Contenuto sponsorizzato

Gli amici Hospice del Trentino cercano volontari: una figura fondamentale per ascoltare e aiutare pazienti e famiglie nel fine vita

Il volontario in Hospice non svolge assistenza di tipo infermieristica  o socio-assistenziale, ma il compito principale è quello di stare vicino a malati e familiari per rendere meno gravoso l’ultimo periodo di vita e per offrire un importantissimo spazio di ascolto. Il corso di 8 incontri e 22 ore di formazione è gratuito

Di L.A. - 23 ottobre 2021 - 22:10

TRENTO. L'associazione Amici Hospice del Trentino cerca volontari e organizza un corso, gratuito, di 8 incontri e 22 ore di formazione. E' la decima edizione, la formula è ormai rodata e prevede l'incontro con professionisti che affronteranno gli aspetti psicologici, etici, spirituali dell’accompagnamento nel fine vita (Qui info). Il corso si svolge il giovedì sera e il sabato mattina e termina sabato 29 gennaio. Il corso, in collaborazione con Fondazione Hospice Trentino Onlus, ha il patrocinio dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari

 

L’Hospice è un luogo, intermedio tra casa e ospedale, dove il malato può continuare a vivere assistito da persone preparate e sensibili. E’ un luogo di “sosta” per il malato e la sua famiglia in momenti di particolare fatica e stress, quando l’assistenza a domicilio non è possibile. 

 

Il volontario in Hospice non svolge assistenza infermieristica  o socio-assistenziale; il compito principale del volontario è quello di stare vicino a malati e familiari per rendere meno gravoso l’ultimo periodo di vita, dare supporto e per offrire un importantissimo spazio di ascolto. Una figura fondamentale, messa però a dura prova negli ultimi due anni a causa dell'epidemia Covid. 

 

Il senso dell'accoglienza nella cura è espresso da Cicley Saunders: "Tu sei importante perché sei tu e sei importante fino all'ultimo momento della tua vita. Faremo ogni cosa possibile, non solo per permetterti di morire in pace, ma anche per farti vivere fino al momento della tua morte". E questa è la filosofia delle cure palliative. 

 

Il volontario nelle cure palliative ricopre un ruolo, infatti, insostituibile, che non può essere delegato ai professionisti sanitari, in quanto dona tempo e disponibilità per prendersi cura della persona malata e della sua famiglia, fornendo loro sostegno, cercando di attenuare il senso di solitudine, accogliendone le angosce e prestando un ascolto attivo e partecipe.

 

Il corso costituisce, inoltre, un’esperienza di crescita individuale e sociale strutturata in un ciclo di incontri di sensibilizzazione e informazione sulle cure di fine vita. Il programma prevede la partecipazione di relatori di primo piano nelle cure palliative: Laura Campanello (filosofa, consulente pedagogica e scrittrice), Laura Froner (presidente Fondazione Hospice Trentino), Carlo Abati (dirigente medico cure palliative Apss) e Rolando Cattoni (presidente associazione amici Fondazione Hospice Trentino). 

 

E ancora Sandra De Carli (psicologa Casa Hospice Cima Verde), Cecilia Da Rì (coordinatrice volontari Casa Hospice Cima Verde e domicilio), Carlo Tenni (coordinatrice volontari Hospice Apss Mezzolombardo), Domenico Marcolini (psicoterapeuta), Gessica Mazzucco (coordinatrice Casa Hospice Cima Verde), Stefano Bertoldi (direttore Casa Hospice Cima Verde), Alessandro Martinelli (Referente diocesano Caritas), Mara Zussa (presidente associazione Il Papavero di Bolzano) e Loreta Rocchetti (referente formazione volontari e comitato scientifico Fondazione).

 

Vista la delicatezza dell’ambito di intervento, per accedere al corso è necessario sostenere un colloquio preliminare. Questi incontri hanno l'obiettivo di informare e formare chiunque voglia avvicinarsi alla cultura delle cure palliative e chiunque abbia interesse a intraprendere un percorso di volontariato a favore delle persone nelle ultime fasi della loro vita. 

 

Le forme e i modi di questo servizio possono essere molteplici e diversi. Alla fine del corso, con una frequenza di almeno l’80% delle ore previste, verrà rilasciato un attestato e le persone che poi sceglieranno di proseguire potranno svolgere un periodo di tirocinio in Hospice accompagnati da un tutor.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
03 dicembre - 09:43
Lo sciopero del black friday da parte dei driver è stato scongiurato grazia a un accordo raggiunto fra sindacati e ditte che effettuano le [...]
Cronaca
03 dicembre - 09:13
Due giovani morti sulla strada, Alessia Andreatta è rimasta vittima di un tragico incidente in A22 mentre la vita di Tommaso Delpero si è [...]
Cronaca
03 dicembre - 05:01
Sono moltissimi in queste settimane i bambini rimasti a casa dall'asilo con diverse patologie. Non solo virus sinciziale ma anche casi di otite, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato