dieci volte superiori al normale)

17 novembre - 05:01

Il disegno di legge voluto da Fugatti prevede, per chi ha ricevuto condanne superiori ai 5 anni, l’impossibilità di fare domanda per un alloggio Itea e la rescissione del contratto per coloro che già sono destinatari di un’abitazione, lo stesso principio lo si vorrebbe estendere a tutti i componenti del nucleo famigliare. Dura replica di Ianeselli: “C’è odore di incostituzionalità le famiglie dovrebbero essere aiutate non sbattute sulla strada”

15 novembre - 13:09

L'importanza del risparmio per un futuro sostenibile al centro dell'iniziativa formativa promossa dalla Cassa Rurale Vallagarina nelle scuole elementari del basso Trentino e dell'alto Veronese. "E grazie ai numerosi interventi, del nostro bilancio sociale a favore dei soci, delle famiglie, delle imprese e delle associazioni, sosteniamo le nostre comunità”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato