Contenuto sponsorizzato

Calendario scolastico 2019/2020: lezioni al via il 12 settembre, la fine il 10 giugno

Ponti più corti, confermati quelli per Ognissanti, il primo maggio e la festa della Repubblica. Ecco in dettaglio tutte le vacanze e le date del prossimo anno scolastico per la provincia di Trento

Pubblicato il - 15 maggio 2019 - 13:25

TRENTO. Uno strumento indispensabile per la pianificazione familiare che arriva ora, in anticipo di un mese circa sull'ultima campanella dell'anno scolastico 2018/2019. È il calendario scolastico del prossimo anno, il 2019/2020.

 

Le date di inizio e fine delle lezioni sono già state comunicate dai vari uffici scolastici di Regioni e Province. Il calendario del prossimo anno vedrà ponti meno lunghi di quelli (record) appena trascorsi, ma sono confermati i weekend lunghi di Ognissanti e dell'1 maggio (quest'anno saranno di venerdì). La festa della Repubblica cadrà invece di martedì.

 

In particolare in provincia di Trento le lezioni riprenderanno dopo la pausa estiva giovedì 12 settembre 2019 (in Piemonte si inizia il 9 settembre) e si concluderanno mercoledì 10 giugno 2020.

 

Le vacanze di Natale in Trentino saranno dal 23 dicembre al 6 gennaio compresi; per carnevale gli studenti non andranno a scuola dal 22 al 25 febbraio. Le vacanze di Pasqua copriranno il periodo dal 9 al 14 aprile, mentre per i Santi, il primo maggio e per la Repubblica sono confermati i ponti a cui siamo abituati (meno lunghi di quelli di questo 2018/2019).

 

In provincia di Bolzano, invece, l'inizio delle lezioni è fissato per il 5 settembre 2019, mentre la fine sarà il 16 giugno 2020 (qui le informazioni).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 agosto 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 agosto - 16:02

A Roma si consuma la crisi di governo aperta dal leader della Lega e vice premier Matteo Salvini. Conte entra durissimo: "E' contraddittorio il comportamento di una forza politica, che presenta una mozione di sfiducia e non ritira i ministri. La cultura delle regole e il rispetto delle istituzioni non si improvvisano. Pericoloso e preoccupante chiedere pieni poteri e invocare le piazze"

20 agosto - 17:09

Dopo Giuseppe Conte e Matteo Salvini arriva l'intervento di Matteo Renzi. "Il vice premier non conosce il diritto e la costituzione dopo 26 anni pagato dai contribuenti per incarichi pubblici. E' andato al governo con il 17%, un governo che ha fallito anche per sua responsabilità"

20 agosto - 16:35

Dopo il discorso del presidente del consiglio la replica del ministro degli interni è stata fiacca e sentita più e più volte. Ancora una volta i riferimenti alla Madonna, alla fede e la citazione di Papa Giovanni Paolo II

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato