Contenuto sponsorizzato

Trentino, 9 milioni e 700mila pernottamenti registrati e un fatturato di 980 milioni. Stagione estiva da record

L'istituto di statistica della Provincia di Trento ha pubblicato i dati relativi all'andamento della stagione turistica estiva 2019. Gli italiani preferiscono agosto, gli stranieri invece luglio. Oltre 2 milioni di presenze sul Garda trentino. Ecco tutti i dettagli

Pubblicato il - 06 dicembre 2019 - 11:55

TRENTO. L'istituto di statistica della Provincia di Trento ha pubblicato i dati relativi alla stagione turistica estiva 2019. Una stagione che è andata molto bene: i numeri, infatti, confermano il trend crescente e il risultato costituisce la miglior performance degli ultimi dieci anni.

 

L'istituto ha preso in considerazione i mesi tra giugno e settembre. Nei quattro mesi estivi, nella nostra Provincia, i pernottamenti registrati hanno raggiunto quota 9 milioni e settecentomila, il 62,8% dei quali di provenienza italiana. Gli stranieri hanno soggiornato nella nostra regione soprattutto a luglio; gli italiani, invece, preferiscono come di consueto agosto

 

Fonte: Ispat - Istituto di statistica della provincia di Trento
Fonte: Ispat - Istituto di statistica della provincia di Trento

 

Da dove vengono gli italiani che soggiornano nella nostra Provincia? Principalmente da Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Lazio e Toscana

 

Fonte: Ispat - Istituto di statistica della provincia di Trento
Fonte: Ispat - Istituto di statistica della provincia di Trento

 

Aumentano le presenze straniere (+ 5,8% rispetto alla stagione estiva 2018). I turisti stranieri arrivano, soprattutto, da Germania, Olanda, Austria, Inghilterra e Repubblica Ceca.

 

Fonte: Ispat - Istituto di statistica della provincia di Trento
Fonte: Ispat - Istituto di statistica della provincia di Trento

 

Tutti i territori provinciali registrano numeri positivi. Da segnalare oltre 2 milioni di presenze sul Garda trentino, che rappresentano ben il 20,9% del movimento turistico della stagione estiva.

 

 

Gli alberghi aperti sono stati 1.489 per un totale di 91.708 posti letto e la permanenza media provinciale si attesta circa sulle 4 notti. 

 

Il settore extralberghiero, che rappresenta il 35,2% delle presenze estive complessive, evidenzia una decisa crescita sia negli arrivi (+7,7%) che nelle presenze (+7,2%). Il numero di strutture aperte è pari a 1.916, per un totale di 80.131 posti letto.

 

Applicando il valore della spesa media giornaliera pro-capite estiva alle presenze si stima che il movimento turistico nelle strutture alberghiere ed extralberghiere abbia generato un fatturato intorno ai 980.000.000 euro.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 11 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 luglio - 05:01

L’assestamento di bilancio presentato dalla giunta Fugatti non convince, Rossi: “Pura propaganda, se poi non si stanziano i fondi le grandi opere rimarranno solo sulla carta, gli unici cantieri che sono stati avviati sono collegati alle opere pensate nella scorso legislatura”. Per gli imprenditori le chiusure domenicali provocheranno la fuga dei consumatori verso Bolzano e il Veneto

13 luglio - 08:41

Sul posto si sono portati i carabinieri e i soccorsi sanitari che non hanno potuto far altro che constatare la morte 

13 luglio - 08:07

Molto conosciuta e di rara sensibilità, Ierma è riuscita a spiegare la sua malattia ai bambini attraverso un libro "La Pazienza dei sassi". Tanti i messaggi di ricordo e di condoglianze: "Una persona speciale''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato