Contenuto sponsorizzato

Arrivano i Re Magi e sulle porte tornano le scritte "misteriose". Ma cosa significano?

Ogni anno, il giorno dell’Epifania, sulle porte delle case del Trentino – Alto Adige (ma anche in Friuli Venezia Giulia e in Nord Europa) compaiono delle scritte curiose, molto spesso fatte con il gesso bianco. Ecco qui spiegato cosa significano

Di Lucia Brunello - 06 gennaio 2021 - 16:03

TRENTO. Ogni anno, il giorno dell’Epifania, sulle porte delle case del Trentino – Alto Adige (ma anche Friuli Venezia Giulia) compaiono delle scritte curiose, molto spesso fatte con il gesso bianco. Osservandola risulta difficile interpretarne il significato, e quindi eccolo qui spiegato.

 

Si tratta di una benedizione della casa. Le lettere C, M e B hanno due significati: sono le iniziali dei nomi tradizionali dei tre Re Magi – Gaspare (Caspar in latino), Melchiorre e Baldassarre – ma sono anche l’abbreviazione delle parole latine Christus mansionem benedicat, cioè “Cristo benedica questa casa”.

 

Le + fra le lettere e i numeri indicano la croce cristiana e sottolineano la sacralità della scritta e i numeri 20 e 21 rappresentano ovviamente l’anno 2021 appena iniziato.

 

Questa è una tradizione nordica nata nel medioevo: i "cantori della stella" lasciano la benedizione alla casa, e in cambio ricevono offerte a scopo benefico, dolci o qualcosa di caldo da bere. La tradizione è diffusa in Trentino - Alto Adige e in molti luoghi dell'arco alpino, anche in Friuli Venezia Giulia, oltre che in Germania e in Nord Europa.

Noi abbiamo notato la "formula" all'inizio di via Belenzani, vicino a piazza Duomo. E voi? L'avete vista da qualche parte o l'avete scritta fuori dalla vostra porta di casa?

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 gennaio - 20:31

Sono 246 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 6 decessi, mentre sono 28 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

23 gennaio - 19:50

Oggi la conferenza Stato - Regioni, Fugatti: ''I programmi dell'arrivo dei vaccini sono saltati. Ci dobbiamo arrangiare con gli strumenti che abbiamo. Con i vaccini, purtroppo, ci vorrà molto tempo per avere un numero alto di somministrazioni nella popolazione”

 

23 gennaio - 18:42

Cala il numero dei pazienti in ospedale ma sale quello delle terapie intensive. Altri 6 decessi. Sono state registrate 24 dimissioni e 187 guarigioni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato