Contenuto sponsorizzato

Quasi 130 realtà coinvolte e l'italian bike test di Shimano, il maltempo non ha fermato il Vallagarina experience festival

Un'edizione che è riuscita a reggere al Covid-19 e anche a un meteo difficile dell'ultimo week end. Via della Roggia è stata il fulcro dell'area expo e bike test. Circa una ventina le aziende del mondo bici, portate per l'occasione dallo Shimano italian bike test

Pubblicato il - 05 October 2020 - 18:08

ROVERETO. E' andata in archivio la seconda edizione del Vallagarina experience festival. Tre intensi giorni che hanno animato il Centro Sportivo Baldresca, location che si è dimostrata all'altezza di ospitare un evento così variegato. Quasi 130 le realtà coinvolte, a testimoniare la forza della nostra macchina operativa e, soprattutto, la volontà di tantissime persone di fare rete per sostenere e promuovere il territorio.

 

Un'edizione che è riuscita a reggere al Covid-19 e anche a un meteo difficile dell'ultimo week end. Via della Roggia è stata il fulcro dell'area expo e bike test. Circa una ventina le aziende del mondo bici, portate per l'occasione dallo Shimano italian bike test.

 

Un importante tour nazionale, che ha scelto Rovereto e il Festival per questa sua prima tappa trentina. Cinque i percorsi tracciati dal comitato organizzatore lagarino, alla scoperta della città della Quercia e dintorni: urban, road, Mtb, gravel e enduro. Molto contenti gli espositori, con circa 500 test nei due giorni: un vero successo, considerando la pioggia intermittente. 

 

padiglioni della Baldresca hanno invece ospitato l'area kids: yoga, tennis, tiro con l'arco, boxe, area musicale, gimcana bici, pallavolo, basket, nordic walking, area educativa, area sensoriale, calcio e fotocaccia al tesoro. Tantissime le famiglie che, sfidando il maltempo, hanno portato i loro bimbi a provare le attività: un bel momento in compagnia dei tanti esperti delle associazioni locali che credono nel valore di questo festival.

 

Tanti anche i tour guidati che si sono alternati nel weekend: causa pioggia alcune esperienze sono state cancellate, ma i più temerari non si sono arresi e sono andati alla scoperta della Vallagarina e delle sue cime. Bici da corsa, nordic walking, trail running, Mtb, trekking a prova che il territorio ha davvero tanto da offrire.

 

L'area antistante il bar della Baldresca è stata attrezzata con una grande tensostruttura, che ha consentito agli avventori di godersi all'asciutto i tanti spettacoli, talk, premiazioni, momenti musicali e, soprattutto, le prelibatezze lagarine studiate per l'occasione. tra le varie proposte, i panini gourmet e i cocktail dedicati alle cime della Vallagarina. 

 

L'evento è stato organizzato nel pieno rispetto delle disposizioni di sicurezza Covid-19. Tutta l'area è stata recintata e all'ingresso vi era registrazione obbligatoria, con controllo della temperatura. Tanta la responsabilità da parte dei partecipanti: mascherine, rispetto delle distanze di sicurezza e igienizzazione delle mani nei punti predisposti dall'organizzazione. Lo staff si è poi preoccupato di sanificare in continuazione ovunque fosse necessario.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 January - 05:01

In una conferenza stampa a senso unico, come al solito, dove è impossibile interloquire e quindi riuscire a capire davvero qualcosa i due vertici dell'Apss hanno provato a spiegare la situazione alla luce dei dati completi mostrati da il Dolomiti in questo grafico dell'Apss. Tra le motivazioni dei troppi decessi il fatto che la popolazione trentina è particolarmente anziana. In valore assoluto, però, l'Alto Adige lo è ancora di più (il 15,6% della popolazione rispetto al 14,1% del Trentino di over 65) quindi quei 350 decessi in più non si spiegano

27 January - 22:12

In particolare nel mese di novembre il Trentino è stato travolto dal contagio, ma solo una parte parziale dei dati è stato comunicato ufficialmente. L'ex rettore Bassi: " Per due mesi ci hanno raccontato che 'gli ospedali si erano riempiti perché i trentini ultra settantenni erano un po' troppo scapestrati e invece di starsene a casa, andavano in giro e si contagiavano'. Una bugia, purtroppo una delle tante"

28 January - 08:24

Le ricerche fatte nell'Adige al momento non hanno portato ad alcuna novità. Intanto sono spuntati dei testimoni sul tentativo del figlio di recarsi in un autolavaggio per lavare l'auto ma è stato fermato dai carabinieri 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato