Contenuto sponsorizzato

Performance artistiche di strada nelle attività commerciali (e il Comune paga chi si esibisce e i tributi): a Trento il progetto per rilanciare lo spettacolo

Il Comune di Trento ha deciso di promuovere il progetto "Arte in Bottega": artisti di vario genere si esibiranno per le strade del capoluogo per rilanciare il mondo dello spettacolo, che nello scorso anno ha subito una pesante battuta d'arresto

Foto di UploadSounds
Di Mattia Sartori - 30 aprile 2021 - 16:48

TRENTO. Siamo tutti familiari con le chiusure che vari nostri concittadini hanno dovuto affrontare nel corso dell’ultimo anno. Progetti futuri, attività, sacrifici, tutto vanificato per impedire al virus di diffondersi tra la popolazione. Con la primavera però arriva un’aria nuova, di speranza, e sembra che tutto inizi molto lentamente a risistemarsi.

 

Questa è la situazione che in molti hanno dovuto affrontare e tra questi molti ci sono anche gli uomini e le donne, i ragazzi e le ragazze del mondo della cultura, delle arti e dello spettacolo. Con la chiusura di cinema, musei e teatri questa è una delle categorie che più di tutte ha subito il colpo della pandemia, trovandosi improvvisamente senza un posto dove esibirsi, dove esercitare il proprio mestiere e guadagnarsi da vivere.

 

Nel segno di un’estate di speranza, per dare forza ai sogni di questi cittadini, il Comune di Trento ha deciso di promuovere “Arte in Bottega”, un’ampia serie di momenti di intrattenimento per le strade del capoluogo. Assieme all’Amministrazione comunale si schierano anche le attività commerciali, che hanno dato la propria disponibilità ad accogliere performance artistiche di vario genere.

 

L’iniziativa avrà luogo quest’estate venerdì 9, sabato 10, venerdì 16 e sabato 17 luglio. C’è posto per un massimo di 80 artisti singoli o formazioni, a cui il Comune corrisponderà rispettivamente un cachet di 300 o 500 euro + Iva. A carico dell’Amministrazione saranno anche i costi della Siae e delle pratiche amministrative.

 

Per partecipare come artista è necessario soddisfare alcuni criteri specifici, documentare nel curriculum artistico un effettivo radicamento sul territorio trentino e provvedere in autonomia all’allestimento, alle attrezzature e al materiale. Ogni artista potrà essere presente in una sola proposta; le proposte saranno valutate da una commissione che selezionerà le migliori. Ogni artista o formazione dovrà ripetere una performance di 30 minuti in uno stesso luogo per tre volte nella stessa giornata.

 

Le iscrizioni rimarranno aperte fino alla mezzanotte di martedì 4 maggio.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 21 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 maggio - 15:21
A causa del concerto di Vasco e di uno sciopero, negli ospedali di Trento e Rovereto, sono saltate alcune operazioni [...]
Cronaca
23 maggio - 13:40
Nelle scorse settimane la Provincia aveva provato a trovare una soluzione sulla complicata vicenda che riguarda la costruzione del Not. Ma l'Anac [...]
Cronaca
23 maggio - 11:01
Il primo intervento alla pista di motocross del Ciclamino per un 18enne caduto rovinosamente a terra che ha battuto violentemente il costato, poi [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato