Contenuto sponsorizzato

L'Azienda per il turismo di Madonna di Campiglio, Pinzolo e val Rendena ingloba Chiese e Giudicarie centrali. Un ente unico fino al lago d'Idro

La costituzione della nuova Apt, con la nuova dimensione è stata approvata dai soci dell’Azienda per il turismo Madonna di Campiglio, Pinzolo, val Rendena nell’assemblea straordinaria (presente il 97,65% del capitale sociale) e coordinata dal presidente Tullio Serafini in collegamento dagli uffici. La manovra rientra nella legge di riforma del settore voluta dall'assessore Roberto Failoni

Di L.A. - 18 marzo 2021 - 11:45

PINZOLO. E' nata la nuova Azienda per il turismo operativa da Madonna di Campiglio al lago d’Idro e risultato della riorganizzazione degli ambiti turistici regolata dalla riforma griffata Failoni che ha ridefinito la promozione turistica territoriale in Trentino.

 

La costituzione della nuova Apt, con la nuova dimensione è stata approvata dai soci dell’Azienda per il turismo Madonna di Campiglio, Pinzolo, val Rendena nell’assemblea straordinaria (presente il 97,65% del capitale sociale) e coordinata dal presidente Tullio Serafini in collegamento dagli uffici.

 

"Si conclude oggi un percorso molto impegnativo che ci consegna un nuovo ambito ricco di eccellenze e diversità", dice Tullio Serafinipresidente dell’Azienda per il turismo, che aggiunge: "Queste differenze, all’interno del territorio, si incontrano e si completano rappresentando una solida base sulla quale costruire il turismo di domani, più sostenibile e caratterizzato da una nuova vivibilità. Ringrazio la presidente Daiana Cominotti e il presidente Daniele Bertolini per la sintonia e lo spirito collaborativo che hanno messo a disposizione lungo questo importante e complesso cammino".

 

In realtà queste sono alcuni passaggi formali, certamente importanti e complessi, ma il percorso in realtà appare ancora lungo e comprende anche poi la partita operativa in ambito promozione, anche all'interno delle Agenzie del territorio. La forza dei Consorzi è sempre stata relativa proprio per la struttura delle stessa. A ogni modo nel nuovo e più grande ambito i territori coinvolti leggono l'opportunità di ampliare l’integrazione tra prodotti turistici diversi per proporre al potenziale ospite un ampio ventaglio di esperienze-vacanza e servizi disponibili tutto l’anno.

 

"Madonna di Campiglio, traino del sistema, con lo sci e l’alta quota; Pinzolo, località 'family' e anima 'slow' della Skiarea, in costante crescita da un punto di vista qualitativo dell’offerta; la val Rendena, con la sua ruralità e le bellezze naturalistiche; le Giudicarie Centrali e la valle del Chiese con la qualità dei prodotti tipici, proposte di nicchia come il fishing e culturali come i forti della prima guerra mondiale. E, ancora, gli sport invernali ed estivi, i top eventi, le top experience, l’alta gamma, la mondanità e la montanità, la storia, l’arte, la cultura, i borghi, i castelli e il Parco naturale Adamello Brenta, presenza di grande rilevanza ed elemento unitario per il neonato ambito che si presenta come un mosaico di alta valenza turistica".

 

L’ambito indirizzerà una particolare attenzione alla creazione del prodotto turistico “all season” e alla vivibilità aumentata, argomenti sui quali i team di progetto interni all’Azienda per il Turismo sono già al lavoro.

 

Tecnicamente, la neonata Azienda per il Turismo, che da oggi unisce in un unico ente Consorzio turistico valle del Chiese, Consorzio turistico Giudicarie centrali e Apt Madonna di Campiglio, Pinzolo, Val Rendena, nasce da un’operazione straordinaria con la modalità del conferimento d’azienda dei due consorzi all’interno della società più forte e strutturata attraverso il conseguente aumento di capitale sociale della stessa (sono state emesse 1.600 nuove azioni di categoria speciale del prezzo nominale di 10 euro).

 

Una parte del valore per l’acquisizione delle azioni dei due consorzi, stabilito attraverso una perizia, sarà iscritta nel bilancio della nuova Azienda per il turismo rafforza ulteriormente il patrimonio netto di Apt stessa, il suo valore e, di conseguenza, anche il valore delle azioni detenute dai soci. Inoltre, l’aumento di capitale sociale non ha comportato alcun esborso in termini monetari per i soci attuali che hanno sì visto una riduzione minima della percentuale detenuta del capitale sociale di Apt, ma in alcun modo influente sugli equilibri tra gli attuali soci nella ripartizione del capitale sociale stesso. Le quote sono state infatti ridotte proporzionalmente sulla totalità degli azionisti.

 

Del nuovo Cda dell’Azienda per il turismo fanno ora parte anche Daiana Cominotti (attuale rappresentante del Consorzio turistico valle del Chiese) e Daniele Bertolini (attuale rappresentante del Consorzio turistico Giudicarie Centrali). Ha partecipato all’assemblea straordinaria, per gli adempimenti previsti, anche il notaio Francesco Dalrì.

 

Il percorso di avvicinamento al risultato ottenuto oggi è stato caratterizzato da un processo di dialogo, confronto e condivisione avviato lo scorso anno dai rispettivi presidenti e direttori di Apt e dei due consorzi coinvolgendo gli operatori economici e gli amministratori rappresentanti dei territori interessati. Inoltre, è stato redatto un “Protocollo d’intesa”, perfezionato e deliberato dai singoli consigli di amministrazione, con l’obiettivo di regolare il rapporto tra i tre enti per arrivare alla più efficace ed efficiente gestione turistica del nuovo ambito territoriale unitario.

 

Il nuovo ambito turistico si estende da Madonna di Campiglio al lago d’Idro, sul confine con la Lombardia, comprende 20 comuni amministrativi con 28.800 abitanti residenti. I posti letto alberghieri sono 9.600, mentre 6.500 quelli del comparto extra-alberghiero e 63 mila i posti letto nelle seconde case e negli alloggi privati. La disponibilità di questi numeri genera, ogni anno, 1 milione e 300 mila presenze turistiche negli hotel e 200 mila nell’extra-alberghiero mentre 2 milioni sono le presenze stimate negli alloggi privati e seconde case. Ampia e diffusa è anche la presenza delle pro loco, ben 35 unità.

 

Quasi tutti i pernottamenti sono naturalmente appannaggio di quelli che erano i vecchi confini dell'ambito. Nel 2019 i dati Ispat segnano per Madonna di Campiglio, Pinzolo e val Rendena 1.196.547 presenze negli hotel e169.384 presenze nel comparto extra-alberghiero, 780.620 presenze negli alloggi privati e 1.316.113 presenze nelle seconde case. Le sedi principali della nuova Azienda per il turismo sono quattro e si trovano a Madonna di Campiglio, Pinzolo, Tione e Cologna nel Comune di Pieve di Bono-Prezzo.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 29 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
29 novembre - 19:00
Secondo la presidente del Comitato per la legalità e la trasparenza ed ex consigliera comunale a Rovereto, molti cittadini lamenterebbero tempi [...]
Cronaca
29 novembre - 20:00
Trovati 64 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 31 guarigioni. Sono 53 i pazienti in ospedale. Sono 836.703 le dosi di [...]
Cronaca
29 novembre - 19:02
I centri vaccinali dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari saranno aperti in via eccezionale dalle 6 alle 24 per una vera e propria [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato