Contenuto sponsorizzato

Dan Peterson: ''Non infierite sui ragazzi sgridandoli quando le cose vanno male, bisogna cercare di responsabilizzarli''

Storie e leggende della pallacanestro, consigli tecnici e tanto gioco. Il basket sotto i riflettori al Festival dello Sport. Protagonisti anche Harlem Globetrotters

Di Mattia Sartori - 13 October 2019 - 17:32

TRENTO. "Amici sportivi, buongiorno a tutti". Esordisce così, quasi come se fosse ancora dietro il suo amato microfono, coach Dan Peterson, stamattina a Trento in occasione del Festival dello Sport. Una delle leggende della nostra pallacanestro, oltre ad essere stato un grandissimo allenatore (5 scudetti e svariate altre coppe), è stato anche la voce narrante che ha portato in Italia le gesta dei grandi giocatori d'oltreoceano.

 

Non degnando il palco neanche di uno sguardo, Peterson si fionda subito in campo tra la gente e i ragazzi del Basket Gardolo, dove si sente a suo agio e da dove sostiene l'intervista. In un breve discorso introduttivo ci racconta dei suoi esordi come allenatore: "A 15 anni ero troppo scarso per giocare nella squadra della mia scuola, mi avevano scartato. Quindi, pur di non lasciare il campo, ho cominciato ad allenare i ragazzini di 11 anni. Da lì è cominciato il mio percorso da allenatore ed è sempre in quegli anni che ho capito come il minibasket sia la colonna portante su cui si regge tutto il gioco: senza minibasket potremmo direttamente chiudere tutto. Dobbiamo far sì che i ragazzi amino questo gioco, devono finire ogni allenamento con il sorriso sulle labbra e per fare questo non bisogna sgridarli o stressarli per il modo in cui giocano, bisogna seguirli con pazienza apportando le dovute correzioni".

 

Chiuso il momento di intervista il coach si dedica a quello che gli piace di più: allenare. Con i ragazzi della squadra di Gardolo mette in pratica un esempio di allenamento su alcuni aspetti fondamentali del gioco (piede perno, gioco senza palleggio, contatti) e racconta di come gli esercizi mostrati siano quelli che lui ha usato anche per valutare il livello di squadre di professionisti.

 

Segue infine un momento di domande dal pubblico in cui ci spiega come per lui i coach più innovativi in Italia siano Ettore Messina e tutti quelli che dall'estero portano nuove esperienze e conoscenze. Lode anche per Nicola Brienza per come ha saputo gestire la situazione di Cantù nella scorsa stagione. Lascia il campo con alcuni consigli per gli allenatori: "Non pensate di sapere tutto della pallacanestro, siate umili, continuate ad imparare e non interrompete il gioco dei ragazzi con inutili lezioni teoriche. È meglio apportare leggere correzioni mentre il gioco continua a scorrere: si divertono di più e lo recepiscono meglio. Inoltre, non infierite sui ragazzi sgridandoli quando le cose vanno male, bisogna al contrario cercare di responsabilizzarli. Chiedete se qualcuno di loro è capace di migliorare la situazione e vedrete che, una volta preso l'impegno, daranno il massimo".

 

Nel pomeriggio il campo è passato agli Harlem Globetrotters, conosciutissima squadra di basket, che da 94 anni si esibisce in esaltanti spettacoli in giro per il mondo con un semplice obiettivo: divertire e creare ricordi indimenticabili. Oggi in piazza Dante hanno fatto proprio questo: con un paio di semplici giochi hanno coinvolto piccoli e grandi nel loro mondo e li hanno resi coprotagonisti della loro esibizione, divertendo anche tutti gli spettatori rimasti a bordo campo.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
24 giugno - 16:42
La senatrice ha interessato  i ministeri della Salute, del Lavoro e delle politiche sociali e della Giustizia. La giovane ginecologa di 31 [...]
Cronaca
24 giugno - 16:47
E' successo nelle prime ore di questo pomeriggio, la donna è stata elitrasportata all'ospedale di Vicenza
Cronaca
24 giugno - 14:42
E' successo la scorsa notte e tutta la scena è stata ripresa dalle telecamere del locale. Fortunatamente l'arrivo del titolare ha fatto scappare [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato