Contenuto sponsorizzato

La Pat lancia la nuova App per verificare percorsi e tempi d’attesa dei bus. Potenziato anche il collegamento Val di Fassa-Bolzano

La nuova applicazione “Muoversi in Trentino” sarà disponibile fra pochi giorni. In più la linea “Bolzano-Val d’Ega-Vigo di Fassa” sarà prolungata fino a Pera di Fassa. Fugatti: “Nell'estate 2020, tra Moena e Canazei, una corsa ogni 10 minuti”

Di Tiziano Grottolo - 13 dicembre 2019 - 13:41

TRENTO. Miglioramento dei collegamenti tra la Val di Fassa e Bolzano, attraverso il passo di Costalunga, e innovazione tecnologica per il sistema di bigliettazione elettronica: questi i principali temi oggetto della discussione nell’ultima seduta della Giunta provinciale

 

Maurizio Fugatti, ha svestito per un momento i panni di presidente della Pat per indossare quelli di assessore ai trasporti, con un provvedimento infatti è stata rinnovata la convenzione con la Provincia autonoma di Bolzano per il servizio di collegamento biorario che viene svolto tra Pera di Fassa e Bolzano, attraverso Carezza ed il passo di Costalunga.

 

In particolare la nuova convenzione prevede il prolungamento della linea della società altoatesina Sad “Bolzano-Val d’Ega-Vigo di Fassa” fino a Pera di Fassa, il servizio è stato programmato con scadenza al 18 novembre del 2020, poi si vedrà. La Pat ovviamente comparteciperà assieme a Bolzano nelle spese di gestione. La giunta leghista sottolinea come il collegamento con Bolzano rappresenti un elemento molto importante per l’attrattività turistica della zona, assieme a tutti i servizi locali tra le valli di Fiemme e di Fassa.

 

“L’approvazione di questa convenzione – sottolinea il presidente Fugatti – ci offre l’occasione di rimarcare l'importanza che attribuiamo al collegamento con Bolzano e per anticipare che nell'estate 2020 non solo potenzieremo con corse ogni 10 minuti il collegamento tra Moena e Canazei, domeniche incluse, ed effettueremo un cadenzamento alla mezz'ora sia sul Passo Pordoi che sul Passo Fedaia, ma abbiamo anche intenzione di istituire corse semidirette tra Canazei e Bolzano in coincidenza con i treni Freccia, che transitano a Bolzano in direzione Roma e che da Roma arrivano a Bolzano".

 

Inoltre, attraverso un secondo provvedimento, che deriva dall’aggiornamento del Documento di Programmazione Settoriale approvato anch’esso quest’oggi, si è deciso il  finanziamento a Trentino Trasporti per la somma di 78mila euro, per le innovazioni tecnologiche sul sistema di bigliettazione necessarie in vista del lancio, tra pochi giorni, della App “Muoversi in Trentino”.

 

“Per quanto concerne il sistema di bigliettazione – ha chiarito Fugatti – le necessità di evoluzione sono continue, e nei prossimi giorni comunicheremo ai cittadini come scaricare la nuova App, che consentirà di verificare, in qualsiasi posto del Trentino, quali bus siano in transito e soprattutto il tempo di attesa reale, in quanto  basato sulla precisa posizione del mezzo. Il tutto visibile da qualsiasi smartphone”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 gennaio - 18:58

Gli studenti della classe terze dell'Arcivescovile  hanno scritto una lettera alla senatrice a vita per chiederle dei consigli su come affrontare i messaggi, d'odio sempre più frequenti nel mondo d'oggi. Dopo due settimane è arrivata la risposta di Liliana Segre 

27 gennaio - 19:30

Mentre anche a livello parlamentare la discussione è aperta e il primo grande banco di prova potrebbero essere le elezioni regionali in Puglia, i tre movimenti cominciano a ragionare su un blocco in sostegno a Franco Ianeselli. Intanto Dario Maestranzi è pronto a lasciare il Patt per seguire questo progetto

27 gennaio - 18:55

Dopo la grande manifestazione che ha portato 10mila persone in Lessinia in molti riferiscono di un presidente della regione, Luca Zaia, “infuriato” perché tenuto all'oscuro della proposta di legge. Il consigliere Dem Zanoni: “I veneti amano l’ambiente che è un patrimonio di tutti e non sono più disposti a vederlo sacrificato”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato