Contenuto sponsorizzato

Boom di visitatori per ''A...come legno''. Oltre 18 mila persone per l'evento dell'associazione artigiani

Dopo le 6 mila persone dell'anno scorso a Levico per "A...come costruzioni", quando la kermesse aveva affrontato e presentato la filiera dell'edilizia, questa edizione ha assistito a un vero boom di partecipanti: oltre 18 mila visitatori per scoprire i 70 mila metri quadri dell'evento, che raccoglie l’eredità della Triennale del legno

Foto di Daniele Mosna
Pubblicato il - 21 ottobre 2019 - 13:02

TRENTO. In archivio "A come...legno", si è chiusa domenica 20 ottobre la grande manifestazione targata Associazione artigiani che si è svolta in via San Vincenzo a Trento Sud. Il Trentino ha incontrato il comparto del legno in tutte le sue articolazioni con una particolare attenzione alle aziende del settore, ma anche ai giovani, presenti in forze come visitatori ma anche con gli istituti scolastici. 

 

Dopo le 6 mila persone dell'anno scorso a Levico per "A...come costruzioni", quando la kermesse aveva affrontato e presentato la filiera dell'edilizia, questa edizione ha assistito a un vero boom di partecipanti: oltre 18 mila visitatori per scoprire i 70 mila metri quadri dell'evento, che raccoglie, arricchisce e rinnova, l’eredità della Triennale del legno (ultima edizione nel 2014).


(Foto di Daniele Mosna)

Il legno è stato trattato in tutte le sue sfaccettature, un percorso che parte dal seme e dal bosco, che passa per le segherie e per le falegnamerie per arrivare alle realizzazioni di design, così come gli interni e la musica (liutai e pianoforti). Spazio anche alle istituzioni e agli enti di ricerca che lavorano in quest’ambito, al concorso focalizzato sull’arredo urbano, al wood forum, luogo destinato a incontri tematici e dibattiti. E ancora laboratori dedicati ai più piccoli e alle scuole professionali, senza dimenticare gli stand di Arca, Vaia, Servizio foreste e fauna e tanto altro.


(Foto di Daniele Mosna)

Un'occasione per affrontare anche le criticità legate alla tempesta Vaia e gli impatti generali che ha avuto negli altri settori legati al patrimonio boschivo, come il turismo, e gli aspetti di sicurezza e ripristino forestale. Un momento per ringraziare il sistema di protezione civile, i vigili del fuoco e macchina dei soccorsi in occasione di quelle ore di grande emergenza.


(Foto di Daniele Mosna)

"Siamo qui per dirvi - ha commentato il presidente Maurizio Fugatti - doppiamente grazie, prima di tutto come vigili del fuoco ma anche come artigiani, che spesso fanno parte dei corpi volontari e che comunque tanta parte attiva rivestono in quel complesso e drammatico fenomeno chiamato tempesta Vaia. Aver voluto organizzare questo momento è un forte esempio di unità tra attori che giocano ruoli diversi all’interno del sistema trentino, cosa per nulla scontata, che va riconosciuta. Credo sia giusto non dimenticare il rischio che il Trentino ha corso, i pericoli che questi uomini hanno saputo affrontare e i tanti sacrifici fatti per permettere al nostro territorio di reggere l’urto".


(Foto di Daniele Mosna)

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 giugno - 10:01
"Sono l'ultimo che dovrebbe fare la morale a chi vuole divertirsi, ma quello che state lasciando in piazza d'Arogno è uno schifo". Così il [...]
Ambiente
21 giugno - 09:32
Romano Nesler, presidente della Federazione associazioni apicoltori del Trentino: "La lotta alla Flavescenza dorata sulle vite ha tristi precedenti [...]
Cronaca
21 giugno - 09:41
E' successo nella zona dell'Idroland Baitoni, sul posto i vigili del fuoco, i soccorsi sanitari e la polizia locale Valle del Chiese. L'uomo, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato