Contenuto sponsorizzato

Italia’s Got Talent, la crew trentina dei Powa Tribe (VIDEO) conquista la finale. L’insegnante: “Sono 4 anni che ci prepariamo”

Quattro “sì” per la crew trentina dei Powa Tribe che approda così in finale di Italia’s Got Talent 2020. La compagnia ha conquistato giudici e pubblico con una performance dove ballo e poesia si sono mescolati per raccontare l’amore ai tempi dei social

Di Tiziano Grottolo - 27 febbraio 2020 - 17:02

TRENTO. Hanno ballato sulle note di una poesia di Simone Savogin incantando il pubblico di Italia’s Got Talent, programma in onda su Tv8 e Sky Uno, che nella puntata di mercoledì 26 febbraio ha assistito all’esibizione della Powa Tribe la crew di danzatori che tra le sue fila annovera anche moltissimi trentini, Trento, Rovereto, Cavalese, Lavis, Arco i comuni più rappresentati.

“I Powa Tribe sono una compagnia nata nel 2016, una vera e propria famiglia che si confronta continuamente e cerca di aiutarsi – si legge sul sito del talent – legame e condivisione sono le loro parole chiavi e affermano che per loro è importante accettarsi e accettare l’altro per raggiungere una sintonia”. Il tema toccato con l’esibizione è sia intimo che profondo ed è stato incentrato sulla difficoltà dell’amore ai tempi dei social. La performance ha convinto i quattro giudici di Italia’s Got Talent 2020.

 

Il gruppo è composto da 14 artisti, con un’età che va dai 14 ai 29 anni: Patrick Ang (l’insegnate), Isabel Nardelli, Omar Vanzo, Gabriele Ang, Angelo Dadula, Angela Mazzucato, Pietro Brazzo, Cristiano Benussi, Alice Lorenzi, Jasmine Bresciani, Tania Giacomuzzi, Olimpia Bonvecchio, Damiano Gomiero e Silvia Baldo. “Sono quattro anni che lavoriamo assieme – spiega Patrick Ang – siamo arrivati fin qui perché volevamo mostrare quello che facciamo a un pubblico maggiore”.

 

 

 

 

Federica Pellegrini, Frank Matano, Joe Bastianich e Mara Maionchi hanno dato quattro “Sì” proiettando i Powa Tribe in finale. Particolarmente colpita ed emozionata la campionessa olimpica si è complimentata molto con i giovani, per la verità l’unica che ha avuto qualche perplessità è stata Mara Maionchi che però ha scherzato: “Probabilmente sono io che sono un po’ vecchia”.

 

Come anticipato la crew di danza, proveniente dal Trentino, ha eseguito una coreografia ispirata al brano “Swipe Right”: una poesia che ha per tema l’amore ai tempi dei social, dove “basta un click per essere accettati o rifiutati”. Il tutto è partito un po’ casualmente racconta Ang: “Abbiamo scoperto e questo artista lo scorso anno quando partecipò alla precedente edizione del talent e i suoi lavori ci hanno ispirato e così abbiamo deciso di interpretarlo con la danza, abbiamo cercato di fare qualcosa di diverso”.

 

 

La crew trentina ha conquistato giudici e successo aggiudicandosi un posto in finale, Bastianich ha apprezzato il fatto che il gruppo sia riuscito a mettere in scena un tema così complesso, come già anticipato la più colpita è stata Pellegrini: “Ho trovato tanta precisione, avete avuto molto coraggio perché portare le poesie di Savogin è una cosa difficilissima”. Elegante è stato l’aggettivo scelto da Matano per descrivere l’esibizione.

 

Adesso i Powa Tribe raggiungeranno in finale gli altri concorrenti, ovviamente massimo riserbo su quella che sarà la nuova esibizione, quel che è certo è che per arrivare fin qui hanno lavorato tanto: “Prima di tutto bisogna trovare la giusta alchimia – conclude Ang – se non c’è chimica poi sul palco si vede che manca qualcosa, per il resto ci sono tantissime ore di prove e allenamento”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 ottobre - 04:01

Lo studio esclusivo condotto da 4 università (fra cui Trento) e dal Policlinico San Matteo di Pavia mostra cosa accadrà se le misure dell’ultimo Dpcm non dovessero frenare i contagi: “La crescita esponenziale dei positivi trascinerà con sé quella delle terapie intensive e dei decessi, le strutture sanitarie saranno messe in ginocchio

28 ottobre - 20:06

Il Partito democratico: "Quello che ci dispiace è che in un momento così delicato come quello che stiamo attraversando Fugatti agisca in modo propagandistico invece che responsabile". I sindacati: "L'aspetto più grave è che saranno le imprese e i lavoratori a pagare le conseguenze di questa situazione di totale indeterminatezza"

28 ottobre - 20:47

La serrata francese scatta da giovedì 29 ottobre al 1 dicembre. Solo oggi sono stati registrati 36.437 nuovi casi e 244 decessi. Forte crescita dei contagi anche in Germania, un mese di "lockdown soft"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato