Contenuto sponsorizzato

La Trentino Film Commission è alla ricerca di animatori e storyboardisti per la realizzazione di cartoni in 2D e 3D

Trentino Film Commission sta cercando dei professionisti nel settore dell'animazione. Ecco quali sono i requisiti richiesti

Di Silvia Pasolli - 09 April 2021 - 16:02

TRENTO. Trentino Film Commission cerca professionisti nel settore dell’animazione.

 

Dopo la realizzazione del lungometraggio “Mini Cuccioli- Le quattro stagioni”, prodotto da Gruppo Alcuni nel 2018 e ambientato proprio a Trento, si è creato nel nostro territorio un polo formativo per la specializzazione nel settore dei cartoni 2D e 3D grazie anche ad Artigianelli.

 

A tale proposito la Film Commission sta cercando due figure professionali sul territorio Trentino, per contribuire a far crescere il settore dei cartoon. Uno storyboardista con ottima esperienza per lavorare ad una serie in CGI, ovvero nel campo della computer grafica 3D, tecnica relativa agli effetti speciali digitali e animatori con esperienza per lavorare su una serie, di 6 minuti ad episodio, in "digital 2D", con perfetta conoscenza di Adobe Animate, sono i due ruoli per cui sono aperte le candidature.

 

"Una buona notizia in questo periodo di emergenza pandemica ed economica, che sta mettendo a dura prova anche tutto il settore delle produzioni cinematografiche", commenta l'assessore all’istruzione, università e cultura Mirko Bisesti, la ricerca avviata da Trentino Film Commission, per conto di una società privata, di figure professionali in un campo specifico, quello dell'animazione.

 

"Si tratta di un'opportunità per i giovani trentini offerta dalla nostra Film Commission - prosegue Bisesti - che ha, fra le proprie finalità, anche quella di creare opportunità per i professionisti locali, del territorio nel comparto cinematografico".

 

Il settore dell’animazione non è nuovo per Trentino Film Commission, sarà proprio il corto di Cinzia Angelini, “Mila”, ad inaugurare il Film Festival che inizierà questo 30 aprile. “Mila”, frutto dell'impegno di un team internazionale di 350 volontari e artisti da oltre 35 Paesi, è ispirato ai bombardamenti che colpirono Trento nel 1943 e racconta la guerra dalla prospettiva di una bambina.

 

Sarà presente al festival anche un altro film dedicato ai conflitti, vincitore del premio “Oeil d’or” nel 2018, la pellicola intitolata “La strada dei Samouni” di Stefano Savona, uno dei principali autori italiani di cortometraggi di animazione, per raccontare, tra immagini reali e disegni, la storia di una famiglia di contadini palestinesi a Gaza. 

 

Possono presentare la propria candidatura i residenti in Trentino a questo indirizzo mail: filmcommission@provincia.tn.it 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 10 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
11 maggio - 18:31
Bocciata dalla Corte Costituzionale la norma voluta dalla Lega del Trentino e attaccata duramente dall'opposizione. Il Pd: "Noi da sempre contrari, [...]
Cronaca
11 maggio - 17:29
Un intervento della casa farmaceutica che rischia di cambiare i piani vaccinali delle Regioni. Il Trentino è stato tra i primi territori a puntare [...]
Cronaca
11 maggio - 11:28
Renato Villotti di Confesercenti contro Amazon: “Siamo sempre contenti quando di parla di posti di lavoro in più, di opportunità di crescita, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato