Contenuto sponsorizzato

Bicicletta e Alto Adige: un binomio vincente. Tante le possibilità per i turisti per una vacanza su due ruote

Girare ed esplorare l'Alto Adige in bicicletta oltre ad essere un modo sostenibile ed ecologico di muoversi, è anche assolutamente possibile. Ecco tutte le informazioni e le tratte feroviarie

Pubblicato il - 06 luglio 2020 - 12:42

BOLZANO. Viaggiare e conoscere l’Alto Adige con l’autobus, il treno e la bicicletta è un modo sostenibile ed ecologico di muoversi, ma soprattutto: è assolutamente possibile. “Tutti coloro che vengono in Alto Adige senza la macchina danno un contributo importante all’ambiente ed utilizzando la bici giovano, in primo luogo, alla loro salute” è infatti quanto afferma l’assessore provinciale alla mobilità, Daniel Alfreider.

 

Sono infatti tantissime le possibilità di itinerari tra cui gli amanti della bicicletta, e che vogliono scoprire l'Alto Adige, possono scegliere. Ecco di seguito tutte le possibilità:

 

Biglietto giornaliero per il trasporto di biciclette: 7 Euro

Il biglietto giornaliero per il trasporto di biciclette è disponibile presso le biglietterie automatiche e nei punti vendita altoadigemobilità. Può essere utilizzato il giorno della prima convalida illimitatamente e va convalidato all'inizio di ogni viaggio.

 

Tariffa giornaliera con AltoAdige Pass: 3,50 Euro

Per i titolari dell’AltoAdige Pass, EuregioFamilyPass Alto Adige, AltoAdige Pass abo+/AltoAdige Pass 65+ con i servizi aggiuntivi attivati, la tariffa giornaliera per il trasporto bici può essere addebitata sul pass. La convalida per il trasporto della bicicletta deve essere effettuata all'inizio di ogni viaggio. Viene addebitato l'importo di 3,50 euro al giorno.

Queste tariffe sono valide esclusivamente sui mezzi di trasporto pubblico altoadigemobilità in Provincia di Bolzano e sui treni regionali fino a Trento. Per i viaggi in treno più lunghi in direzione sud, Trenitalia propone biglietti interregionali per il trasporto di biciclette. Per i viaggi in direzione Tirolo del Nord / Tirolo dell’Est è necessario acquistare appositi biglietti presso ÖBB / VVT per la relativa tratta (ad es. Brennero - Innsbruck o San Candido - Lienz).

 

Le seguenti biciclette vengono trasportate gratuitamente: 

bicicletta per bambini: (sotto i 20 pollici); bicicletta pieghevole (piegata) e monociclo: a bordo autobus nel bagagliaio, se disponibile o in alternativa riposta in una borsa; rimorchio per biciclette (sganciato dalla bicicletta); hand-bike (reclinata); bicicletta elettrica/pedelec: vengono trasportate a bordo dei treni regionali e negli impianti di risalita altoadigemobilità come una normale bicicletta, a condizione che per via del peso la sicurezza sia garantita. Queste biciclette non vengono trasportate su autobus con appositi portabici.

 

Trasporto di biciclette: dove e quante?

Treni regionali: Le biciclette possono essere trasportate nelle aree contrassegnate o negli appositi vani bici, a condizione che vi sia spazio sufficiente. I treni regionali possono trasportare circa 16 - 20 biciclette negli appositi scomparti; la prenotazione di posti non è prevista. Il grande afflusso di biciclette sui marciapiedi e sui treni è problematico per motivi di sicurezza. In caso di congestione, il personale ferroviario può vietare il trasporto di biciclette, per cui non è garantito che tutti i passeggeri, pur in possesso di un biglietto valido, possano salire a bordo con la bicicletta.

 

Autobus regionali: per motivi di sicurezza, le biciclette, comprese le biciclette pieghevoli e i monocicli, possono essere trasportate solamente se nell'autobus è disponibile uno spazio di deposito separato. Alcuni autobus regionali hanno un bagagliaio nel quale possono essere stivate singole biciclette. Tuttavia, ad oggi, la maggior parte degli autobus hanno un'entrata a pianale ribassato, pertanto non è possibile il trasporto di biciclette.

Appositi portabici con circa 5 – 6 posti sono a disposizione da primavera fino ad autunno 2020 sugli autobus delle seguenti linee: 273 Malles – Martina (fino al 08.11.2020);  245 Merano – Val d’Ultimo – Lana (fino al 08.11.2020);  321 Bressanone – St. Andrea – Plose (fino al 29.11.2020).  Le fermate, dove le biciclette possono essere caricate, sono indicate nell’orario con il simbolo della bicicletta Autobus urbani e citybus: non è consentito il trasporto di biciclette a bordo.

Funivie altoadigemobilità: i biglietti e le tariffe del trasporto pubblico locale in Alto Adige valgono per il trasporto di biciclette sulle funivie del Renon e di San Genesio e sulla funicolare della Mendola. Per gli impianti di risalita del Colle, Verano, Meltina e Maranza valgono i relativi titoli di viaggio e le relative tariffe.

 

Ferrovia della Val Venosta: trasporto biciclette separato

Per evitare il sovraffollamento della Ferrovia della Val Venosta, anche quest'anno, dal 1° luglio al 30 settembre 2020, sarà offerta la possibilità di trasportare separatamente le biciclette su appositi portabici su gomma. Se ci sarà sufficiente richiesta, un servizio minimo potrà essere offerto già da metà giugno e/o fino a metà ottobre. Le informazioni in merito saranno disponibili cliccando qui.

 

Nelle stazioni di Merano, Lagundo e Marlengo nelle ore di punta non è consentito caricare la bicicletta sulla Ferrovia della Val Venosta. Il divieto è valido tutti i giorni dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 17:30.

Stazione ferroviaria di Merano: orari di partenza del trasporto di biciclette alle ore 9:16 / 10:16 / 11:16 / 15:16 / 16:16 e 17:16. In caso di scarsa domanda, vengono effettuati meno viaggi. Le biciclette possono essere consegnate presso la stazione di Merano 30 minuti prima della partenza del servizio navetta. Successivamente possono essere ritirate presso le stazioni di Naturno, Laces, Silandro, Spondigna o Malles.

 

I biglietti e i costi per il servizio navetta corrispondono alle tariffe per il trasporto di biciclette sui mezzi pubblici: biglietto giornaliero per il trasporto bici alla tariffa di 7 euro o convalida con AltoAdige Pass alla tariffa giornaliera di 3,50 euro. I biglietti per il servizio navetta sono disponibili presso le biglietterie oppure presso il punto di partenza del servizio. Per gruppi numerosi è possibile prenotare il trasporto di biciclette tra le ore 08.00 e le ore 19.00 al numero +39 0473 201500.

 

Alternativa: noleggiare una bicicletta

“Per sostenere le escursioni combinate in bicicletta e con i mezzi del trasporto pubblico e per contrastare il sovraffollamento sui treni, vi è una stretta collaborazione con i gestori privati di noleggio biciclette con circa due dozzine di sedi in molte stazioni ferroviarie in tutto l’Alto Adige” sottolinea l’assessore Alfreider.

 

Il biglietto combinato "bikemobil Card" permette (quest'anno da metà giugno fino alla fine di ottobre) l'utilizzo combinato di tutti i mezzi pubblici sul territorio provinciale ed il noleggio di una bicicletta per un giorno. La bikemobil Card è disponibile nelle varianti da 1 giorno, 3 giorni e 7 giorni consecutivi presso tutti i punti di noleggio aderenti, gli uffici turistici e i punti vendita altoadigemobiltà. Le biciclette noleggiate possono essere restituite presso qualsiasi punto di noleggio della medesima organizzazione ("Bici Alto Adige" oppure "Papin Sport"). Con la bikemobil Card, il trasporto di biciclette sui mezzi di trasporto pubblico non è quindi necessario e non è previsto.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.00 del 11 Agosto
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

14 agosto - 17:52

Il totale complessivo sale quindi a 5.625 casi e resta a 470 decessi da inizio epidemia. Sale il numero di pazienti ricoverati per Covid-19 in ospedale, attualmente sono 3 e una persona deve ricorrere alle cure della terapia intensiva

14 agosto - 18:39

L'allerta è scattata alle 16.30 di oggi, venerdì 14 agosto, lungo la strada provinciale 34 all'altezza di Preore, frazione di Tre Ville. In azione la macchina dei soccorsi tra ambulanza, vigili del fuoco di zona e polizia locale delle Giudicarie

14 agosto - 16:45

I due erano intenzionati a scendere lungo la via normale che passa dal Bivacco Scalon, dove però non sono mai arrivati, essendo scesi più sotto seguendo una traccia sbagliata

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato