Contenuto sponsorizzato

Ripulire Trento dai rifiuti e dai pregiudizi, gli ospiti del Punto d'Incontro scendono in campo per rendere la città di bella

In occasione della settima Settimana dell’Accoglienza promossa dal Cnca, la cooperativa Punto d’Incontro ha progettato e promosso l' evento “Mappacquiamo la città per un diritto per tutti" in collaborazione con l’associazione culturale H2O+ e l’ Associazione Inco – Interculturalità e comunicazione

Pubblicato il - 30 settembre 2021 - 12:57

TRENTO. Rendere la città ancora più bella, ripulendola dai rifiuti e dai tanti pregiudizi. Si sono muniti di guanti, scope, palette e pinze e hanno iniziato a girare ogni angolo di Trento. E' l'iniziativa messa in campo dagli ospiti del Punto d'Incontro che rientra tra gli eventi della Settimana dell'Accoglienza.  

 

L'acqua e le fontanelle che spuntano ad ogni angolo della città per molti rappresentano un approdo, un luogo che ha il sapore di casa, soprattutto per tutte le persone che una casa non ce l'hanno. E sono stati proprio questi i punti che per primi i gli ospiti della struttura fondata da Don Dante hanno ripulito. 

 

Un’occasione importante per sensibilizzare e sensibilizzarsi sulle tematiche ambientali e per conoscere tutte le persone invisibili che ogni giorno camminano al nostro fianco per le vie della città. "Lunedì 27 settembre ci siamo dati appuntamento al Parco santa Chiara di Trento, punto di riferimento e 'casa' per tanti dei nostri ospiti, e da li abbiamo proseguito la strada per le vie del centro storico, mappando le fontanelle della città" racconta Alessia Loner, della Cooperativa Punto d'Incontro. 
 


"La mappatura è stata creata con la collaborazione di un ospite del Punto d'Incontro con cui abbiamo passeggiato nei giorni precedenti all’evento cercando di individuare i punti d’acqua più importanti, utilizzati e conosciuti dalle persone che dormono in strada. Ne è nato un percorso in 11 tappe, che ha compreso fontane centrali e imponenti ma anche punti d'acqua più piccoli e appartati. Una ventina di persone tra ospiti, studenti, volontari , operatori e cittadini, hanno percorso le vie della città per ripulirla di rifiuti prima, e di pregiudizi poi".  
 
L'operazione di pulizia è stata realizzata grazie alle scope le palette e le pinze fornite da Dolomiti Ambiente. Oltre a fornire l'occasione per ripulire le fontane ogni tappa è servita per leggere alcune testimonianze, pensieri e stati d’animo degli ospiti del Punto, anche con l’aiuto di alcuni passanti. 

Parole che narrano la vita, lo stato d’animo, la visione della città e dei cittadini, i sogni e le fragilità di chi vive la strada. Un modo per fermarsi, riflettere, ascoltare testimonianze di vite così diverse ma in grado di arricchire la visione d'insieme di chi abita la città.


Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
22 maggio - 16:29
Il 65enne condannato per omicidio è atterrato sabato in Italia e nel giro di poche ore ha ottenuto il permesso per andare a trovare la mamma [...]
Cronaca
22 maggio - 15:42
Il Dipartimento Protezione Civile, Foreste e Fauna della Provincia ha diramato un nuovo avviso di allerta ordinaria gialla con il quale estende [...]
Ambiente
22 maggio - 13:10
Le associazioni intervengono dopo che a distanza di un giorno il Parco Adamello Brenta e la Provincia hanno pubblicato delle linee guida di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato