Contenuto sponsorizzato

Il teatro Stabile di Bolzano il primo a riaprire in Italia. Si inizia con le prove aperte dello spettacolo di Paolo Rossi "Pane o libertà. Su la testa"

Dal 4 al 20 giugno Rossi e i suoi musicisti regaleranno ai cittadini che hanno voglia di riappropriarsi del loro teatro alcune anticipazioni dello spettacolo che farà tappa in molte piazze d’Italia. La partecipazione è gratuita ma è necessaria la prenotazione

Pubblicato il - 04 giugno 2020 - 10:20

BOLZANO. Anche lo spettacolo dal vivo riparte. Dopo una decina di giorni di “allenamento a porte chiuse” a ritmi serrati, Paolo Rossi è pronto ad aprire al pubblico bolzanino le prove del suo nuovo spettacolo “Pane o libertà. Su la Testa”. Dal 4 al 20 giugno (tutti i giorni a esclusione di domenica) alle 18.30, Rossi e i suoi musicisti regaleranno ai cittadini che hanno voglia di riappropriarsi del loro teatro alcune anticipazioni dello spettacolo che farà tappa in molte piazze d’Italia, prima tra tutte a Milano. Lo spettacolo rientra nell’ambito del collaudato format "Wordbox", rassegna dello Stabile che è diventata un vero e proprio incubatore di spettacoli in divenire. Sarà permesso l'accesso a 20 spettatori in Sala Grande del Teatro Comunale solo previa prenotazione telefonica.

 

La riapertura del Teatro Stabile è stata presentata nell’ambito di un incontro che ha visto la presenza degli artisti e dei rappresentanti istituzionali di Provincia e Comune oltre a quelli dello Stabile: il presidente Giovanni Salghetti Drioli, il direttore Walter Zambaldi, il sindaco Renzo Caramaschi, l’assessore provinciale alla cultura Giuliano Vettorato e l’assessore comunale alla cultura Juri Andriollo. L’incontro di presentazione ha visto inoltre la partecipazione di Vincenzo Gullotta, direttore per l'istruzione e la formazione italiana della Provincia di Bolzano e dell’assessora comunale alla Scuola Monica Franch, coinvolti nella presentazione dei progetti di "Teatro Tascabile" da parte degli artisti locali nell’ambito dell’innovativo progetto promosso dal Teatro Stabile di Bolzano per portare il teatro nelle aule nel momento in cui riapriranno le scuole. Agile, dirompente, sfuggente alle definizioni di genere e duttile nell’allestimento scenico, “Pane o libertà. Su la testa” ha le caratteristiche di un evento più che di una rappresentazione e si adatta a qualunque spazio lo voglia ospitare.

 

L’anteprima delle prove aperte che si è svolta il 3 giugno alle 18.30, ed è stata trasmessa in streaming sul canale YouTube del Teatro Stabile di Bolzano dove rimarrà disponibile per tutto il periodo di programmazione. Accompagnato da Emanuele Dell’Aquila, Alex Orciari e Stefano Bembi, i tre incredibili musicisti che formano la band "Anciens Prodiges", Rossi porterà in scena "la figura del primo Arlecchino, quello che possedeva il biglietto di andata e ritorno per l’al di là e quella che fu poi una delle sue evoluzioni come intrattenitore popolare capace di spaziare dalle stalle al cabaret" come spiega lui stesso.

 

"Giocando con l’illusione di mettermi sul palco - o su ciò che useremo come tale per bisogno o necessità - sia come attore, sia come personaggio e come persona, rievocherò i miei sogni lucidi, fatti di storie che aiutano a resistere, a scegliere tra il pane e la libertà, o a non scegliere proprio" prosegue Rossi. "Sono storie di artisti che per fortuna ho realmente incontrato nella mia vita. I maestri Jannacci, Gaber, De Andrè, Fo e persino il fantasma della Callas; i comici del derby e altri sconosciuti. Racconterò questi allegri morti che abitano l’interzona che li rende visibili solo a pochi cantastorie che li traducono agli umani. Con l’aiuto dei miei amici saltimbanchi, parlerò di queste personalità fantasmagoriche e poetiche, non controllabili da nessun piccolo o grande fratello che con le loro narrazioni portano conforto, idee per lottare e speranza. Tutto qui. Senza osare più del dovuto nelle imitazioni e nelle parodie, giocando al contrario con le massicce dosi di visionarietà che la favola contiene di suo".

 

"Vorrei fare qualcosa che dia al mio essere chiamato comico una via di fuga verso un teatro sociale, nella poesia del buffo e della magia. Roba minima. Tanto per alzare le difese immunitarie del pubblico presente …o meno". Ad estate inoltrata, Rossi sarà inoltre protagonista di una serie di interventi di Teatro diffuso in tutto l’Alto Adige".

 

La partecipazione alle prove aperte è gratuita. La prenotazione per la visita alle prove di “Pane o libertà. Su la Testa” si effettua per e-mail all’indirizzo info@teatro-bolzano.it o telefonicamente al numero 0471 301566 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 settembre - 10:34

Dopo l'apertura delle urne alle 9 di martedì 22 settembre, dallo spoglio emergono i primi sindaci. Mentre si attendono i Comuni più grandi, a Vipiteno Peter Volgger vince per 3 voti con il 50,1%. L'Svp domina sul territorio. A Ortisei vince Tobia Moroder

22 settembre - 11:49

Leonardo Ceccato è stato eletto primo cittadino di Cinte Tesino con il 53,44% dei voti. Lorenzo Moltrer sarà il primo cittadino di Fierozzo/Vlarotz

22 settembre - 12:16

La lista "Avanti Insieme" vede 83 preferenze per il 52,53%, mentre l'esponente di "Il tempo nuovo" chiude a 75 voti per il 47,47%

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato