Contenuto sponsorizzato

Temperatura massima a 25,8 gradi, il dato dell'anno più alto dopo 59 giorni di pioggia e freddo

La precedente temperatura massima più elevata è stata registrata il 24 marzo. La media delle massime di questo mese è uguale a quella di marzo. La massima di oggi, mercoledì 22 maggio, è di 14 gradi più alta rispetto a quella di domenica

Pubblicato il - 22 maggio 2019 - 15:56

TRENTO. "Oggi, mercoledì 22 maggio, è stata registrata provvisoriamente la temperatura massima più alta di questo 2019", queste le parole di Giampaolo Rizzonelli di MeteoTriveneto, che aggiunge: "Il dato non sarebbe eccezionale, se non fosse che è da 59 giorni che non si toccava un valore simile".

 

Complici i primi raggi di sole, i sensori alla stazione di Levico Terme si sono spinti fino ai 26 gradi, la temperatura più elevata da inizio anno. "La massima precedente di 24,4 gradi è stata rilevata il 24 marzo - aggiunge l'esperto - mentre nei 58 giorni successivi non sono mai stati superati i 24 gradi".

 

La media delle massime di aprile è stata di 16,1 gradi, un dato inferiore rispetto alla media di marzo a 17 gradi. "Statisticamente e per ovvie ragioni - evidenzia Rizzonelli - aprile dovrebbe essere più caldo di marzo, ma quest’anno è stato un mese particolarmente caldo".

 

La media delle massime dei primi 22 giorni di maggio è stata, invece, praticamente identica a quella delle massime di marzo: 16,9 contro 17 gradi. "Un marzo molto caldo - conclude Rizzonelli - al quale si contrappone un maggio particolarmente freddo. La massima di oggi è risultata di 7,6 gradi più elevata rispetto a quella di ieri, ma anche di 12,1 gradi rispetto a lunedì e di 13,6 gradi in confronto a domenica".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 settembre - 11:36

Iniziata nel marzo 2016, l'operazione Carthago ha portato a sgominare una rete ramificata in Marocco, Olanda, Spagna, Svizzera e Italia. Due i nuclei criminali composti da nordafricani e italiani legati ai clan di Torre Annunziata e alla mafia foggiana, che controllavano anche il mercato trentino. 73 gli indagati totali, 19 gli arrestati e sequestrati stupefacenti per un valore di 70 milioni di euro

19 settembre - 12:54

I carabinieri di Canal San Bovo stavano indagando da tempo dietro a quello che sembrava un incidente, avvenuto il 3 luglio. Ora è arrivata la denuncia per il reato di lesioni personali, danneggiamento e fuga

19 settembre - 06:01

Dopo i fatti di luglio e agosto, con il ritrovamento di 47 e 180 capi morti, la Procura di Trento si prepara ad aprire un processo per indagare su diversi possibili illeciti. La determinazione della causa di morte, riportata dal referto dell'Istituto zooprofilattico, rischia di aprire un "vaso di Pandora" sul sistema dei titoli per ettaro erogati dall'Unione Europea

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato