Contenuto sponsorizzato

Giugno caldissimo, 4 gradi in più della media in Trentino. Comparso il fenomeno del mammatus e caduti pochi fulmini

Il report di Meteotrentino del mese appena trascorso mostra che in quasi tutte le stazioni di rilevamento si sono toccate temperature medie per giugno altissime (il 27 è stato il giorno più caldo)

Pubblicato il - 04 luglio 2019 - 18:34

TRENTO. E' stato un giugno caldo, caldissimo, con gli ultimi giorni che hanno visto raggiungere, praticamente ovunque in Trentino, valori record mai misurati a giugno dall'inizio delle misurazioni o comunque tra le prime due o tre di sempre. A certificarlo Meteotrentino che spiega come nella stazione di Trento Laste la temperatura media mensile di giugno è stata di 24,5 gradi (10 gradi in più del mese precedente e quasi 4 più della media) ed è risultata eccezionalmente elevata. Solo il giugno 2003, con 24,7 gradi, ha fatto registrare una temperatura media superiore, seppur di soli 0,2 gradi

 

La temperatura massima del mese, pari a 38,9 gradi, è stata toccata il giorno 27, ma non è stata sufficiente a battere il record di 39,2 gradi misurato il lontano 28 giugno 1935. La minima assoluta di 12,4 gradi, registrata il primo giorno del mese, risulta superiore alla media delle minime assolute (9,7 gradi) ma molto inferiore ai 14,3 gradi raggiunti il 19/6/2003.

 

Anche nelle altre stazioni analizzate il mese di giugno 2019 è risultato eccezionalmente asciutto e caldo. In particolare, relativamente a giugno 2019, va evidenziato che: in tutte le stazioni qui analizzate la temperatura massima del 27/06 è risultata la più alta delle rispettive serie storiche (escluse Trento Laste e Rovereto che non hanno superato il valore estremo rispettivamente del 1935 e 2003, piazzandosi comunque al secondo posto della serie); in tutte le stazioni considerate la temperatura media mensile è stata più alta solo nel 2003 (tranne a Tione dove, oltre che nel 2003, anche nel 1982 la temperatura media mensile è stata più alta); Trento Laste, Cavalese, Rovereto: è stata registrata la minima precipitazione totale mensile; Trento Laste, Castello Tesino, Malè, Cavalese, Rovereto e Tione: minimo numero di giorni con precipitazione superiore ad 1 millimetro.

 

Si sono poi registrati solo 1913 fulmini (nube-terra), valore inferiore alla media che è di 2474. Il numero massimo si è registrato l'11 giugno con 539 fulmini giornata che ha visto un forte temporale sul Trentino sudoccidentale e ha determinato la formazione di nubi mammatus visibili anche sopra Trento.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 novembre - 12:30

Zanella lascia l'assessorato comunale alla Mobilità e andrà in Consiglio provinciale: "Porterò avanti battaglie su diritti, parità di genere e migranti. Ma assieme a tutta la coalizione dobbiamo iniziare a costruire anche un progetto per il 2023"

24 novembre - 16:21

Il sindaco ha optato per l'esperienza in ambito di trasporti e mobilità del 73enne che poche settimane fa si era anche candidato alle elezioni comunali di Bolzano (prendendo una ventina di voti con +Europa) per superare l'impasse creato dal passaggio di Zanella in consiglio provinciale. Ecco la lettera di Facchin con progetti e impegni

24 novembre - 11:24

Partendo dal ritrovamento di un’esemplare investita da un’automobile, nella zona del Garda veronese, è stato possibile individuare un intero branco di sciacalli dorati, con almeno 3 cuccioli al seguito. L’esperto: “Si tratta sicuramente del gruppo più importante per l’espansione della specie in Italia”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato